logorcb

updated 6:57 AM CEST, Apr 23, 2019

Assalto ai linfonodi sentinella

0003336580KK-565x849Previsti nel capoluogo ionico controlli al seno senza versare un centesimo di euro, carichi di esclusiva intraprendenza.

La salute si può minimizzare per una sorta di rassegnazione epocale, la donna specialmente sta in una condizione di raccoglimento del disagio sempre più autonoma, che non permette il ripristino dei collegamenti tra necessità e virtù, e dunque a maggior ragione la prevenzione di una malattia va imparentata con la scoperta di cosa siamo per ottenere ciò che vogliamo (e non viceversa).

Le donne tarantine e non solo possono prenotare da subito la specifica e approfondita visita medica chiamando allo 099 4528021 il lunedì o il martedì nella fascia oraria che va dalle 17:00 alle 19:00, e presentarsi poi in un qualsiasi mercoledì di ottobre alla Casa di Cura D’Amore (Gruppo Villa Maria) sita in Viale Magna Grecia 62, diretta dall’avv. Alberto Dimitri, uno dei tanti stabilimenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, avvalorando così la campagna nazionale Nastro Rosa, indispensabile per informarci sulle metodologie per l’individuazione istantanea del cancro alla mammella, riconosciuto in gergo tecnico come linfonodo sentinella.

A brevissimo la Lilt locale promuoverà cotanto servizio approfittando di ogni occasione mediatica e tramite gli eventi di svago a cui è abituata la cittadinanza, infatti, è impossibile essere indifferenti al destino di 45mila italiane in media, che diventano preda annualmente di questo male considerabile come prima minaccia mortale per tutte le donne, a causa delle loro prolungate aspettative di vita, che distolgono dall’allerta per degli elementi di pericolo senza tempo che, oramai invisibili, si riproducono, come se coperti da una specie d’ingorgo di possibilità di rivalsa femminile sul passato, perlopiù di singolare slancio figurativo, certamente giustificate ma ancora non tutelate.

Dobbiamo costruirci bene per uscire integri dalle situazioni più difficili, è come se azionassimo un compressore che risucchia sensazioni dall’esterno però non riuscendo a controllare espansioni e vibrazioni, non sapendo misurare in un attimo i confronti con chissà quale nemico.

Il linfonodo sentinella può acuirsi improvvisamente non ancora raggiunta la mezz’età per il 30% delle fatalità, dato non ancora proporzionato ai risultati che scaturiscono comunemente dallo screening mammografico.

Il senso del dovere esemplare si sta differenziando, non richiamando più in vita la mentalità per scolpire qualcosa che ci possa veramente appartenere, semmai desideri sfrenati, giudicabili senza essere bacchettati, con una generosità richiudibile in apprendimenti alterabili scegliendo troppe volte la via dell’ironia.

Secondo il prof. Francesco Schittulli, senologo/chirurgo oncologo di fama internazionale nonché presidente della Lilt, “ L’aumento dell’incidenza del tumore al seno è stata pari a circa il 14% negli ultimi sei anni e, in particolare, per le donne tra i 25 e i 44 anni di età l’incremento è stato del 29% circa. Le nuove tecnologie diagnostiche di imaging, sempre più precise e sofisticate, insieme alla risonanza magnetica mammaria (RMM), consentono oggi di poter individuare lesioni millimetriche in fase iniziale, vale a dire quando il grado di malignità e l’indice di aggressività del tumore sono bassi e il processo di metastizzazione è pressoché nullo. Scoprendo un carcinoma, infatti, al di sotto del centimetro, la probabilità di guarire sale a oltre il 90%, permettendo peraltro di eseguire interventi chirurgici conservativi, che non provocano sensibili danni estetici alla donna, a beneficio quindi dell’integrità del seno, simbolo della sua femminilità ”.

Per quanto affermato, in Italia la Lilt si attiverà questo mese facendo leva su 397 consultori quasi tutti distribuiti in 106 dipartimenti di provincia.

Fuori da ottobre, v’è un tasso di vittimismo d’analizzare, che dipende pure da referti medici elaborati con una lentezza addirittura non voluta, d’ammettere puntando a migliorare la qualità dei servizi, con cui spalmare la quantità d’iniziative solidali, di begli slogan, sulla pelle dei distaccati… purtroppo le cure si possono allungare per un privilegio che si accorcia, riguardanti strumenti e strutture diagnostici, facendo prevalere la logica di spesa cara, episodica su ogni punto informativo, virtuale in maggioranza, con gli interventi emergenziali costretti a seguire gli accorgimenti di ricerca progressiva nella crisi globale ch’è regressiva.

Ci sono dei segnatempo, ma il segreto della puntualità per sentirsi bene è inarrivabile (almeno a Taranto), così ci si muove con dei pesi sospesi in sé, mentre il tutto si ripete, risuona, per recitare un ruolo a grandezza innaturale, da protagonista, nella prospettiva di un prodotto strausato… nell’ambiente inquinato. Fonte 

 

Ultima modifica ilDomenica, 17 Agosto 2014 15:07

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore