logorcb

updated 6:25 PM CEST, Jun 17, 2019
Sport e Motori

Sport e Motori (81)

Motomondiale, Marquez vince il Gran Premio di Catalogna

 Il campione del mondo in carica trionfa in solitaria sul circuito di casa, precedendo sul traguardo Quartararo e Petrucci, rispettivamente secondo e terzo. Marquez deve anche ringraziare Lorenzo, artefice della caduta di Dovizioso, Rossi e Vinales in una sola botta ad inizio gara. Arrivano al traguardo in 13. In Moto 3 vince Ramirez, in Moto 2 il fratello di Marc, Alex Marquez.
Un mix tra una partita a bowling e una gara ad eliminazione.
Fatto sta che a concludere il Gran Premio di Catalogna 2019, vinto da Marc Marquez, sono solo in 13.
Al via parte a razzo Andrea Dovizioso, che gira in prima posizione al termine del rettilineo dei box. Buono lo spunto anche di Maverick Vinales, costretto a partire dalla sesta casella, invece che dalla terza, per una penalità inflittagli al termine delle qualifiche, e di Jorge Lorenzo, particolarmente ispirato su questo circuito. 

Formula 1, Vettel domina ma Hamilton vince il Gran Premio del Canada

 I commissari penalizzano di 5 secondi sul tempo totale di gara il tedesco della Ferrari, reo di essere rientrato in pista in modo pericoloso dopo la prima chicane, non lasciando spazio ad Hamilton. Le immagini dimostrano la perdita di grip al posteriore della Rossa di Maranello, ma non basta a scagionare il pilota teutonico, retrocesso in seconda posizione. Terzo Leclerc. A Bottas il punto addizionale per il giro veloce. Polemiche e fischi nel post gara.
Mancanza di buon senso e uccisione dello spettacolo.
Saranno due concetti duri, ma descrivono a meraviglia il risultato di un Gran Premio del Canada quanto mai ricco di polemiche.
La FIA dovrà spiegare il perché di una simile decisione, che ha stroncato sul più bello una corsa appassionante e sul filo dei millesimi tra i due rivali di sempre: Lewis Hamilton e Sebastian Vettel.

Biciclando 2019: tredicesima edizione a Casal Monastero

BiciclandoAnche quest’anno si è tenuta l’edizione di Biciclando 2019 che ha visto la presenza di adulti, ragazzi e bambini di varie età che hanno trascorso, con i mezzi a due ruote, una giornata all’insegna dello sport e il divertimento.

Motomondiale, Petrucci re del Gran Premio d’Italia

 Il ducatista vince la sua prima gara di MotoGP proprio sul circuito di casa al Mugello. Secondo Marquez, terzo Dovizioso. Rossi cade e termina in anticipo un weekend da incubo. Out anche Bagnaia e Morbidelli, mentre Pirro chiude settimo. Bene Rins, quarto, e Nakagami, quinto. In Moto 3 vince Arbolino al fotofinish davanti a Dalla Porta. In Moto 2 trionfa Marquez, secondo Marini. 

C’è sempre una prima volta.
Questa però è indimenticabile per tanti versi. Danilo Petrucci vince con merito una gara tirata dal primo all’ultimo giro. Per il centauro di Terni si tratta della prima vittoria nella classe MotoGP, arrivata proprio nel GP di casa, in Italia.

Formula 1, Hamilton soffre ma vince il Gran Premio di Monaco

 Il campione del mondo in carica riesce a gestire un indomito Verstappen, nonostante gli pneumatici fortemente usurati. L’olandese chiude alle spalle del britannico ma finisce giù dal podio per una penalità di 5 secondi inflittagli a causa di un contatto in corsia box con Bottas. Secondo, dunque, arriva Vettel che precede il finlandese della Mercedes, terzo. Si ritira Leclerc sull’altra Ferrari. Gasly si prende il punto addizionale per il giro veloce. Giornata nera per le Alfa Romeo.
Nel segno di Niki Lauda.

Forse è stato proprio il pilota austriaco, scomparso pochi giorni fa, a metterci una mano sulla vittoria di Lewis Hamilton sul circuito di Montecarlo.

Lutto in Formula 1, se n’è andato Niki Lauda

 Il tre volte campione del mondo, due volte con la Ferrari e una con la McLaren, e attualmente presidente esecutivo della scuderia Mercedes AMG F1, si è spento all’età di 70 anni. Otto mesi fa aveva subito un trapianto di polmone. Commozione e tristezza in tutto il mondo dei motori.
Un uomo che ha lasciato il segno e che di segni, nella vita, ne ha subiti.
Niki Lauda, leggenda della Formula 1, si è spento nella giornata di ieri in una clinica privata svizzera all’età di 70 anni, come annunciato dalla famiglia in un comunicato: “Con profonda tristezza annunciamo che il nostro amato Niki è morto pacificamente con la sua famiglia accanto lunedì”. Il campione austriaco aveva anche subito un trapianto di polmone otto mesi fa e le sue condizioni sono peggiorate negli ultimi giorni, fino ad arrivare al triste epilogo di lunedì.

Motomondiale, Marquez vince anche il GP di Francia

 Inizio con qualche brivido per il campione del mondo che, appena può, allunga sul gruppo e trionfa sul circuito di Le Mans. Bene le Ducati, con Dovizioso secondo, Petrucci terzo e Miller quarto. Rossi chiude quinto. Buona la gara di Quartararo, ottavo, male Lorenzo, undicesimo. Cade Vinales. In moto 2 vince Marquez, rimpianti per Baldassarri e Corsi. In Moto 3 la spunta McPhee su Dalla Porta.

Non c’è circuito che tenga.
Marc Marquez sembra di un’altra categoria rispetto al resto del gruppo e vince in solitaria anche il Gran Premio di Francia.
La lotta per il primo posto dura solo poche tornate, in cui l’asturiano se l’è dovuta vedere con un Jack Miller indiavolato.

Motomondiale, Rins vince il Gran Premio degli Stati Uniti

 Lo spagnolo della Suzuki conquista la sua prima vittoria in carriera nella classe regina, al termine di un duello intenso con Valentino Rossi. Terzo Miller. Dovizioso chiude quarto e conquista la vetta della classifica mondiale. Out le Honda di Marquez, caduto, e Lorenzo, guasto. In moto 2 trionfa Luthi. In moto 3 vince prima vittoria per il team di Max Biaggi con Canet.

Un sogno rincorso a lungo è diventato realtà.
Alex Rins, su Suzuki, vince il suo primo gran premio nella classe MotoGP in carriera.
Il centauro spagnolo ha preceduto di soli 4 decimi un eterno Valentino Rossi sul traguardo, al termine di un duello con pochi colpi ma molto intenso, vissuto metro dopo metro fino alla bandiera a scacchi.

Formula 1, Hamilton trionfa nel Gran Premio di Cina

 Il campione del mondo in carica domina la gara dal primo giro, dopo aver sopravanzato Bottas in partenza. Primo podio stagionale per Vettel, solo quinto Leclerc con l’altra Ferrari. Quarto Verstappen. Gasly si prende il punto per il giro più veloce e chiude sesto.

1000 gran premi, non altrettante emozioni.
Lewis Hamilton vince la millesima gara della storia della Formula 1, al termine di una corsa piuttosto monotona, dominata letteralmente dalle Mercedes sin dalla partenza.

Formula E, il ritorno dei bolidi elettrici a Roma

 La seconda edizione dell’E-Prix nella Capitale si svolgerà sabato 13 aprile nel circuito dell’EUR, con partenza alle ore 16:00. Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione in Campidoglio, presieduta dal Sindaco di Roma, Virginia Raggi, e dal presidente della Formula E, Alejandro Agag. Presenti anche i main sponsor Geox e Huawei e l’assessore allo sport Frongia.

Ciak, si gira!
I bolidi ad emissioni zero tornano a sfrecciare per le vie di Roma. Sabato 13 aprile, infatti, si svolgerà nella capitale la seconda edizione dell’E-Prix, una delle 13 tappe del campionato di Formula E 2019.
Questa mattina, alle ore 10:00, presso la Sala Esedra di Marco Aurelio dei Musei Capitolini in Campidoglio, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della gara, presieduta dal Sindaco di Roma, Virginia Raggi, e dal Presidente e Fondatore della Formula E, Alejandro Agag.

Sottoscrivi questo feed RSS
Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore