RRC1

Vincenzo Calò

Vincenzo Calò

URL del sito web:

Che vuoi farci, è il Progresso…

Astronauta nel vuoto

L’attacco informatico globale avvenuto venerdì è di un livello senza precedenti, e richiederà un’indagine internazionale complessa per identificarne i responsabili”; lo ha evidenziato l’Europol in un comunicato. Sono stati infatti oltre 45mila gli attacchi messi a segno in almeno cento paesi, tra cui Italia, Regno Unito, Spagna, Russia, India, Cina, Ucraina, Taiwan ed Egitto… e hanno colpito aziende e istituzioni, come gli ospedali britannici, la Renault e la rete ferroviaria tedesca.

Trattasi di aspettative…

Jiminy Cricket

Siamo privi di una norma che metta a luce e fissi il prezzo dei testi di studio per arrivare a una qualsiasi laurea.

Servirebbe eccome, magari spendere una trentina di euro al massimo, per la certezza di avere tra le mani un tomo sì oneroso, ma di natura esclusivamente didattica; invece di avere a che fare con del protagonismo d’alimentare, senza badare a suscitare davvero importanza, per quell’imponenza del tutto individuale, che emargina il valore fondante delle cose che ci circondano.

L’egocentrismo brucia, ma è con la passività che ci scottiamo, non riuscendo a far risaltare un’alternanza di significati per verificare almeno un modo di stare insieme, compatti sul serio e non solo nel tempo libero.

Vecchie glorie

wall 1312196 960 720

Lavoriamo per rafforzare il contributo del commercio alle nostre economie”, si è limitato a questa frase il comunicato del G20 sul commercio globale, glissando sui temi che hanno diviso la delegazione Usa da gran parte dei partner e non facendo più menzione, come piuttosto accadeva da anni, alla rinuncia al protezionismo. Il summit di Baden baden si è concluso con un laconico comunicato: nessun impegno viene preso rispetto al protezionismo e ai cambiamenti climatici.

Il governo italiano ha riconosciuto i propri torti nei confronti di sei cittadini per quanto subìto nella caserma di Bolzanetto il 21 e il 22 luglio 2001 a margine del G8 di Genova, e verserà loro 45mila euro a ciascuno per danni morali e materiali, e spese processuali. Lo ha reso noto la Corte Europea per i Diritti Umani in due decisioni con cui si prende atto della risoluzione amichevole tra le parti, stabilendo di chiudere questi casi.

Di danaroso rimando

800px Being Parmenides

Il dissesto monetario grava eccessivamente al momento di decidere sulla sorte di uno Stato, da cittadini.

Per le inappellabili leggi al fine di sancire il diritto all’indipendenza economica occorre pazientare, sia nell’elaborarle che nel comprenderle, essendoci troppa manodopera da ufficializzare in sede di produzione, e soprattutto straordinariamente.

L’esagerata freddezza nelle relazioni professionali fa decadere sin dal principio l’auspicio del posto fisso e l’uso corrente del denaro collocato, che soffrono comunque l’incontrollata spartizione di qualsivoglia capitale, e quindi di un regime di tassazione che continua a non fiutare l’evasione fiscale architettata dai maggiori contribuenti, non inquadrando così la realtà decelerata da deboli progetti vincenti, lasciati perdere dal precariato composto da soggetti che ignorano specialmente una tragedia com’è quella di essere innumerevoli (più di 13milioni) e destrutturati culturalmente in un ristretto agglomerato urbano.

Sottoscrivi questo feed RSS

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 408

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/modules/mod_weather_gk4/helper.php on line 409

Roma