logorcb

updated 3:56 PM CEST, May 24, 2019

Motomondiale, Marquez vince il GP di Germania

Il campione del mondo in carica trionfa per la nona volta consecutiva, tra tutte le classi, sul circuito del Sachsering. Secondo uno straordinario Valentino Rossi. Terza l’altra Yamaha di Vinales. Male le Ducati ufficiali. In Moto 3 vince Martin, in Moto 2 Binder.

Non saremo in Spagna, ma è come esserlo. Quando Marc Marquez vede il Sachsering si esalta.
Sul circuito del GP di Germania, dove oggi, forse, si è corso per l’ultima volta, il pilota Honda straccia la concorrenza con un allungo nella parte finale di gara. È la sua nona vittoria consecutiva qui, considerando anche le corse in Moto 3 e Moto 2.


Infatti, l’incognita pneumatici ha frenato le intenzioni di tutti i centauri, con tempi più alti del previsto per preservare le gomme.
L’eccezione è rappresentata da Jorge Lorenzo. Il ducatista, scattato come un fulmine dalla terza casella della griglia di partenza, si è messo al comando dalla prima curva, tentando la fuga come al suo solito e stressando l’anteriore di mescola soft anzitempo.
Inevitabilmente, il Martillo ha dovuto fare i conti con una moto instabile nella seconda parte di corsa, finendo, addirittura, alle spalle di Alvaro Bautista e chiudendo solo in sesta posizione.
Alle sue spalle il compagno di squadra Andrea Dovizioso, in crisi sin dal primo giro.
Dopo essersi sbarazzato del connazionale, Marquez ha condotto la gara in maniera intelligente, mantenendo un ritmo non troppo elevato per conservare la sua Honda.
Ma non appena ha saputo del sorpasso e dei tempi molto veloci di Valentino Rossi, che si era portato a soli sei decimi dal rivale, ha deciso, come da sua ammissione nell’intervista pre podio, di aprire il gas per mettere al sicuro la vittoria. Il guadagno è stato progressivo, fino ad arrivare alla soglia dei 2 secondi e mezzo circa.
Rossi, dal canto suo, appena accertata l’impossibilità di riprendere il leader del campionato, ha mantenuto la calma, girando su tempi che gli assicurassero il mantenimento della seconda posizione, anche quando da dietro il compagno di squadra Maverick Vinales aveva ritrovato il giusto feeling con la moto.
Lo spagnolo della Yamaha, però, ha avuto sempre gli stessi problemi all’inizio del gran premio, da lui attribuiti al malfunzionamento della centralina del bolide giapponese, e si è dovuto accontentare del gradino più basso del podio.
Quarto chiude uno straordinario Danilo Petrucci, in palla sin dalle prime prove libere e che, nelle qualifiche di ieri, ha sfruttato la scia di Lorenzo per guadagnarsi il secondo posto sulla griglia di partenza.
Peccato per Crutchlow, caduto nel corso della gara, mentre era il pilota più veloce in pista, per essere andato largo in curva e aver chiuso l’anteriore eccessivamente.
In Moto 3 vince Jorge Martin su Honda.
Il pilota spagnolo, partito dalla pole position, ha condotto la corsa senza problemi, terminando con un vantaggio di 2 secondi e mezzo, piuttosto largo per la categoria di appartenenza, su Marco Bezzecchi, secondo sia nel GP odierno che, da oggi, nella classifica mondiale.
Chiude il podio John Mcphee, arrivato in volata proprio con l’italiano.
Peccato per Lorenzo Dalla Porta, penalizzato di 3 secondi sul tempo totale di gara per guida irresponsabile dovuta ad un contatto con Raul Fernandez, e per Fabio Di Giannantonio, andato a terra alla prima curva a 12 giri dal termine.
Rimpianti anche in Moto 2, con le cadute di Lorenzo Baldassarri e Mattia Pasini. Nella scivolata di quest’ultimo è rimasto imbrigliato anche il leader del mondiale Francesco Bagnaia, arrivato solo 12esimo sul traguardo, ma che per 7 punti conserva la testa alla classifica generale.
Vince la gara il sudafricano Brad Binder, seguito da Joan Mir e dal fratello di Valentino Rossi, Luca Marini. Per il ventenne italiano si tratta del primo podio in carriera.
Prossimo appuntamento con il Motomondiale è fra 3 settimane, dopo la breve pausa estiva, sul circuito di Brno, con il Gran Premio della Repubblica Ceca. La partenza è prevista per le ore 14:00 di domenica 5 agosto.

Ordine di arrivo GP di Catalogna in zona punti:

Pos Pilota (Team) Distacco Punti
1 Marquez (Honda)
41:05:019 25
2 Rossi (Yamaha)
+2:196 20
3 Vinales (Yamaha)
+2:776 16
4 Petrucci (Ducati)
+3:376 13
5 Bautista (Ducati)
+5:183 11
6 Lorenzo (Ducati)
+5:780 10
7 Dovizioso (Ducati)
+7:941 9
8 Pedrosa (Honda)
+12:711 8
9 Zarco (Yamaha)
+14:428 7
10 Smith (KTM)
+21:474 6
11 Syahrin (Yamaha)
+25:809 5
12 Iannone (Suzuki)
+25:963 4
13 Rabat (Ducati)
+29:040 3
14 Miller (Ducati)
+29:325
2
15 Redding (Aprilia)
+34:123 1

Classifica Piloti MotoGP:

Pos  Pilota (Team) Punti Distacco
1 Marquez (Honda) 165 0
2 Rossi (Yamaha) 119 -46
3 Vinales (Yamaha) 109 -56
4 Dovizioso (Ducati)
88 -77
5 Zarco (Yamaha)
88 -77
6 Lorenzo (Ducati)
85 -80
7 Petrucci (Ducati)
84 -81
8 Crutchlow (Honda)
79 -86
9 Iannone (Suzuki)
75 -90
10 Miller (Ducati)
57 -108
11 Rins (Suzuki)
53 -112
12 Pedrosa (Honda)
49 -116
13 Bautista (Ducati)
44 -121
14 Espargaro P. (KTM)
32 -133
15 Rabat (Ducati)
30 -135
16 Syahrin (Yamaha)
22 -143
17 Morbidelli (Honda)
19 -146
18 A. Espargaro (Aprilia) 16 -149
19 Smith (KTM)
13 -152
20 Redding (Aprilia)
12 -153
21 Nakagami (Honda)
10 -155
22 Kallio (KTM)
6 -159
23 Abraham (Ducati) 4 -161
 
Classifica Team MotoGp:
 
Pos Team Punti Distacco
1 Honda 200 0
2 Yamaha 160 -40
3 Ducati 158 -42
4 Suzuki 104 -96
5 KTM 39 -161
6 Aprilia 26 -174
 

 

Ultima modifica ilDomenica, 22 Luglio 2018 19:20

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore