logorcb

updated 10:57 PM CEST, Aug 13, 2019

SPORT FRA LE RIGHE

Ciao a tutti, cari amici di sport fra le righe.

Come avete trascorso le festività? Tutto bene? Mi auguro proprio di sì. Naturalmente piatti tipici natalizi oltre a panettoni, torroni, datteri e fichi secchi per arrivare al classico mandaranci di metà pomeriggio, quando riesci a scappare cinque minuti con la scusa del bagno, sospendendo una tombola che vede un terzo dei partecipanti dormiente, un altro terzo annoiati e rassegnati a quell’incubo di estrazione numerica e infine l’ultimo terzo, rappresentato dai ragazzini presenti che durante il gioco, a ogni estrazione di numero, calcolano, con i loro computerini portatili, le possibilità di una tombola, chi potrebbe essere il fortunato ma non riescono a capire perché manca il numero 9 mentre ci sono due 6 uno dei quali ha uno strano trattino nella parte alta.

Dopo queste maratone del cibo un po’ di sport ci sta tutto.

La famiglia per Natale , si riunisce, quindi il giorno seguente, S. Stefano, eccoci pronti alla classica escursione con le “ Ciaspe, o Ciaspole, o comunemente chiamate Racchette da neve.

Fra nipoti, figli, zii e cugini, nonni, amanti e ragazzini, eccoci pronti per la grande avventura.

Naturalmente lascio a voi immaginare il casino prima di essere tutti pronti.

C’è chi non trova la seconda, chi non sa regolare la lunghezza, chi le sta mettendo o cerca di metterle al contrario e per finire la passerella, tutta da ridere, dei modelli.

Si parte da quello tutto in alluminio con attacchi a pressione e ramponi in titanio, si passa al modello diciamo standard, per finire con quello economico in plastica con attacchi e regolazione discutibili ma molto colorati, qualità decisamente più importante di affidabilità e sicurezza.

E per finire ci sono io, con un paio di racchette risalenti al 1969, anno in cui ho fatto il militare nel corpo degli Alpini.

Racchette ancora con corde e lacci, ma con alle spalle marce di 20 chilometri, direi decisamente affidabili.

Naturalmente tutti i presenti si mettono a ridere, e in effetti messe vicino a quelle in alluminio e titanio, beh, la differenza c’è, ma il mio cuore sussurra “ lascia pure che ridano, vediamo alla fine del giro “

Ascolto il mio cuore, anche se guardando mia moglie colgo nei suoi occhi quella tenerezza nella quale puoi leggere solo “ povero amore, dove pensi di andare con quelle cose ai piedi “.

Bacio mia moglie raccogliendo la sfida.

Le escursioni con le ciaspe è davvero un'ottima interpretazione di sport fra le righe, muovi tutti i muscoli del corpo, tonifichi il cuore e, non per ultimo, è uno sport faticoso e impegnativo, anche se dove lo pratichi, e il contesto in cui lo pratichi ti appagano pienamente con la neve al ginocchio e le Dolomiti che ti circondano.

Fine prima parte, alla prossima amici! Ciao!

Walter Fabbri

Ultima modifica ilDomenica, 20 Gennaio 2013 12:55

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore