logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Gallerie Nazionali Barberini Corsini: il 5 settembre visite gratuite

aka sudRoma, Gallerie Nazionali di Arte Antica Palazzo Barberini e Galleria Corsini ingresso gratuito il 5 settembre 2019      

Da non perdere la visita gratuita negli spazi dell’ala sud di Palazzo Barberini a Roma che ha riaperto dopo i restauri lo scorso aprile con il nuovo allestimento dei capolavori del Settecento. Il nuovo spazio è stato inaugurato lo scorso 11 aprile 2019, con una suggestiva visita guidata a cura di Flaminia Gennari Santori, direttrice delle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Palazzo Barberini, Maurizia Cicconi e Michele Di Monte.

Le 10 sale nell’Ala sud del piano nobile di Palazzo Barberini, sono state riallestite e definitivamente reintegrate nel percorso di visita con 78 opere per lo più dedicate alla collezione settecentesca delle Gallerie, con i ritratti, le vedute, i pittori del Grand Tour e i dipinti della donazione Lemme.

Le opere sono esposte secondo un nuovo progetto allestitivo, un nuovo impianto di illuminazione, una nuova grafica, nuovi apparati, pannelli e didascalie. Questo al fine di rendere più visibile e leggibile il percorso di visita del museo.

Sono così visibili opere che vanno dal Seicento napoletano alla collezione settecentesca, con i ritratti, le vedute, i pittori del Grand Tour e i dipinti della donazione Lemme.

Si possono scoprire o riscoprire capolavori che non si vedevano da tempo, opere recentemente restaurate e dipinti esposti raramente come la “Giuditta e Oloferne” di Francesco Furini, le monumentali tele degli “Apostoli” realizzate da Carlo Maratti per il cardinal Antonio Barberini, le vedute di Van Wittel restituite alla loro originaria luminosità.

Inoltre alcune sale, in particolare quella della Pittura napoletana e quella dedicata a Pompeo Batoni, saranno oggetto di un avvicendamento semestrale di alcune opere (Bernardo Cavallino, Salvator Rosa, Francesco Solimena, Massimo Stanzione, Pompeo Batoni, Pierre Subleyras) al fine di esporre più opere senza alterare l’impianto dell’allestimento.

Di grande interesse la raccolta di dipinti donata da Fabrizio e Fiammetta Lemme nel 1998: una serie notevole e coerente di 28 modelli di presentazione (i bozzetti finali che i pittori presentavano ai committenti per l’approvazione, prima dell’esecuzione materiale dell’opera vera e propria) di opere realizzate per alcune tra le più importanti imprese decorative della Roma del XVIII secolo, con opere, fra gli altri, di Giuseppe Chiari, Sebastiano Conca, Domenico Corvi e Pier Leone Ghezzi.

Finalmente i visitatori potranno apprezzarne le opere e gli spazi in tutta la loro ampiezza, da un capo all’altro, dallo scalone di Bernini a quello di Borromini.

Dal 1° luglio 2019 Palazzo Barberini prosegue poi il rinnovamento degli spazi espositivi riallestendo le sale dedicate a Caravaggio, ai caravaggeschi e al Seicento. I lavori comportano la chiusura fino a novembre 2019 delle sale espositive dalla n. 17 alla n. 24, ma le opere più rappresentative qui conservate saranno fruibili in altre sale del museo.

“La Giuditta e Oloferne” di Caravaggio dialoga ora con quella dipinta da Francesco Furini nella sala 34 della nuova Ala sud; “l’Enrico VIII” di Hans Holbein il giovane si trasferisce in una sala dedicata al genere del ritratto, la numero 10; nella sala 14 trovano posto i capolavori di Lorenzo Lotto, El Greco e Tintoretto mentre la pittura di scuola caravaggesca si potrà ammirare nella sala 15.

Presso la Galleria Corsini è in corso fino al 6 settembre la mostra “ROBERT MAPPLETHORPE. L’OBIETTIVO SENSIBILE” che prosegue quel nesso tra antico e contemporaneo iniziato con l’esposizione di “Parade” di Picasso nel 2017 e la mostra “Eco e Narciso” nel 2018. Organizzata in collaborazione con la Robert Mapplethorpe Foundation di New York, la mostra attraverso quarantacinque opere di Robert Mapplethorpe (New York 1946—Boston 1989) di cui quest’anno cade il trentesimo anniversario della morte, si sofferma su alcuni temi che contraddistinguono l’opera di questo noto personaggio rivoluzionario e controverso del secondo Novecento per aver restituito immagini provocatorie legate al nudo e all’omosessualità. Così accanto allo studio delle nature morte, è quello dei paesaggi, della statuaria classica e della composizione rinascimentale.

PALAZZO BARBERINI E GALLERIA CORSINI

Visita gratuita il 5 settembre 2019

Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini 

Via delle Quattro Fontane 13, Roma

orari:- Palazzo Barberini:  8.30 -19.00, ultimo ingresso alle 18.00.

 Galleria Corsini: 8.30 -19.00, ultimo ingresso alle 18.30.

ingresso gratuito

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore