Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 112
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

    View GDPR Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

logorcb

updated 6:25 PM CEST, Jun 17, 2019

Open City: per due giorni il Forte Boccea apre le porte ai cittadini

Foto3614

Il 7 e 8 maggio il Forte Boccea apre le sue porte alla cittadinanza: le visite sono organizzate da Open City con la collaborazione di Progetto Forti e del Comitato Forte Boccea. Circa 250 persone, divise in gruppi da 30 possono visitare il compendio e il Forte. Il Forte Boccea fa parte dell’antico sistema di fortificazione, composto di 15 avamposti militari, eretto dopo l’Unità d’Italia a protezione della Capitale da eventuali tentativi di incursione nemica, che in realtà non ci sono mai stati.

Pochi anni dopo la loro costruzione, nei primi anni del ‘900, ci si è resi conto che tali enormi complessi, costati parecchi milioni dell’epoca, erano già obsoleti: la minaccia militare dell’epoca veniva dall’alto, con l’aviazione, e non più con cannoni a terra. E così già dopo la prima guerra mondiale queste costruzioni sono diventate inutili, così come lo erano diventare le Torri di avvistamento medievali con l’avvento della polvere da sparo, ma in maniera molto più repentina e prematura.

Dopo un primo periodo in cui fu utilizzato come magazzino, il Forte Boccea divenne carcere militare, fino alla definitiva chiusura una decina di anni fa, quando l’unico detenuto era Erik Priebke, di cui si è potuta visitare la cella, un bilocale di una trentina di metri quadri, con bagno, doccia e televisione.

Appena varcato il portone di ingresso si rimane colpiti dalla rigogliosità della vegetazione, che è cresciuta indisturbata per oltre un decennio, che andrebbe riordinata, ma anche dalla maestosità di decine di alberi di alto fusto che sono un patrimonio della Città e che vanno assolutamente preservati, qualunque sia il futuro utilizzo di questa area.

Rispetto al complesso la cui costruzione è terminata prima del 1890, numerosi sono i cambiamenti, alcuni meno evidenti, come l’apertura di una porta ulteriore al posto della finestra nel lato sinistro della porta principale, ad altri più evidenti, come la sparizione del fossato e del ponte levatoio, o del terrapieno nella parte retrostante, fino ad arrivare a superfetazioni più recenti, come le addizioni interne alle piazze d’armi, che risalgono agli anni ’60.

Il Centro Anziani di Casal Bruciato

1

Numerose le attività organizzate dal Centro Anziani di Casal Bruciato per i propri iscritti, nella sede di Via Luigi Cesana, 30).

Si organizzano tutte le feste da Calendario a partire dal capodanno, al carnevale, il Primo maggio, il Ferragosto e tutti i compleanni dei nostri tanti iscritti, inoltre tutti i sabati sera viene suonata anche musica dal vivo.

Etichettato sotto

AL VOTO! AL VOTO! “SEMPRE SE CI ARRIVI!”

12985598 1048018871934808 9114201838560537960 nREFERENDUM 17 APRILE 2016 TUTTI AL VOTO!

Qualcuno deve aver preso troppo sul serio l’invito di non andare a votare e ha deciso che dove non arrivava l’invito, doveva arrivare l’ostacolo fisico, la barriera architettonica come strumento di induzione al non-voto.
Scuola Angeli della Città - Via Monte Cardoneto Municipio III – Roma (culla della civiltà).
Il solito rompicogl… ehm… diversamente abile che vuole andare a votare… e no eh... E che mò volete pure votare? Vabbè va… facciamoli contenti, facciamoli votare.
“Prego signore entri pure”
“Fornisca il documento”
“Ecco la sua scheda e la sua matita”
“Prego, si accomodi alla cabina n. 2”.
Si certo… com’era? In Finlandia forse… in Svizzera forse…  ma da noi no!

Laura Pastore: la casa dell'acqua arriva a Parco Bergamini

inaugurazione casa dellacqua 2

Il 31 marzo alle 12,00 è stata installata la Casa dell’acqua nel parco Bergamini  in IV Municipio, dopo un lungo lavoro tra Acea, Comune di Roma e Municipio.

L’impegno di Laura Pastore ex assessore del Municipio, trova finalmente il suo esito positivo. “Sono molto felice che finalmente si inauguri la casa dell’acqua anche sulla Tiburtina” - ha dichiarato – “il percorso previsto dal Comune è iniziato dal centro storico in previsione del Giubileo e oggi è giunto fino alla periferia est di Roma per servire tutti quei cittadini che abitano e vivono intorno al Parco. L’obiettivo di ricreare vita intorno a spazi pubblici si sta man mano realizzando non solo grazie alle istituzioni ma anche per l’impegno di associazioni e cittadini che ogni giorno lavorano sul territorio. All’inaugurazione erano presenti le scuole del quartiere e tanti anziani.

Laura Pastore: al servizio delle donne

402348 2764278719699 1172330089 n

È trascorso un anno dall'apertura, in IV Municipio, del punto d'ascolto per le donne vittime di violenze. Grazie all'associazione l'”Altro volto delle donne” e alla sua Presidente Ilde Loreti è nato un protocollo d intesa che ha consentito al Municipio di offrire, gratuitamente, un percorso di informazione, accoglienza e sostegno a tutte coloro che decidessero di compiere un passo così importante come denuncia.

Lo sportello è in Via Scorticabove in una delle sedi municipali. Laura Pastore, ex  Assessore alle Pari opportunità del municipio e promotrice del protocollo d’intesa, ha voluto presenziare all’evento organizzato dall'associazione presso il Teatro della Visitazione, dove una serie di testimonianze delle donne e di autorevoli relatori hanno ripercorso la necessità della vicinanza delle istituzioni. Laura Pastore  ha dichiarato: “È straordinario il lavoro della Presidente Loreti e del suo staff, ogni giorno sono accanto a quelle donne vittime che da sole non riuscirebbero a liberarsi della "bestia", mi auguro che il progetto da me avviato possa andare avanti perché non avrebbe senso chiudere un punto di riferimento così importante soprattutto nella periferia di Roma. C’è sempre più bisogno sul territorio di persone disponibili a lavorare per la collettività e con l'impegno di questa associazione è davvero possibile conoscere l altro volto delle donne quello della forza, della volontà e della caparbietà per tornare a vivere”.

Cascapera (Lista Marchini): "Maggioranza vergognosa boccia delibera su debiti fuori bilancio"

IMG 6564"Come previsto il Pd del Municipio III ha bocciato la mozione per discutere i debiti fuori bilancio e le somme urgenze di questa amministrazione. Quello della maggioranza di centrosinistra è un atteggiamento vergognoso: prima fa fare dei lavori alle ditte e poi non vota in aula i provvedimenti che avrebbero sbloccato, di fatto, i pagamenti. Inoltre, con questa indecente decisione, la prossima amministrazione del Municipio III si ritroverà sul groppone 4 milioni di debito". Lo dichiara il capogruppo della Lista Marchini In Municipio III Fabrizio Cascapera.

CASCAPERA (MARCHINI): MAGGIORANZA ALLO SBANDO

DSC 2856Roma, 06 APR - "Nel Municipio III la maggioranza di centrosinistra è allo sbando. Oggi i consiglieri di maggioranza, disertando il Consiglio municipale, hanno di fatto sfiduciato il presidente Paolo Marchionne".

Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lista Marchini in Municipio III, Fabrizio Cascapera. "Lo scorso lunedì - aggiunge Cascapera - in conferenza dei capigruppo tutte le forze di opposizione hanno chiesto di portare le delibere sui debiti fuori bilancio e sulle somme urgenze, firmate dallo stesso Marchionne, in Consiglio municipale. Oggi alle 14 in Consiglio era presente solo il capogruppo Pd, mentre Sel era assente non garantendo i numeri per lo svolgimento del Consiglio. Domani siamo chiamati in seconda convocazione - continua la nota - ci auguriamo che i consiglieri di maggioranza ritornino sulla loro decisione e accettino di discutere queste delibere. Purtroppo la sensazione è che questo non avverrà e che quei debiti che ammontano a circa 4 milioni di euro andranno a pesare sui bilanci della prossima amministrazione. Altro fatto grave è che le ditte che hanno svolto questi lavori non riceveranno il giusto compenso fin quando queste delibere non saranno votate dal Consiglio, esponendole al rischio chiusura"

Pulizia dei "Giardini di Faonte"

PULIZIA PARCO FAONTE finaleC.P.S. Roma – Cittadini Politica Sociale prosegue con i propri interventi sul territorio per la riqualifica degli spazi verdi destinati alla cittadinanza… questa volta tocca ai Giardini di Faonte, in Via delle Vigne Nuove, e questa volta insieme con la Lista Marchini per Alfio Marchini Sindaco.

Sara’ presente il Cons. Fabrizio Cascapera del III Municipio.

Dopo l’intervento del 17 novembre 2015, nel quale ci siamo occupati dell’area piu’ estesa del parco, sabato 19 marzo 2016 ci riuniremo, con volontari e mezzi, per riportare l’area verde limitrofa alla sua migliore espressione come luogo di ritrovo per gli abitanti della zona, e per strapparla all’incuria che la accomuna, da mesi se non anni, a tante altre aree verdi del III Municipio.

Si ringraziano, per la disponibilita’ di mezzi e Volontari, Anagramma Onlus e Gruppo Idee.

Seguiteci… noi andiamo avanti… insieme a voi.

Per partecipare o portare il vostro sostegno, potete rivolgervi a:

C.P.S. ROMA       - (+39) 392.216.43.21

Un primo via libera ai lavori della Boccea da parte della Soprintendenza

PicsArt 1434969045254

In tanti si saranno chiesti come mai i lavori del raddoppio della Via Boccea hanno subito l’ennesimo stop subito dopo essere ricominciati prima di Natale, quando era stato completato il passaggio di consegne tra le due ditte appaltatrici dopo l’ultimo episodio della querelle giudiziaria che le ha viste protagoniste.

La risposta è in una lettera che la scorsa settimana la Soprintendenza per il Lazio e l’Etruria meridionale ha inviato al Comune di Roma, che ci viene mostrata dall’associazione Casalottilibera, nella quale si evidenziano due situazioni, tutte e due relative all’ultimo tratto della Boccea da allargare, quello prima del bivio con Selva Candida.

Il segretario regionale del sindacato dei trasporti FAISA-CONFAIL sull’ennesima aggressione a personale ATAC

40793883 013eab4bb51

“Adesso basta, l’azienda punta a far cassa con la lotta all’evasione tariffaria, riempiendosi la bocca di belle parole e di buoni propositi, ma non è in grado di tutelare i propri dipendenti”: è lo sfogo del sindacalista. Che prosegue: “Si dovrebbero vergognare. il fatto è accaduto sulla linea 409, il collega era sceso dalla vettura per stendere il verbale relativo ad un utente sprovvisto di titolo di viaggio, quando all'improvviso si è fermato un furgone ed il conducente, complice dell'evasore, ha raggiunto il verificatore alle spalle colpendolo ripetutamente al volto per poi darsi alla fuga, alcuni testimoni hanno preso la targa del fuggitivo e il collega è stato trasportato al Pronto Soccorso delle Figlie di San Camillo”.

Sottoscrivi questo feed RSS
Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore