logorcb

updated 11:06 PM CET, Dec 6, 2019

Eugenia Serafini espone a Soriano nel Cimino

Serafini VerbumL'artista di fama internazionale espone nella Mostra Nazionale "CRISTO" a cura di Paolo Berti  presso  Palazzo Chigi Albani. Inaugurazione sabato 30 novembre 2019 ore 16.00

Artista, di fama internazionale, poetessa di successo con numerose mostre in Italia e all’estero e prestigiosi  riconoscimenti e premi ricevuti durante la sua luminosa carriera  EUGENIA SERAFINI, oltre ad essere una pittrice molto richiesta è installazionista e performer, nonché poetessa, giornalista e direttore responsabile della rivista semestrale dell’ l’ARTECOM-ONLUS Accademia in Europa per gli Studi Superiori il “FOLIVM” miscellanea di scienze umane, dedicato alternativamente alle Antiquitates (dalle origini al 1492) ed ai Periodi moderno e contemporaneo (dal 1493 ad oggi), Tra i numerosi premi e riconoscimenti ricevuti da sottolineare quello de “Le Rosse Pergamene, Poesia d'amore 2018, Sezione speciale Poesia e pittura “Dall’emozione all’immagine” con una raccolta di poesie d’amore dedicate a Roma tema richiesto dal concorso che accanto a Roma quale altra opzione aveva indicato la regione Calabria. Ideatrice e fondatrice di questo Prestigioso Premio “Rosse Pergamene del Nuovo Umanesimo” è la nota scrittrice e poeta ANNA MANNA organizzatrice di eventi culturali e donna di grande spessore umano e professionale che da più di quindici anni anche grazie a questa manifestazione ha voluto valorizzare la cultura nel creare scambio e interazione attraverso la conoscenza che rende liberi.E Serafini rosa

Attraverso la sua arte con sensibilità poetica e originalità Eugenia Serafini racconta dell’uomo e dei suoi percorsi fatti di sogni e speranze, anche attraverso scorci della natura, come quando descrive gli alberi. Alberi visti quali universi pulsanti di vita dove rivivere la magia dell’innocenza e trovare l’occasione per tornare ad essere fanciulli anche per un solo attimo. Accanto a temi legati alla natura e agli alberi visti come microcosmi abitati dal mistero della vita per guardare più da vicino all’universo interiore dell’uomo tra passato e presente nella sua ricerca di un senso profondo a questa esistenza, EUGENIA SERAFINI volge il suo sguardo verso i pianeti e il cosmo per restituire attraverso la sua arte atmosfere da sogno dominate da geometriche astrazioni di forme e colori in divenire. Non solo, ma il suo interesse guarda al sociale e all’ecologia come dimostrano le sue partecipazioni al “Festival delle Arti Nuvola creativa” svoltosi lo scorso settembre al MACRO di Roma e ad “APOLIDI IDENTITÀ (NON) DISPERSE” collettiva in corso a Palazzo Merulana a Roma sul tema della migrazione. Se al Macro Eugenia Serafini ha testimoniato la necessità di rispettare l’ambiente tutelando il nostro Pianeta sempre più a rischio per lo sfruttamento da parte dell’uomo di ogni sua risorsa, con "Fossili di Petrolio nel Giardino InCANTATO” e Domino- Dominio dove ha dato vita ad una performance con il gruppo di Poeti  e presentato un’ installazione; a Palazzo Merulana ha presentato due opere evocative con cui ha sviluppato il tema delle migrazioni: “Donne” e “Solo lui: il mare”. In “Donne” parla di interscambiabilità etnica facendo riferimento al mondo della moda per sottolineare come in questo ambito “il colore della pelle” qualsiasi esso sia è paritario, evidenziato attraverso interventi di pigmentazione sui volti delle due figure femminili; mentre in “Solo lui: il mare” sottolinea il dramma delle migrazioni che vedono lo stesso mare luogo di morte e di salvezza, luogo in cui i trafficanti abbandonano il carico di “merci umane” e dal quale affiorano volti di donne circondati dalle onde. Due opere dai colori vivaci e dalle linee movimentate a richiamare il ritmo della vita che per molte persone significa lotta e conquista per i propri diritti.

A Soriano nel Cimino negli spazi dalle Scuderie di Palazzo Chigi Albani, Salone dei Pilastri, Eugenia Serafini prenderà parte ad una suggestiva mostra collettiva nazionale “CRISTO" a cura di Paolo Berti, che inaugura il 30 novembre 2019 che ben si inserisce nelle atmosfere del clima prenatalizio della bella cittadina grazie all’impegno dell’Associazione culturale Premio centro, che nel corso di questi ultimi anni ha organizzato mostre ed eventi coinvolgendo artisti, nonché nomi illustri dell’arte italiana come Giorgio Di Genova e galleristi. Iniziative condivise e apprezzate dal Sindaco di Soriano Fabio Menicacci che si è avvalso della collaborazione dell’Assessore Rachele Chiani e della cooperativa Il camaleonte. Nel salone dei Pilastri sono esposte 42 opere sull’iconografia cristologica e sacra realizzate da altrettanti artisti provenienti da diverse regione d’Italia con importanti curriculm ed esperienze espositive interessanti, con cui vengono restituite le diverse interpretazioni della figura di Gesù Cristo all’interno della nostra cultura secondo le diverse ideologie e opinioni.

In questo tempo dove si da’ sempre più spazio all’apparire, al potere e al raggiungimento del successo, rappresentare la figura di Cristo ed il sacro suona come sfida controcorrente per restituire raffigurazioni di grande suggestione. Gli artisti in mostra sono: Augusto Ambrosone, Enzo Angiuoni, Paolo Berti, Leonardo Caboni, Gabriel Angelo Cacace, Leonardo Calvo, Fabiana Centofanti, Natino Chirico, Luana Cianti, Stefano Cianti, Alessandro Cignetti, Lamberto Correggiari, Michele Maria Criscuolo Marco Crispano, Paolo Crucili, Alenka Deklic, Marcello Diotallevi, Mimmo Emanuele, Michele Famiani, Davide Ferro, Luigi Fondi, Marco Giacobbe, Cosmin Marian Guta, Iskra – Anna Donati, Kami, (Marco Camilli), Angelo Liberati, Marco Manzo, Simone Martina, Guglielmo Mattei, Paolo Carlo Monizzi, EvandroMuti, Matteo Pelliccione, Enrico Quattrocchi, Alvaro Ricci, Gian Paolo Roffi, Riccardo Sanna, Antonella Saracino, Eugenia Serafini, Renato Tagliabue, Stefano Todini, Massimo Volponi e Antonio Zenadocchio.EUGENIA SERAFINI

Eugenia Serafini presenta per questa esposizione l’opera "ET VERBUM CARO..." (acrilici su tela) con cui restituisce una rappresentazione dell’Annunciazione dai tratti delicati a sottolineare lo sguardo stupito e attonito di Maria  e  scandire la misteriosa grandezza della rivelazione. La mostra che sarà aperta fino all’8 dicembre 2019 resta visitabile di mattina per l’intera settimana, mentre anche di pomeriggio nei giorni prefestivi e festivi, Il Catalogo con testi di Luca Di Giacomo e del curatore  e artista Paolo Berti può essere acquisto in sede e sono previste guide per il percorso espositivo. Queste le parole di Eugenia Serafini “La personalità di Cristo inizia il suo cammino di rigenerazione degli uomini, dall'attimo del suo divino concepimento, con l'accettazione smarrita da parte della giovane Maria,  forse non del tutto consapevole del sacrificio del figlio, che si rivelerà doloroso fino all'estremo per la salvezza dell'umanità. Riflessioni, sentimenti, considerazioni sul richiamo ad una etica esistenziale, portano a riconsiderare non solo l'instabilità e la fragilità della società odierna, ma anche la sua progressiva strutturazione a delinquere per un arricchimento facile e immediato.". Caratterizzati da segni decisi e avvolgenti, colori che creano nuove suggestioni emotive, le opere di Eugenia Serafini proiettano in un viaggio onirico  non solo nella magia dei alberi, fiori, voli di farfalle, ma tra pianeti e costellazioni oltre la terra e oltre l’atmosfera dove respirare l’energia e la libertà di appartenere all’universo come parte di un tutto inscindibile. Universo oppure cosmo che vibra dei tre regni: animale, vegetale e minerale disegnati e proiettati idealmente entro questi ritmi di linee che formano giochi concentrici di figure in movimento: quadrati, rettangoli, rombi che aprono ad una visione metafisica dove l’orizzonte si espande a catturare la bellezza e la poesia di quanto appartiene alla vita di ogni giorno,

Eugenia Serafini è stata invitata a stages, simposi e Installazioni performative in Italia, Europa e in America. Le sue opere si trovano in collezioni, musei e archivi di diversi paesi quali: Francia, Germania, Egitto, Lituania, Norvegia, Romania, Ucraina, Uruguay, Argentina. Tra i diversi premi e riconoscimenti accanto al “Premio Artista dell’anno” al Premium International Florence Seven Stars Firenze 2016 e alla “Targa alla Carriera” dal Comune di Tolfa nel 2014, citiamo il “Leone d’Argento” per la Creatività 2013 alla Biennale di Venezia ed il Premio Arti-Premio Cultura del Circolo della Stampa di Milano 2015, PREMIATA per la   POESIA; senza dimenticare il Premio alla Carriera “Premium International Florence Seven Stars” Grand Prix Absolute 2017 consegnatole dal Prof Carlo Franza.

 

Eugenia Serafini

espone alla Mostra Nazionale "CRISTO"

a cura di Paolo Berti

Salone dei Pilastri, Scuderie di Palazzo Chigi Albani

 Soriano nel Cimino

Inaugurazione 30 novembre ore 16.00

dal 30 novembre all’8 dicembre 2019

Ingresso libero

 

 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 29 Novembre 2019 17:21

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore