logorcb

updated 3:56 PM CEST, May 24, 2019

Coppa Italia, le probabili formazioni di Fiorentina-Roma

Di Francesco schiera Nzonzi e Cristante sulla mediana, squalificati contro il Milan. Confermato Dzeko, ballottaggio Kluivert-Florenzi in attacco. Sulla trequarti si rivede Pastore. Nei viola tornano Milenkovic e Biraghi. Muriel e Chiesa dal primo minuto.

Noi ci teniamo.
Questo lo slogan della Curva Sud dello Stadio Olimpico durante Roma-Virtus Entella.
In effetti alla Coppa Italia i giallorossi ci tengono da sempre, ma è un trofeo che fa gola a tutte le squadre che partecipano ai quarti di finale di questa competizione.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le probabili formazioni di Atalanta-Roma

Nzonzi e De Rossi convocati. Il francese gioca, il capitano in panchina. Florenzi esterno alto e Karsdorp confermato terzino. Prende fiato Lorenzo Pellegrini. In avanti, più Dzeko che Schick. I bergamaschi recuperano l’acciaccato Freuler, ma si affidano a Castagne. Zapata scalda i motori in tandem con Ilicic.

Uno scontro diretto a tutti gli effetti.
Questo è quello che raccontano i numeri alla vigilia di Atalanta-Roma, sfida valevole per la 21^ giornata di Serie A.
Allo Stadio Atleti Azzurri d’Italia, infatti, si affrontano due delle candidate al quarto posto, ossia all’ultima posizione utile per la qualificazione in Champions League.
Una vittoria della Roma potrebbe voler dire un allungo quasi definitivo sui bergamaschi, anche per il discorso riguardante gli scontri diretti.
Eusebio Di Francesco (all.re Roma), però, sa anche che i padroni di casa venderanno cara la pelle pur di tentare il sorpasso in classifica, mettendola sul piano dell’aggressività e della fisicità: “Al di là che sia più in forma, ho molta stima di Gasperini, per quello che sta facendo in questi anni, e per la sua squadra che ha costruito anche dal punto di vista delle scelte dei calciatori, è molto fisica, sa quello che vuole e tecnica. Si allena in un determinato modo e si vede sul campo. Le insidie sono tantissime, la bravura nostra dovrà essere quella di rimanere in campo con la stessa loro fisicità e aggressività. Sarà sicuramente una partita combattuta sotto tutti i punti di vista, contro una squadra che in casa contro le grandi ha sempre fatto molto bene. Dobbiamo esser bravi a cercare di imporre il nostro gioco nonostante le loro ottime qualità.
Per affrontare una squadra così fisica, dunque, il tecnico conterà sulla forza e i centimetri anche del recuperato Steven Nzonzi a centrocampo: “È una squadra fisica, Nzonzi è un giocatore fisico, ci può essere molto utile per questa gara. Si è allenato tutta la settimana con la squadra. Ha superato pienamente tutti i problemi che ha avuto precedentemente e potrebbe essere della partita”.
Accanto al francese ci sarà Bryan Cristante, che ritrova per la prima volta i suoi ex tifosi da avversario.
Davanti al tandem di centrocampo, sulla trequarti, dovrebbe esserci Nicolò Zaniolo, con Lorenzo Pellegrini che si prende un turno di riposo, più per qualche problema fisico accusato nell’ultimo allenamento che per il fatto di essere diffidato, problema che non è considerato da Di Francesco nell’elaborazione della formazione titolare: “
Non sto pensando a questo, cercherò di mettere in campo la squadra più opportuna per affrontare l’Atalanta. Non mi posso basare sulle diffide in questo momento. Credo sia giusto mandare in campo la squadra giusta per poter far bene contro l’Atalanta. Poi valuteremo le gare successive […] Abbiamo avuto qualche problemino fisico in questo allenamento con Pellegrini”.
Qualche noia fisica l’ha avuta anche Alessandro Florenzi, come svelato dal mister dei capitolini in conferenza stampa, ma dovrebbe essere lui a prendere il posto dell’infortunato Cengiz Under nel ruolo di ala destra.

Sulla sinistra, invece, è ballottaggio tra Stephan El Shaarawy e Justin Kluivert, per quanto l’italo-egiziano appaia favorito sull’olandese per partire dal primo minuto.
Al centro dell’attacco ci sarà Edin Dzeko, sul quale Di Francesco ha voluto spendere parole importanti davanti ai giornalisti: “Questa settimana si è allenato veramente bene, a livello di continuità sapendo che gli mancano un po’ di minuti per poter arrivare in condizione. Ma penso che sia importante anche l’aspetto psicologico. Un attaccante ha bisogno di far gol, magari quando finisce una partita e non fa gol l’attaccante è arrabbiato, però ho visto Edin entusiasta della prestazione della squadra e del fatto che abbiamo vinto e della sua disponibilità nei confronti degli altri compagni. Diventa un giocatore per noi che sa giocare a calcio, sa mandare i compagni in porta, sa far girare la squadra, è normale che deve fare gol. Sono convinto che tornerà a farli presto”.
La retroguardia sarà composta da Aleksandar Kolarov a sinistra, dalla coppia di centrali Kostas Manolas-Federico Fazio e da uno tra Rick Karsdorp, che sembra favorito, e Davide Santon. Per l’olandese potrebbe essere la terza partita consecutiva da titolare, cosa che, secondo l’allenatore giallorosso, è più che fattibile: “
Karsdorp avendo un carico di lavoro molto alto ha riposato di più in alcuni allenamenti rispetto ad altri. Lui e Santon sono in ballottaggio per questa maglia da titolare anche per le caratteristiche della squadra avversaria. Valuterò le scelte, ma in questo caso se la giocano lui e Santon per il ruolo di terzino”.
In porta ci sarà Robin Olsen.
Da segnalare, infine, il ritorno tra i convocati del capitano Daniele De Rossi, il cui ginocchio sembra aver reagito bene durante gli allenamenti degli ultimi giorni:Sì, sono molto contento di come ha reagito. A differenza della partita col Genoa in cui lo avevo convocato più per un sostegno morale alla squadra, la sua presenza era importante in quel momento, in questo momento è proprio a disposizione. Ovviamente non ha i minuti nelle gambe, non si è allenato con la squadra un tempo determinato, però il ginocchio ha reagito abbastanza bene. Siamo soddisfatti di questa prima settimana, mi auguro che rimanga tale anche per le prossime”.
In casa nerazzurra, il tecnico Giampiero Gasperini vuole regalarsi la vittoria contro la Roma per il compleanno, lodando la squadra in conferenza stampa per il cammino sinora compiuto in campionato:Vincere con la Roma sarebbe un bel regalo. Ci siamo meritati la possibilità di affrontare partite come questa per vincere, siamo circondati da entusiasmo e curiosità. Essere più o meno a pari con la Roma per noi è motivo di vanto, ma è in campo che dobbiamo dimostrare di poter competere con l’avversario di turno e con le altre concorrenti, partite con l’ambizione di qualificarsi a una coppa europea. Battendo questo tipo di squadre potremmo ambire anche noi allo stesso obiettivo”.

Il mister della Dea, però, potrebbe dover rinunciare, almeno dal primo minuto, ad un perno del centrocampo come Remo Freuler, che è stato sì convocato ma non è al meglio: “Negli ultimi due giorni ha fatto progressi negli allenamenti, un paio di questi sono stati buoni. Non ho intenzione di farlo giocare da subito perché abbiamo tre partite in otto giorni, ma oggi lo verifico e farò le mie valutazioni”.
Al posto dello svizzero è pronto Timothy Castagne, che giocherà nella linea di centrocampo a 4 insieme a Hans Hateboer, Mario Pasalic e Marten de Roon.
Alejandro Gomez agirà alle spalle del tandem offensivo formato da Josip Ilicic e Duvan Zapata, con il colombiano che arriva da uno straordinario momento di forma.
La difesa a 3 potrebbe essere composta dall’ex romanista Rafael Toloi, dal possibile futuro giallorosso Gianluca Mancini e da Jose Palomino.
Tra i pali ci sarà Etrit Berisha.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hatebooer, Pasalic, De Roon, Castagne; Gomez; Ilicic, Zapata.
Allenatore: Giampiero Gasperini.
Roma (4-2-3-1): Olsen; Karsdorp, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi, Cristante; Florenzi, Zaniolo, El Shaarawy; Dzeko.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.
Dirige la sfida il signor Gianpaolo Calvarese.
Gli incroci tra la Roma e il fischietto di Teramo sono 13, tra i quali non si annoverano pareggi, ma 9 vittorie e 4 sconfitte.
Sono 12, invece, le partite dell’Atalanta dirette dall’arbitro abruzzese, con un ruolino di marcia che recita 9 vittorie, 2 pareggi ed una sola sconfitta.
Calvarese ha diretto già una sfida tra le due squadre, conclusasi con la vittoria all’Olimpico dei nerazzurri sui giallorossi per 2-0.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Passeri-Manganelli e il quarto ufficiale Giua.
Al VAR ci saranno l’arbitro Di Bello e il guardalinee Bindoni.
Il calcio d’inizio, presso lo Stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, è previsto per le ore 15:00 di domenica 27 gennaio 2019.
Il match sarà visibile sul canale Sky Sport Serie A (202 del satellite, 373 del digitale terrestre) e sul canale Sky Sport (252 del satellite).

  • Pubblicato in Calcio

Coppa Italia, le pagelle di Roma-Virtus Entella

I giallorossi calano il poker e incontreranno la Fiorentina ai quarti. Doppietta e assist per Schick. Pastore ritrova il gol. Prima volta in rete per Marcano a Roma. Si fermano Perotti e Juan Jesus. Liguri in partita solo nel primo tempo.

Tutto facile per la Roma. Si potrebbe aggiungere un bel “finalmente”.
Il tabù degli ottavi di Coppa Italia, iniziato con l’amara sconfitta ai rigori contro lo Spezia all’Olimpico qualche anno fa, sembra infranto.
I giallorossi ci mettono poco a far capire all’avversario che non ci sono margini per alcun tipo di impresa.
25 secondi e Patrik Schick mette a segno di tacco il vantaggio romanista, sfruttando l’assist di Cengiz Under.
Le occasioni per il raddoppio fioccano, ma l’Entella ha un sussulto di orgoglio e inizia a prendere confidenza con il pallone, arrivando a creare due palle gol nella stessa azione.

  • Pubblicato in Calcio

Coppa Italia, le probabili formazioni di Roma-Virtus Entella

Di Francesco prova Kolarov centrale ed è ballottaggio con Juan Jesus. A sinistra chance per Luca Pellegrini. Più Perotti che Kluivert. Resta il dubbio tra Dzeko e Schick. L’Entella prova ad insidiare i giallorossi con la miglior squadra possibile. Arbitra Di Paolo.

Finite le vacanze si torna a fare sul serio.
La Coppa Italia ha aperto le danze degli ottavi di finale, che si chiuderanno lunedì sera con la sfida dello Stadio Olimpico che mette di fronte Roma e Virtus Entella.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Parma-Roma

I giallorossi chiudono con il botto vincendo in terra emiliana. Cristante e Under in gol nella ripresa. Gervinho ben contenuto dalla difesa capitolina. Gialloblù meglio nel primo tempo.

Il 2018 calcistico è ufficialmente archiviato.
Lo chiude al meglio la Roma che trionfa all’Ennio Tardini contro il Parma, al termine di un match piuttosto semplice da leggere.
I padroni di casa, infatti, hanno giocato come sempre, puntando sul recupero palla e il rovesciamento di fronte veloce, con il lancio smarcante per Gervinho o un altro attaccante. Una situazione tattica, questa, riuscita solo in un’occasione nel primo tempo, con Luca Siligardi trovatosi a tu per tu con Robin Olsen.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Juventus-Roma

Mandzukic tutto fare. Segna, difende e inventa. I bianconeri partono forte e finiscono controllando il match. I giallorossi ci credono troppo tardi ma di pericoli veri non ne creano. Olsen si riscatta, Zaniolo si conferma. Male Schick e Florenzi. Il VAR annulla un gol a Douglas Costa.

Ancora una volta è 1-0 all’Allianz Stadium.
Questo, infatti, è il quarto Juventus-Roma consecutivo che termina con il suddetto risultato.
Sintomo che per i giallorossi si tratta di un tabù davvero difficile da sfatare, specie se si pensa che è l’ottava trasferta su 8 che viene persa a Torino.

  • Pubblicato in Calcio

Champions League, le pagelle di Viktoria Plzen-Roma

Prova senza mordente e senza cuore dei giallorossi in Boemia. Marcano, Santon e Pastore fuori dal gioco. Luca Pellegrini si fa espellere in tre mosse poco dopo l’ingresso in campo. I cechi si accendono nella ripresa e vincono 2-1, confermando l’accesso in Europa League.

Dov’è la vittoria?
No, non è la recita dell’Inno di Mameli, ma la domanda che i tifosi romanisti si pongono da troppo tempo ormai.
La Roma non sa più vincere e mette in scena l’ennesima figuraccia della stagione. Stavolta ad esultare sono i cechi del Viktoria Plzen, cui sono bastati 10 minuti nella ripresa per accendere e vincere un match soporifero fino al 62esimo.

  • Pubblicato in Calcio

Champions League, le probabili formazioni di Viktoria Plzen-Roma

Giallorossi già agli ottavi e con un piccolo turnover. Gioca Mirante in porta, Pastore si riprende la trequarti. Chance per Luca Pellegrini e Ivan Marcano in difesa. I cechi, a pari punti del CSKA Mosca ma avanti per gli scontri diretti, puntano a vincere per arrivare in Europa League. Formazione a trazione anteriore, con un orecchio a Madrid.

Vincere.
C’è chi lo vuole fare per uscire da una crisi e chi per qualificarsi senza patemi d’animo in Europa League.
L’ultima giornata della fase a gironi di Champions League mette di fronte Viktoria Plzen e Roma, in una sfida che vale soprattutto per i cechi.
Ma i giallorossi non andranno di certo a fare una passeggiata nel gelo di Plzen. Anzi, c’è da scommettere che Eusebio Di Francesco (all.re Roma) voglia uscire dal tunnel nel quale si è impelagata la sua squadra già da domani sera.

  • Pubblicato in Calcio

Champions League, le pagelle di Roma-Real Madrid

Giallorossi più brillanti degli spagnoli nel primo tempo. Under si divora il vantaggio. Nella ripresa si spegne la luce e i blancos ne approfittano. All’Olimpico è 2-0 Real. Entrambe le squadre qualificate agli ottavi di finale.

La Roma è agli ottavi di finale di Champions League, grazie alla sconfitta casalinga del CSKA Mosca contro il Viktoria Plzen del pomeriggio.
Ma ci va sommersa dai fischi dei 65mila accorsi allo Stadio Olimpico per sostenere la squadra.

  • Pubblicato in Calcio

Champions League, le pagelle di Roma-Viktoria Plzen

I giallorossi calano il pokerissimo. Dzeko si sblocca e si porta il pallone a casa. Under sfiora la doppietta. Esordio con gol per Kluivert. Strepitoso Lorenzo Pellegrini in regia. I cechi fanno poco in attacco e pochissimo in difesa. Roma a pari punti del Real Madrid, sconfitto a Mosca, nel girone.

Solo le briciole.

Questo è quello che può raccogliere il Viktoria Plzen sul prato dell’Olimpico, dove la Roma continua a vincere in Europa ininterrottamente dalla passata edizione della Champions League. Siamo a quota sei.
Vittoria bella e convincente dei giallorossi, da subito spigliati e volenterosi di chiudere al più presto la pratica contro i cechi.
Dopo soli tre minuti, infatti, ritrova il gol Edin Dzeko, avverando la profezia di Eusebio Di Francesco (all.re Roma) in conferenza stampa pre gara.

  • Pubblicato in Calcio
Sottoscrivi questo feed RSS
Partly Cloudy

9°C

Roma

Partly Cloudy

Humidity: 46%

Wind: 8.05 km/h

  • Clear
    24 Mar 2016 16°C 6°C
  • Sunny
    25 Mar 2016 17°C 10°C
Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore