logorcb

updated 7:41 PM CET, Nov 13, 2019

Giubileo, musica e cuore con giovani talenti

locandina concerto Musica e CuoreIn occasione della Festa dell’Immacolata Concezione, martedì 8 dicembre, l’antica Basilica di San Lorenzo in Damaso - Palazzo della Cancelleria, Roma - celebra l’apertura del Giubileo con un concerto di musica sacra dal suggestivo titolo “Musica e Cuore” dalle 19.30 alle 21.00, ingresso libero.

Protagonisti della serata saranno giovani musicisti, neodiplomati al conservatorio, che hanno già avuto modo di dimostrare la loro professionalità sia in Italia che all'estero. La voce solista è del promettente tenore libanese, di appena 23 anni, Joseph Dahdah. Tutti hanno accolto con entusiasmo la proposta di eseguire un programma non "di cassetta" ma "di cuore".

“La concomitanza dell'Immacolata Concezione con l'apertura del Giubileo Straordinario della Misericordia ha suggerito all'Associazione Musica oltre il Silenzio di dare vita a un’occasione - spiega la presidente Giulia Pasquazi Berliri - che aiuti a diffondere la conoscenza della musica sacra all’insegna della fratellanza tra i popoli. Perché niente più della musica, specie se sacra, riesce a dare pace e a diffondere amore. E' un modo diverso di preghiera ma altrettanto coinvolgente e rasserenante".

I capolavori della musica sacra restano spesso appannaggio degli addetti ai lavori, ma ci sono dei brani, fatti di musiche avvolgenti e parole cariche di pathos, che meritano di essere diffusi al grande pubblico. Tra questi, la Preghiera di Francesco Paolo Tosti, compositore conosciuto per celebri romanze da salotto ('A vucchella, A Marechiare, Malìa) ma che è anche l’autore di una struggente implorazione dove le note si fondono al testo in un crescendo mistico che penetra nell'animo di chi ascolta.

Scenario del concerto è la quattrocentesca basilica di San Lorenzo in Damaso che, incastonata nel Palazzo della Cancelleria, custodisce opere del Vignola, Zuccari, Maderno e Bernini. All’interno sono presenti diverse cappelle, tra le quali spiccano quella della Santissima Concezione dove è custodita la duecentesca tavola della Vergine di Grottapinta, qui trasferita nel 1465. Per questa occasione gli organizzatori hanno voluto anche un'illuminazione particolare che sveli così quelle meraviglie architettoniche e pittoriche che altrimenti non potrebbero essere percepite nella loro interezza.

Durante la serata verranno raccolte delle libere offerte in favore della Comunità di accoglienza Opera Don Giustino, un vero porto sicuro per coloro che vivono ai margini e nella sofferenza, fondato dal giovane sacerdote Don Antonio Coluccia che tutti chiamano ormai bonariamente il Don Matteo della Giustiniana.

Ultima modifica ilMercoledì, 09 Dicembre 2015 11:01
Manuela Rella

Direttore Responsabile

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore