logorcb

updated 10:34 PM CET, Feb 21, 2020

Ultime novità in tema di affrancazione immobili in edilizia convenzionata

affrancazioneLo scorso 20 dicembre presso la Corte Appello di Roma è stata l’occasione per un incontro tra importanti Operatori del diritto sul problema relativo all’affrancazione degli immobili costruiti in edilizia convenzionata.
L’evento formativo è stato organizzato dall’Associazione Laboratorio Forense ed è il secondo incontro in tale materia dopo quello avvenuto in aprile visto l’interesse che tali situazioni rivestono sia a livello giuridico sia per i riflessi sociali.
L’occasione di notevole confronto è stata di notevole utilità in quanto sono stati approfonditi gli effetti della normativa (L.136/2018, ART. 25 undecies) a circa un anno dalla pubblicazione e l’impatto che tale Legge ha avuto nelle aule del Tribunale.
Da un lato il Legislatore ha tentato di risolvere il problema relativo al proliferare di cause aventi ad oggetto la richiesta di indebito oggettivo tra il prezzo della compravendita e quanto previsto in virtù della convenzione dall’altro lo stesso Legislatore ha forse mancato di poca precisione visto che la norma da adito a interpretazioni diverse che non risolvono, quindi, un problema che riguarda molte famiglie.
Al momento ciò che emerge è l’indirizzo del Tribunale di Roma, a voce del Dottor Picaro, che pur sottolineando la farraginosità della norma ha ribadito che a prescindere dal testo la sezione del Tribunale è univoca nel sostenere che in corso di giudizio la presentazione della domanda di affrancazione comporta la improcedibilta/improseguibilità del giudizio rendendo nulla la richiesta della differenza di prezzo.
Secondo l’Avv. Andrea Lamonaca, legale di numerose pratiche in questa materia, l’indirizzo del Tribunale dal punto di vista etico è condivisibile ma esprime molti dubbi, in mancanza di idonea modifica legislativa,  su la sua reale applicazione testuale.

Roma: primo incontro dell’AREP con i cittadini dei PEEP/pdz

affrancazione emendamento 1In 9 ottobre presso la chiesa di San Enrico nella zona di Casal Monastero si è svolto il primo incontro organizzato dall’AREP  - Associazione Regionale Edilizia Peep - con tutti i cittadini di Roma e del Lazio interessati alle problematiche PEEP/PdZ. dove è stato esposto un programma basato sulla tutela l’assistenza dei diritti e la partecipazione.

A tale incontro hanno partecipato numerosi cittadini coinvolti nelle problematiche relative alla trasformazione e affrancazione dei loro appartamenti e a tutte le problematiche ad esse sottese.

In tale occasione che vuole essere la prima di una serie di iniziative sul territorio hanno partecipato Professionisti del settore che hanno cosi avuto modo di illustrare e rispondere alle domande ed ai dubbi che i singoli cittadini sono costretti a subire

L’associazione AREP,  da poco costituita, ha avuto modo di portare a conoscenza dei partecipanti tutte le  iniziative che sta portando avanti dinanzi all’Amministrazione capitolina volte a creare un canale collaborativo con le Istituzioni per fornire un supporto concreto alla possibile risoluzione di un problema che coinvolge tante famiglie.

L’iniziativa dell’AREP è principalmente quella di dialogo con la parte tecnica dell’Amministrazione per creare un proficuo binario al fine di una corretta valutazione delle istanze dei Comitati di quartiere.

Caos Ediliza Agevolata, l’appello di una venditrice: “Il Comune si sbrighi”

 Nonostante alcune misure adottate dalla politica, come l’istituto dell’affrancazione per rimuovere il vincolo del prezzo calmierato dall’immobile, il Comune di Roma procede a rilento sull’argomento, gettando nello sconforto le centinaia di migliaia di famiglie di venditori ancora alle prese con una vera e propria beffa.
Roma Capitale Magazine torna ad occuparsi del Caos Edilizia Agevolata a Roma, venutosi a creare a seguito della Sentenza a Sezioni Unite della Corte di Cassazione numero 18135 del 2015.

Affrancazione immobili edilizia convenzionata

evento 16 aprile affrancazioneConvegno su eventuali rilievi d’incostituzionalità della nuova norma.
In data 16 aprile 2019 si è svolto presso il Consiglio Ordine di Roma un importante convegno in materia di edilizia convenzionata pubblica in merito alla nuova novella normativa prevista dall’art. 25 undecies della Legge n.136/2018.

Nuova norma sulle affrancazioni? Per ora non risolve definitivamente

roma bw capA quasi due mesi dall’emendamento N.25.0.200 AL DDL 886/2018 che avrebbe dovuto risolvere il problema relativo alle compravendite degli immobili costruiti in edilizia convenzionata e soggette, quindi, al prezzo di massima cessione dobbiamo far presente come il Comitato acquirenti continua nel suo impegno quotidiano a portare avanti i temi riguardo a una possibile illegittima costituzionale della norma che, almeno per il momento, sono state respinte.

Edilizia convenzionata a seguito della Delibera 116/2018

di santo convA Roma, in data 28 novembre presso la Suprema Corte di Cassazione si è svolta un interessante convegno organizzato dal Consiglio Ordine avvocati di Roma in tema di edilizia convenzionata a seguito della nuova delibera del Comune di Roma la n.116/2018 del 23 ottobre 2018 che ha previsto delle importanti novità in ordine principalmente ai conteggi per il pagamento degli oneri di affrancazione e trasformazione.

Nessuna responsabilità del Notaio per gli atti di compravendita in edilizia convenzionata

shield 3617525 960 720Sempre in tema d’immobili costruiti in edilizia convenzionata, è di qualche giorno fa una sentenza del Tribunale di Crotone che è intervenuta in merito alla richiesta di manleva di un venditore, nei confronti del Notaio che aveva predisposto l’atto di compravendita, che aveva ricevuto dal suo acquirente la richiesta della differenza economica tra il prezzo convenuto e il prezzo di massima cessione dell’immobile oggetto della compravendita.
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore