logorcb

updated 2:10 PM CEST, Jul 16, 2019

Senza traccia: Salvatore Colletta compirà 37 anni

Salvatore CollettaSalvatore Colletta non aveva neanche 16 anni quando è scomparso da Casteldaccia, Palermo, il 31 marzo 1992.

 

Giovedì 5 dicembre 2013 Salvatore compirà 37 anni. In occasione del suo compleanno, i parenti degli scomparsi siciliani invitano giornalisti e gente comune a prendere parte alla conferenza stampa che si terrà a Casteldaccia giovedì 5 dicembre alle ore 11, di fronte la sede del Comune. Durante la conferenza verrà presentato il “Progetto Verità”.

I familiari degli scomparsi siciliani si fanno inoltre portavoce dell’appello di Mariagrazia Colletta, sorella di Salvatore e invitano la stampa a darne diffusione.

Il prossimo 5 dicembre mio fratello Salvatore Colletta compirà 37 anni.

Ha trascorso 21 compleanni senza la sua famiglia, non ha potuto festeggiare questi meravigliosi anni assieme ai suoi cari come ogni ragazzo, non ha potuto scartare i regali e giocare come era solito fare con i suoi quattro fratelli minori, non ha più potuto tenere in braccio sua sorella che all'epoca aveva solo pochi mesi, né ha potuto conoscere me, che sono nata dopo due anni dalla sua scomparsa, avvenuta il 31 marzo 1992.

Salvatore non sa nemmeno che a casa lo aspettano anche tre nipotini.

Vorrei che loro non vivessero la mia stessa triste esperienza: crescere senza l'affetto di Salvatore.

Per questo, a distanza di 21 anni, io e la mia famiglia non gettiamo la spugna, anzi, andiamo avanti con forza e grinta per poter finalmente festeggiare il suo ritorno e tutti i compleanni che verranno, recuperando così il tempo perduto. 
Noi non smetteremo mai di sperare e di lottare, finché non verremo a conoscenza anche del più piccolo indizio che faccia luce sulla tragedia che ha colpito la nostra famiglia.

Non escludiamo la possibilità che Salvatore possa non essere più in vita: affrontiamo ogni giorno e ogni notte con la consapevolezza di poterlo trovare anche morto... ma almeno lo avremmo ritrovato, per avere eventualmente e finalmente un luogo dove andare a portare un fiore e smettere di vivere nel tormento e nell'angoscia che ci attanagliano da ventuno lunghissimi anni. 
Io non ho conosciuto mio fratello e spero con tutto il cuore di non piangere né la sua assenza né la sua morte, ma di sorridere al suo ritorno a casa. 
Spero sempre che un giorno si faccia sentire.

È una persona molto sensibile e riservata: a volte penso che sia vivo, ma gli manchi il coraggio di mettersi in contatto con noi, perché cosciente dell'atroce dolore che ci assale da anni.
Spero che tu, Salvatore, stia leggendo queste mie parole: sappi che a noi regalerebbe una felicità enorme sapere dove sei e che stai bene. Accetteremmo la tua nuova vita senza problemi.

Aspettiamo tue notizie ogni giorno. 
Concludo il mio appello facendoti i miei più grandi e sinceri auguri con la speranza che giungano a te, ovunque tu sia.

Ti voglio bene, piccolo grande fratellone mio.

Sei la luce di ogni mio giorno.

Un abbraccio enorme dalla tua famiglia, che ti aspetta a braccia aperte, sperando che il regalo di compleanno lo faccia tu a noi: il tuo ritorno.” (Mariagrazia Colletta)

Le famiglie degli scomparsi siciliani - http://famigliescomparsisiciliani.blogspot.it/

Ultima modifica ilGiovedì, 06 Agosto 2015 15:50

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore