logorcb

updated 9:58 AM CET, Dec 8, 2019

Motomondiale, Marquez vince il Gran Premio d’Olanda

(Marquez - Fonte Immagine: Motoblog.it)

Sul circuito di Assen, il campione del mondo in carica trionfa di prepotenza al termine di una gara meravigliosa. Secondo uno strepitoso Rins su Suzuki, terzo Vinales. Ai piedi del podio restano Dovizioso, quarto, e Rossi, quinto. In Moto 3 vince Martin, in Moto 2 Bagnaia.

Una gara memorabile quella sul circuito di Assen in Olanda. Di sicuro la più bella della stagione.

A spuntarla è il solito Marc Marquez, autore di un finale semplicemente perfetto.

Al via parte a cannone Jorge Lorenzo, che si mette subito all’inseguimento dell’asturiano, passando dalla decima alla seconda posizione.

Leggermente peggio fanno Cal Crutchlow e Valentino Rossi, con quest’ultimo che torna a prendersi la terza piazza al termine del primo giro.

Sin da subito la bagarre per le posizioni di testa è accesa, con Lorenzo che ha le idee chiare sul da farsi: mettersi davanti e martellare sul minuto e 34 secondi basso, senza lasciare scampo agli inseguitori.

Peccato solo che la corsa assomigli più ad un gran premio di Moto 3 che ad una di Moto GP.

Sorpassi e controsorpassi danno modo alla classifica di aggiornarsi ad ogni singola curva, con i primi otto che rimarranno attaccati, entro il secondo di distacco, almeno fino a 10 tornate dalla fine.

Uno dei più in forma appare Rossi, il quale interpreta al meglio la parte finale del circuito. Lì la velocità della sua Yamaha sembra raddoppiare rispetto alla concorrenza, tanto da tamponare Lorenzo nei giri iniziali, per fortuna senza conseguenze, e da avere nell’ultima variante la possibilità di sopravanzare sistematicamente chi gli è davanti.

Ducati e Honda, invece, interpretano al meglio la parte centrale della pista, specie i rettilinei, dove riescono ad allungare leggermente, ma mai in maniera secca e definitiva.

A metà gara altro contatto, questa volta tra Marquez, in quel momento in mezzo al gruppo, e Alex Rins, vera sorpresa del gran premio, con una Suzuki in forma smagliante. Al giro successivo è il pilota Honda a ricambiare il favore con la stessa grinta.

Nei chilometri finali c’è l’ennesimo cambio di posizioni, con Marquez e Vinales che scalano in terza e quarta posizione per la troppa foga nella lotta in vetta, lasciando per qualche curva il primato a due italiani, Dovizioso e Rossi.

Si stacca dalla comitiva Lorenzo, che chiude settimo dopo l’inizio incoraggiante, mentre Rins rientra sul gruppo davanti.

Quando mancano 3 giri alla conclusione, Marquez decide di dare la sferzata definitiva alla corsa, mettendosi in modalità qualifica e allungando sul resto del gruppo fino a guadagnare due secondi di distacco.

Dietro continua la lotta per il podio e, se Dovizioso non avesse forzato l’ingresso nella prima curva finendo lungo e facendo andare largo anche Rossi, le seconda e terza posizione sarebbero state tricolori.

Invece davanti ai due italiani terminano, dopo essersele date di santa ragione, Rins e Vinales, rispettivamente secondo e terzo.

In Moto 3 vince Jorge Martin, che chiude davanti a Aron Canet e a Enea Bastianini. Peccato per Marco Bezzecchi. Il pilota KTM, in lotta per la vittoria, ha spinto troppo nel giro finale finendo a terra e regalando la testa della classifica mondiale proprio a Martin.

Sventola alto il tricolore in Moto 2, dove Francesco Bagnaia trionfa, dopo aver dominato in tutto il weekend, e consolida la vetta della classifica. Alle sue spalle rispettivamente Fabio Quartararo e Alex Marquez. Secondo poteva essere Lorenzo Baldassarri, se non fosse che la sua gomma Dunlop abbia deciso di sgonfiarsi sul più bello.

Il prossimo appuntamento del Motomondiale ci porta in Germania. La partenza è prevista tra due settimane, domenica 15 luglio, sul circuito del Sachsering alle ore 14:00.

Ordine di arrivo GP di Catalogna in zona punti:

Pos Pilota (Team) Distacco Punti
1 Marquez (Honda)
41:13:863 25
2 Rins (Suzuki)
+2:269 20
3 Vinales (Yamaha)
+2:308 16
4 Dovizioso (Ducati)
+2:422 13
5 Rossi (Yamaha)
+2:963 11
6 Crutchlow (Honda)
+3:876 10
7 Lorenzo (Ducati)
+4:462 9
8 Zarco (Yamaha)
+7:001 8
9 Bautista (Ducati) +7:541 7
10 Miller (Ducati)
+13:056 6
11 Iannone (Suzuki)
+14:255 5
12 Espargaro P. (KTM)
+15:876 4
13 Espargaro A. (Aprilia)
+15:986 3
14 Redding (Aprilia)
+16:019
2
15 Pedrosa (Honda) +16:043 1

Classifica Piloti MotoGP:

Pos  Pilota (Team) Punti Distacco
1 Marquez (Honda) 140 0
2 Rossi (Yamaha) 99 -41
3 Vinales (Yamaha) 93 -47
4 Zarco (Yamaha) 81 -59
5 Dovizioso (Ducati)
79 -61
6 Crutchlow (Honda)
79 -61
7 Lorenzo (Ducati)
75 -65
8 Petrucci (Ducati)
71 -69
9 Iannone (Suzuki)
71 -69
10 Miller (Ducati)
55 -85
11 Rins (Suzuki)
53 -87
12 Pedrosa (Honda)
41 -99
13 Bautista (Ducati)
33 -107
14 Espargaro P. (KTM)
32 -108
15 Rabat (Ducati)
27 -113
16 Morbidelli (Honda)
19 -121
17 Syahrin (Yamaha) 17 -123
18 A. Espargaro (Aprilia) 16 -124
19 Redding (Aprilia)
11 -129
20 Nakagami (Honda)
10 -130
21 Smith (KTM)
7 -133
22 Kallio (KTM)
6 -134
23 Abraham (Ducati) 4 -136
 
Classifica Team MotoGp:
 
Pos Team Punti Distacco
1 Honda 175 0
2 Ducati 145 -30
3 Yamaha 140 -35
4 Suzuki 100 -75
5 KTM 33 -142
6 Aprilia 25 -150
 
Ultima modifica ilDomenica, 24 Novembre 2019 23:19

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore