Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.romacapitalemagazine.it/home/libraries/src/Cache/Storage/FileStorage.php on line 315
Sport e Motori

cropped roma talk radio 1

Sport e Motori

Sport e Motori (42)

Il Giro d’Italia 2018, alla sua 101° edizione, si chiuderà a Roma il 27 maggio 2018. La premiazione sarà seguita in 194 Paesi nel mondo


giro“ La tappa conclusiva del Giro d’Italia 2018 è un prestigioso traguardo per la città di Roma che si conferma al centro dei grandi eventi sportivi internazionali e porterà nella Capitale un indotto importante.” ha dichiarato l’Assessore allo Sport, Politiche Giovanili e Grandi Eventi Daniele Frongia.

Alcuni numeri da evidenziare:

- 194 i Paesi nel mondo in cui è distribuito il brand Giro d’Italia

- 22 network mondiali trasmetteranno l’evento

- 2035 i Media coinvolti

- 1.3 milioni è la media di telespettatori nel mercato paneuropeo durante le trasmissioni in diretta dell’edizione 2017 con un picco di 4.8 milioni durante la tappa finale

- 10.7 milioni di Live Audience

- 777 milioni è il totale di Global Audience

La richiesta pervenuta all'Amministrazione Capitolina per l'evento è di 100.000 euro; Roma Capitale garantirà inoltre i servizi previsti per questo tipo di manifestazioni.

La vasta portata di questo evento permette di creare un’audience globale che attira l’attenzione degli sponsor incrementando quindi anche il giro d'affari.

Riportiamo il caso di Londra che nel 2007 per aggiudicarsi la partenza del Tour de France, a fronte di un investimento di 7.5 milioni di euro ha stimato un ritorno pari ad oltre 13 milioni, quasi il doppio. Similare il caso della città di Metz che nel 2012 pagò 100.000 euro per ospitare l'arrivo e calcolò un ritorno economico di circa 673.000 euro.

L’impegno, considerato l'impatto mediatico dell’evento - che raggiunge i suoi picchi nei due momenti di partenza e arrivo - mira a promuovere e a rafforzare in tutto il mondo il prestigio di Roma e dell'intero Paese.

La visibilità sarà massima e sul percorso di gara resterà fisso e ben chiaro il logo della città di Roma fino a chiudere il grande evento con la gloriosa Premiazione.

Inoltre, sui canali ufficiali del Giro d'Italia, sono previste una serie di azioni comunicative dedicate, come una pagina informativa turistica con foto e descrizioni della città e della sua storia, la sua cultura e la sua tradizione enogastronomica. Saranno inoltre inserite sezioni dedicate alla città di Roma sulle due principali produzioni editoriali del Giro d’Italia: la Guida “Garibaldi” contenente dettagli tecnici e sportivi (8.000 copie destinate ad addetti ai lavori) e “Tv Roadbook”, una guida per i giornalisti e commentatori televisivi stranieri, a supporto della produzione televisiva alla scoperta delle bellezze architettoniche e paesaggistiche sulle strade del Giro d’Italia.
 

Le pagelle di Roma-Spal. Incanta El Shaarawy, Dzeko si sblocca, Under no. Bentornato Emerson

rslLa Roma vince in scioltezza 3-1 contro la Spal, forte anche della superiorità numerica arrivata dopo soli 10 minuti di gara. Felipe trattiene Dzeko, involato verso la porta: fallo da ultimo uomo e cartellino rosso, segnalato dal VAR. I giallorossi trovano il vantaggio pochi minuti dopo grazie all’ottavo gol in campionato del bosniaco, che trasforma in oro uno splendido lancio in area di rigore di El Shaarawy. La Spal accusa il colpo e la squadra di Di Francesco raddoppia con Strootman, sempre su assist del Faraone. Il sipario cala nel secondo tempo con Lorenzo Pellegrini che mette a segno il suo primo gol in maglia romanista, incornando di testa a due passi da Gomis. E’ la prima marcatura della Roma che arriva da colpo di testa in questa stagione. C’è tempo solo per un ultimo brivido: Manolas trattiene Mora in area di rigore e Abisso concede il penalty, terzo in tre partite subito dai capitolini. Viviani trasforma, ma l’arbitro fa ripetere. L’ex giallorosso riprova con un cucchiaio, Alisson ha un riflesso prodigioso e la butta sulla traversa, ma la palla torna in gioco e il centrocampista la mette dentro. Nel finale torna a calcare il campo da gioco Emerson Palmieri, accolto dal boato dell’Olimpico.

Alisson 6: Normale amministrazione fino al calcio di rigore concesso ai ferraresi. Si esalta sul cucchiaio di Viviani, con un riflesso che ricorda la parata di Julio Sergio su Mauri nel derby di andata della stagione 2009-2010. Sfortunato nell’aver preso gol.

Kolarov 7: Dimostra una forma smagliante durante tutto il match. Corre a tutta fascia, si lancia in dribbling da capogiro e pennella su cross e calci di punizione col mancino, rendendosi autore dell’assist per il gol di Pellegrini.

Manolas 6: Avrebbe meritato almeno mezzo voto in più se non fosse per la disattenzione in area di rigore. Abbraccia troppo affettuosamente Mora regalando il tiro dal dischetto alla Spal. Secondo penalty concesso in 3 partite dal greco. 

Juan Jesus 7: Conferma le ottime prestazioni di questa stagione. Attento nei disimpegni e preciso in copertura, senza mai commettere fallo. La fiducia di Di Francesco lo ha trasformato.

Florenzi 7: Come il collega di reparto Kolarov, dimostra di essere tornato il Florenzi che conosciamo. Grinta, cuore e corsa, si esibisce in numeri da giocoliere anche quando mancavano pochi minuti al fischio finale e il fiato iniziava ad essere corto.

Gonalons 5.5: Forse il più deludente.  Il francese alterna momenti di lucidità a momenti di estraniamento dalla partita. Viene frenato anche dall’ammonizione rimediata nel primo tempo. Ha qualità ma deve metterle sul campo.

Pellegrini 7: Si rivede il giocatore ammirato al Sassuolo e fortemente voluto da Di Francesco. E’ artefice del secondo gol della Roma e autore della terza rete, sfruttando al meglio il cross di Kolarov con un inserimento alla Perrotta. Per poco non trova la gioia della doppietta su calcio di punizione.

Strootman 7: Si ricorda di essere la “Lavatrice” in occasione del gol, scaraventando il pallone con potenza in rete per il 2-0. Corre per tutta la partita e mette in scena una prestazione alle quali l’olandese ci aveva spesso abituato.

Under 6: Ha tanta voglia di trovare il primo gol ufficiale in giallorosso e a volte si intestardisce nella conclusione, non ottenendo i risultati sperati. Le basi ci sono, serve maggior tranquillità.

Dzeko 7: Si sblocca, maledice il palo che stava impedendo al pallone di entrare e si rende pericoloso ripetute volte nel corso del match. Si deve accontentare di un solo gol, ma come punto di ripartenza è più che sufficiente.

El Shaarawy 7.5: Gli manca solo la gioia del gol per coronare una prestazione magistrale. Non perde mai palla, pennella 2 assist per i primi due gol della Roma e sfiora più volte la rete. E’ in un momento positivo e bisogna sfruttarlo al massimo.

Gerson 6.5: Entra e si rende protagonista da subito in un ruolo non suo, sostituendo Gonalons nei tre di centrocampo. Lucido in fase di impostazione, efficace in quella di interdizione.

Schick 6: Sfiora il suo primo gol in maglia giallorossa colpendo di testa in maniera non precisa. Si rende pericoloso mostrando buone abilità nel possesso palla e nel dribbling. E’ ancora un po’ impaurito, ma può dare molto alla causa romanista.

Emerson Palmieri 6: Ha giocato qualche minuto toccando pochi palloni, ma solo il fatto di rivederlo in campo gli fa meritare la sufficienza. Bentornato Emerson!

Di Francesco 7: Doveva riprendere in mano una squadra un po’ più nervosa del solito dopo Madrid e Genova. Lo ha fatto, dimostrando di avere sempre il controllo della situazione. La sua squadra gioca bene, nonostante le assenze, e rischia pochissimo. Adesso testa a martedì: a Roma arriva il Qarabag.

Etichettato sotto

Calcio serie B femminile: Latina imbrigliato dal Salento, Maiorca colpisce la traversa e Filippi fallisce il penalty

P1560481

A Borgo Montello frazione di Latina per la quarta giornata del campionato Serie B femminile arriva il Salento. Il Latina deve sfruttare la gara in casa per incamerare tre punti e inizia spingendosi in avanti. Un primo tempo dominato dalle neroazzurre che costruiscono numerose occasioni da rete ma non riescono a concretizzarle. I calci di punizioni e d’angolo son affidati a Maiorca e dopo dieci minuti Spagnoli non riesce a deviare in rete con palla che va a lato.

Roma XIV un buon pareggio con il Latina: Giulia Boldrini gol strepitoso su calcio di punizione.

P1550975

ROMA XIV : Quartullo, Panichi, Vecciarelli, Boldrini G, Boldrini S, Pellegrini (Monti), Nicosia Vinci (Jusufi), Simeone, Fortunati, Carrarini, Di Giammarino. All. Gagliardi. A disp: Riso, Santacroce, Romanelli, Forgnone, Pezzino.

LATINA: Natalucci, Gambarotta, Testa, Di Fazio, Silvi, Di Federico, Maiorca, Pisa, Spagnoli, Ietto, Filippi. All. Colantuoni. A disp: Marescalchi, Furci, Cusella, Campanelli, Presutto, Rizzato, Messore. A disp: Marescalchi, Furci, Cusella, Campanelli, Pressutto, Rizzato, Messore.

Marcatori: 35’ Spagnoli, 35’st G. Boldrini.

SERIE B CALCIO FEMMINILE : LA ROMA VINCE IL DERBY CONTRO IL LATINA

P1550592

Il punteggio di due a zero, con gol di Morra e Conte, premia le giallorosse, Ietto per le pontine fallisce il penalty

A Borgo Montello l’attesissimo derby di Serie B Femminile del Girone D tra il Latina e la Roma si conclude con la vittoria all’inglese della Roma. Un primo tempo in cui accade di tutto. Un pubblico delle grandi occasioni riempie la tribuna del campo comunale di Borgo Montello. Una tribuna che si colora per tre quarti neroazzurra ma è consistente la presenza del tifo giallorosso. E’ il secondo minuto di gioco e la neroazzurra Ilaria Chiodetti s’infortuna da sola ed è costretta a lasciare il campo. Un calcio di punizione di Maiorca spaventa le giallorosse ma il tiro termina a lato. Ci prova Pisa ma il tiro viene respinto. Il gol poco dopo: calcio di punizione di Proietti da posizione centrale, il tiro viene deviato da Testa che invece di spazzare a centrocampo svirgola in area dove Gambarotta non riesce a rinviare e sotto porta Morra, il capitano giallorosso, realizza l’uno a zero. Il Latina si getta in avanti per trovare il pareggio ma il calcio di punizione di Maiorca s’infrange sulla barriera, riprende la sfera Spagnoli, nuovo tiro e respingimento della difesa giallorossa poi Ietto s’impossessa della sfera e getta a lato. Pisa ben lanciata in area scocca il tiro ma il portiere para. Nella ripresa Proietti su punizione impegna Casteltrione al tuffo. E’ rigore per il Latina : Spagnoli viene atterrata in area e l’arbitro concede il penalty. Il tiro di Ietto è alto. E la Roma raddoppia, sempre il cross di Proietti e in mischia Conte realizza. L’ingresso di Presutto movimenta un po’ l’azione offensiva del Latina e Pisa lanciata dalla neo entrata si fa anticipare dal portiere. Il derby si conclude con la seconda vittoria consecutiva della Roma capolista a punteggio pieno.

Calcio femminile: vittoria del Latina a Chieti

P1550398 2a

Una vittoria del Latina Calcio Femminile Girone sul campo del Chieti apre il campionato di Serie B GIRONE D delle ragazze di mister Gigi Colantuoni. La ciliegina sulla torta viene prima confezionata nel primo tempo, quando il Latina domina con episodi sfortunati prima di arrivare al gol decisivo quasi allo scadere del primo tempo, poi al fischio finale dell'arbitro l'opera è completata. La traversa colpita da Pisa con un gran tiro violento su apertura di Silvi rimbomba all’Angelini. E poco dopo Ietto su punizione trova il colpo di testa di capitan Silvi, è gol, ma no… ancora il suono del palo. Verso il 30’ calcio di rigore per le neroazzurre per un tocco di una difensora del Chieti giudicato di mano dall’arbitro. E’ Ietto ad andare sul dischetto, tiro alla destra della numero uno del Chieti che vola e respinge il tiro sull’accorrente Bellato che tira violentemente alto. Una porta stregata quella del Chieti, ma in una giornata di sole il lampo neroazzurro avviene quasi allo scadere. Ragazze latinensi tambureggianti ed incisive in attacco, Ietto lancia nel corridoio tra le due difensore del Chieti,  brava Maiorca ad incunearsi trova il tiro radente vincente. Uno a zero e poco dopo l’intervallo. Una ripresa dove Ietto sale in cattedra con vari lanci per Pisa che si vede bloccare in fuorigioco in piu’ occasioni ed in altre spreca in modo incredibile. Sul finire della gara Vukcevic con un gran tiro da fuori colpisce la traversa. Ietto si lancia da sola in rete e scaglia il gran tiro: altro suono del legno che si ode all’Angelini. L’arbitro fischia la fine e la ciliegina confezionata nel primo tempo può essere definitivamente posta sulla torta. Il Presidente del Latina Calcio Femminile a fine gara: “A Chieti il Latina vince una gara importante contro una squadra ostica. Un campo in cui sarà difficile far punti.” E domenica prossima a Borgo Montello arriva la Roma.

As Roma: domani la presentazione ufficiale di Patrik Schick

schick romaDomani, mercoledì 30 agosto, presso la sala conferenze del centro tecnico sportivo Fulvio Bernardini, si terrà la conferenza stampa di presentazione del calciatore Patrik Schick.

Dalla cessione di Patrick Schick la Sampdoria incasserà 38 milioni per il cartellino. L’operazione prevede il prestito con obbligo di riscatto. Ai blucerchiati subito 6 milioni più 32 pagabili in quattro anni. Per il ragazzo un contratto di 5 anni a 2,5 milioni a stagione. 

Calcio femminile, il Magnester United:“Una squadra amatoriale..che fa la differenza”

macIl Magnester United, squadra amatoriale di calcio a 5 femminile, con sede a Roma, è stata fondata da due giovani ragazze nel settembre del 2013. "E’ stata la forte passione a far nascere questa squadra, con lo scopo di condividere questa passione con un gruppo di persone e di creare uno spazio nostro al di la degli impegni lavorativi e di studio. In questi anni ormai, penso che la squadra sia diventata, per tutte noi, un punto di riferimento, che ha due caratteristiche fondamentali; la passione e lo svago" E’ con queste parole che il presidente Maglio Elena inizia a parlare della sua squadra.

"Le nostre ore di calcetto sono ormai diventate vitali, è come quando si ha il bisogno di andare a prendere un caffè con le amiche, l’unica differenza, è che noi diamo quattro calci ad un pallone. E così abbiamo trovato nella nostra squadra una nuova dimensione dello stare insieme, che include esercizio fisico, spirito di squadra, dedizione ma anche divertimento e uno spazio di confronto aperto che ci consente ogni giorno di crescere e di sentire il supporto del gruppo di cui siamo parte.

E sono proprio questi i valori che io e la mia squadra vogliamo condividere oggi con voi, facendoci rappresentanti di coloro che hanno provato sulla loro pelle il valore dello sport che va al di la del solo esercizio fisico per diventare un importante strumento di crescita del singolo all’interno della squadra e di consapevolezza secondo cui insieme si raggiungono piccole e importanti vittorie " così continua il mister Cianfriglia Silvia. 

La squadra si autofinanzia ma sono sempre alla ricerca di uno o più sponsor che possano supportarle.

Entrambe si sono date molto da fare, sia nel portare avanti la propria squadra, sia nella promozione che valorizzazione del calcio femminile, partecipando attivamente a vari progetti.

In questo momento sono attive nell’ organizzazione di un progetto contro la violenza sulle donne, insieme all’ associazione Flames Gold. 

Vi invitiamo, pertanto, al quadrangolare contro la violenza sulle donne, che si svolgerà il giorno 20 maggio alle ore 15.30 al campo Tiburtina Valley sito in via Vincenzo Bona. 

Ciclismo: Valerio Conti sara' premiato da Roma Capitale

valerio

Un appuntamento importante a Roma per gli appassionati di ciclismo.

Mercoledì 14  dicembre  2014 alle ore 10, Valerio  Conti, 23 anni, professionista della Lampre Merida, sarà premiato in Campidoglio per il successo in una tappa della Vuelta 2016 (Giro di Spagna).

I media di tutta la Terra, collegati con l’Evento, hanno parlato della sua vittoria imperiosa, di questo giovane atleta romano che ha staccato tutti con caparbietà.

Finalmente, la Capitale del calcio, del tennis, del golf ecc., riconoscerà la massima attenzione a un ciclista romano per i suoi meriti sportivi.

Con Valerio Conti, insieme all’istituzione di un delegato alla ciclabilità, la Giunta Raggi, ha strizzato l’occhio al ciclismo, ha capito che i pedalatori possono collaborare concretamente per dare un’immagine positiva nello sport, nelle arti, nell’ambiente. 

Valerio Conti è un ragazzo di 23 anni, nato a Roma il 30 marzo 1993.

È divenuto famoso nel mondo grazie alle sue vittorie nel ciclismo nonostante la giovane età. 

Per questo motivo, appunto, riceverà in Campidoglio dalle mani del Vice Sindaco Daniele Frogia (nonché’ Assessore alla qualità della vita, accessibilità, sport e politiche giovanili) la prestigiosa “medaglia” di Roma Capitale con la motivazione di averla onorata nel mondo con la sua vittoria in una tappa della Vuelta Espana 2016 (giro ciclistico di Spagna). 

Grazie a Valerio, grazie alla sensibilità dell’Assessore allo sport, finalmente, il grande ciclismo torna nella città delle auto e del pallone, per la gioia di tanti giovani appassionati.  

Valerio Conti, come tanti bambini ha iniziato a giocare al calcio con il Tor Sapienza, ma nel suo DNA c’era lo sport della bicicletta.

Infatti, fu proprio un parente ad avviarlo al ciclismo.

Nel 2006, lo zio, Noè Conti (ottimo ciclista, professionista dal 1958 al 1962) gli regalò la bici da corsa Bortolotto e nel 2007 iniziò a correre come esordiente di 2° anno con la squadra Guazzolini Coratti diretta da Mauro Lenti e Antonio Fradusco.

Successivamente, nel 2012, ando’ alla toscana Mastromarco nella categoria under 23.

Nel 2014, questo scricciolo di ragazzo, alto 172 cm per un peso di 60 kg, diventa professionista con la Lampre Meriala più importante squadra italiana, tra le migliori al mondo.

Basta qualche nome nel direttivo: il team manager è Giuseppe Saronni, il preparatore atletico è Michele Bartoli. 

Caratteristiche del corridore: ottimo scalatore, buon cronoman, abile nello gestirsi in corsa, grandi doti di recupero. 

Le vittorie, nonostante il notevole lavoro per la squadra e l’inesperienza nel complicato mondo professionistico non sono mancate:

-2014 Gran Premio Bruno Beghelli

-2015 la tappa di Izu (Shizuoka) nel Tour of Japan

-2016, la 13°tappa Bilbao / Urdax Dantxarinea km 213 della Vuelta Espagna.

È proprio quest’ultimo successo, ottenuto per distacco, dopo tanti chilometri di fuga, a farlo considerare uno dei più interessanti talenti del ciclismo mondiale.

Personalmente, non sottovaluterei anche il 3° posto conquistato nell’ultimo Giro d’Italia nella classifica finale dei “giovani” perché potrebbe indicare la sua predisposizione nelle corse a tappe .

Il suo mito, infatti, è Alberto Contador. 

Obiettivo per i prossimi anni?

Fare esperienza con gradualità, allenarsi, concentrarsi per vincere. 

Quali gare desidera conquistare?

Le grandi classiche come la Liegi Bastogne Liegi, il giro delle Fiandre, l’Amstel Gold Race e il Giro di Lombardia. Più in là il Giro d’Italia, la Vuelta e il Tour de France.

Il suo motto?

Credere sempre senza arrendersi mai!

 

Sottoscrivi questo feed RSS
Cloudy

12°C

Roma

Cloudy
Humidity: 75%
Wind: S at 11.27 km/h
Friday
Cloudy
10°C / 14°C
Saturday
Partly cloudy
6°C / 13°C
Sunday
Scattered showers
5°C / 13°C
Monday
Mostly sunny
1°C / 12°C