logorcb

updated 1:43 PM CEST, May 25, 2019

La Terra si sta riscaldando

AF7D6FF4 C37B 11 620x340

La tendenza all'innalzamento della temperatura è netta, in quanto in base ai dati sulla precessione e sulla modifica dell'angolo di inclinazione dell'asse terrestre dovremmo andare verso una glaciazione, come si è verificato alla perfezione nelle ere precedenti alla nostra, come accertato compiutamente mediante i carotaggi delle aree ghiacciate del Pianeta, che ci hanno permesso di risalire alla composizione dell'aria e alla temperatura media della Terra fino a centinaia di migliaia di anni fa.

Invece non solo non si registra questo andamento, ma la temperatura media globale si è innalzata di mezzo grado nell'ultimo secolo e mezzo. Se uno dice mezzo grado in 150 anni pare poco, ma se si pensa all'intera vita della Terra di circa 4.500.000.000 di anni e si fa una proporzione l'aumento è vertiginoso. E con l'attuale situazione la previsione è di un aumento di 6-8 gradi alla fine del secolo, è evidente che un incremento della temperatura di questa portata innescherebbe reazioni e fenomeni che metterebbero in seria compromissione la vita sulla Terra.

E' anche da considerare che, dato che la superficie della Terra è coperta per 2/3 di acqua, che ha una elevata capacità termica, i tempi di reazione all'aumento della quantità di calore sono ritardati, e quindi il peggio deve ancora venire, ed è previsto per i prossimi decenni. Anche se smettessimo di scaricare nell'atmosfera anidride carbonica, metano e gli altri gas responsabili dell'effetto serra, rimarrebbe ancora da scontare l'effetto di quelli emessi nei decenni passati.

La tendenza non è propria soltanto degli ultimi secoli, anche se in questo periodo ha avuto un'impennata, ma comincia circa 8.000 anni fa, quando l'uomo ha cominciato a modificare il territorio e, conseguentemente, il clima, con l'agricoltura e l'allevamento. Contrariamente a quanto si possa pensare, anche l'agricoltura, in particolare la coltivazione del riso e l'allevamento, con le emissioni metanifere dei bovini, hanno capacità di alterare il clima.

Questa tendenza è andata avanti lentamente per circa 8 millenni, per poi impennarsi negli ultimi 150-200 anni, dopo la Rivoluzione Industriale. All'innalzamento della temperatura hanno contribuito anche i rilevanti disboscamenti attuati negli ultimi decenni, facendo venire meno una rilevante massa di alberi che assorbivano una ingente quantità di anidride carbonica e, oltretutto, immettendo nell'ambiente il carbonio in essi contenuto.

Queste tendenze hanno modificato equilibri consolidati in milioni di anni, sia al livello delle temperature degli oceani, alterando i normali flussi delle correnti, e provocando periodici uragani e fenomeni climatici estremi, sia facendo venire meno una rilevante quantità di vapore al di sopra delle aree un tempo ricoperte dalle foreste, e alterando pertanto anche pesantemente il ciclo dell'acqua. Beninteso, l'effetto serra è un fenomeno necessario per il mantenimento della vita sulla Terra, senza l'effetto serra avremmo una temperatura media di meno qualche decina di gradi come su Marte, ma con un effetto serra eccessivo potremmo avere i 4-500 gradi che ci sono su Venere, temperatura molto più alta di quella del forno di casa.

In nessuno dei due casi potremmo avere acqua allo stato liquido, ammesso che sia stata possibile la formazione di ossigeno nell'atmosfera. La quantità e la composizione dei gas serra, quindi, deve essere accuratamente dosata, come solo la Natura sa fare, come ha saputo fare in un percorso iniziato miliardi di anni fa e che noi, in poche centinaia di anni, o poche migliaia, fa poca differenza, stiamo mettendo seriamente a rischio. Più gas serra causano la difficoltà della radiazione solare di essere riflessa nello spazio dall'atmosfera, questo a sua volta causa l'innalzamento della temperatura dell'acqua e l'aumento della copertura nuvolosa che aumenta ancora di più l'effetto serra.

Questo circolo vizioso è incrementato dallo scioglimento dei ghiacciai e dalla conseguente diminuzione dell'albedo terrestre, cioè la capacità di riflettere le radiazioni solari. Come si può capire, una volta presa questa china è difficile tornare sui propri passi, si mette in moto una macchina possente e terribile impossibile da governare e da riportare sulla retta via. Si deve prendere atto immediatamente di questi fenomeni e cercare di salvare il salvabile, sia ai livelli governativi, sia ognuno di noi con i propri comportamenti.

Ultima modifica ilMartedì, 23 Ottobre 2018 19:14

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore