logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Motomondiale, Cal Crutchlow vince in Argentina.

Scintille Rossi-Marquez.

L’inglese trionfa sulla Honda del team di Lucio Cecchinello. Secondo Zarco, terzo Rins. Valentino Rossi steso da Marc Marquez. In moto 2 e moto 3 trionfi azzurri di Pasini e Bezzecchi.

Piove o non piove, questo è il dilemma.

Una gara strana quella corsa nella classe regina, sul circuito di Termas de Rio Hondo in Argentina.

Dapprima il caos creato da alcune gocce di pioggia che hanno sia ritardato il via, costringendo molti piloti a cambio e contro cambio di gomme e la direzione gara ad accorciare il gran premio di qualche giro, sia dato origine a una griglia di partenza mai vista prima.

Davanti, con alcuni metri di vantaggio, c’è Jack Miller, che non ha cambiato mai gli pneumatici. Alcune file dietro, il resto del gruppo.

Dopo il giro di ricognizione si spegne la moto di Marc Marquez. Il campione del mondo in carica tenta di riaccenderla percorrendo alcuni metri di pista contromano. Manovra non consentita e ride through (passaggio a velocità limitata nella corsia dei box, ndr) combinato al pilota della Honda, che lo sconta qualche giro più tardi.

Dopo poche tornate, davanti si forma un quartetto di piloti che si giocherà la vittoria sino al termine: Alex Rins, Jack Miller, Cal Crutchlow e Johann Zarco.

I top rider faticano a risalire, mentre Marquez, 19esimo dopo la penalità inflittagli, inizia a sorpassare gli avversari come birilli, dando vita a una splendida rimonta.

Peccato che l’asturiano non sia molto lucido nei sorpassi. Il primo a farne le spese è Daniel Pedrosa, dopo pochi metri di gara.

Poi è la volta di Aleix Espargaro, tamponato da dietro ma per fortuna rimasto in sella.

Infine, quando era a ridosso della sesta posizione, Marquez prova a superare Valentino Rossi all’interno, ma calcola male lo spazio a disposizione. Contatto tra i due e il pilota italiano ha la peggio cadendo e lasciando per strada punti mondiali pesanti.

Marquez, penalizzato a fine corsa con 30 secondi aggiuntivi sul tempo totale di gara, ha provato a scusarsi ai box con Rossi, ma è stato respinto dal motociclista di Tavullia.

Il primo a passare sotto la bandiera a scacchi è Cal Crutchlow, davanti a Johann Zarco e Alex Rins.

Primo degli italiani è Andrea Dovizioso, sesto. Rossi, ripartito dopo la caduta, taglia il traguardo 19esimo.

Si erge alto il tricolore nelle classi minori.

In Moto 3 trionfa, dopo una gara in solitaria, Marco Bezzecchi, mentre in Moto 2 un ritrovato Mattia Pasini resiste agli attacchi di Olivera sin sulla linea del traguardo e si prende la testa del mondiale.

Prossimo appuntamento tra due settimane ad Austin, in Texas.

Classifica Piloti MotoGP:

Crutchlow (Honda) 38 pti, Dovizioso (Ducati) 35, Zarco (Yamaha) 28, Vinales (Yamaha) 21, Marquez (Honda) 20, Miller (Ducati) 19, Petrucci (Ducati) 17, Rossi (Yamaha) 16, Rins (Suzuki) 16, Iannone (Suzuki) 15, Rabat (Ducati) 14, Pedrosa (Honda 9).

Classifica Costruttori MotoGP:

Honda 45 pti, Ducati 38, Yamaha 16, Suzuki 23, KTM 5, Aprilia 4.

Ultima modifica ilLunedì, 09 Aprile 2018 01:07

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore