logorcb

updated 10:34 PM CET, Feb 21, 2020

Fonseca e il giallo dei gialli, che forse giallo non è.

fonseca romaL’allenatore dell’A.S. Roma Paulo Fonseca, pur da poco nel nostro calcio, si è accorto che il trattamento dei giocatori che vestono la casacca giallorossa non è lo stesso degli altri calciatori. Potrebbe raffigurarsi un caso, un giallo probabilmente, o soltanto una mancanza di abitudine da parte del Mister che non conosce bene la storia della sua squadra. I tifosi giallorossi ne hanno viste anche di peggiori e sono ancora lì a seguire, cantare, tifare e sostenere sempre e comunque i colori del loro sviscerato amore.
  • Pubblicato in Calcio

Bologna – Lazio 2 -2. Vittoria gettata al vento.

sinisaPrima di ogni commento alla partita è doveroso evidenziare come i tifosi di Lazio e Bologna si siano uniti con grande spirito di affetto, prima e durante la partita, per esprimere tutta la vicinanza a Mister Mihajlovich.

Venendo, invece, al commento del match dell’Dall’ara si evidenzia che questo campionato giunto alla sesta partita rischia per la Lazio di essere ricordato come quello delle occasioni perse. La Lazio anche in questa partita costruisce parecchio ma non riesce a finalizzare tutta la mole di lavoro prodotto ed anzi rischia di uscire sconfitto tenendo conto che per ben due volte va sotto nel risultato.

Il Bologna si dimostra una buona squadra con una ottima organizzazione con una grande fisicità e aggressività che ha impensierito una retroguardia laziale a volte poco concentrata.

La partita è stata bella e giocata su buoni ritmi dove il Bologna è passata in vantaggio per ben due volte ed è stata raggiunta in entrambe le occasioni da un Ciro Immobile ben ispirato.

La partita nel secondo tempo ha visto dapprima l’espulsione di Lucas Leiva, per doppia ammonizione,  e dopo qualche minuto di Medel, per fallo commesso come chiara occasione da gol; a circa 4 minuti dalla conclusione della partita l’occasione per la vittoria è capitata a Correa che dal dischetto dal rigore, causato da un fallo di Palacio su Acerbis, ha colpito la traversa vanificando la possibilità di portare a casa  i 3 punti più che meritati.

La Lazio purtroppo pur essendo padrona della partita commette troppe amnesie difensive che ne pregiudicano il risultato finale.   

  • Pubblicato in Calcio

Il dialogo del Festival Francescano conquista Bologna: oltre 60mila presenze

Dialogo francescanoA Bologna in questi tre giorni migliaia di persone si sono fermate a riflettere sull'importanza del dialogo: Piazza Maggiore e Piazza Re Enzo gremite per assistere agli oltre 100 appuntamenti del Festival Francescano, molti di questi da tutto esaurito. Soddisfatti gli organizzatori: "Undici anni di Festival Francescano sono sinonimo di una manifestazione attesa e consolidata, che continua a sviluppare stimoli e partecipazione". Il prossimo anno, sempre a Bologna, si parlerà di economia

Serie A, le pagelle di Bologna-Roma

 Dzeko all’ultimo respiro regala tre punti d’oro ai giallorossi. In gol anche Kolarov su punizione e Sansone su rigore che non c’è. Ingenuo Mancini, anche se il secondo giallo sembra esagerato. Pairetto rimandato. Il VAR non aiuta.
Contro la stanchezza, contro qualche decisione arbitrale, sotto di un uomo, all’ultimo respiro.

Questo il riassunto della vittoria della Roma allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna contro i padroni di casa rossoblù.
La squadra di Paulo Fonseca porta a casa un match equilibrato e piuttosto ruvido.
Primo tempo con poche emozioni da una parte e dall’altra.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le probabili formazioni di Bologna-Roma

 Fonseca si riaffida a Zaniolo nel tridente offensivo, rifiata Kluivert. Pellegrini sulla trequarti. In difesa ancora out Smalling, tocca a Mancini e Fazio. Florenzi torna titolare sulla destra. Tra i felsinei è assente Danilo. Tomiyasu parte dalla panchina, dentro Mbaye. Destro centravanti, con Palacio ala sinistra. Ballottaggio Dzemaili-Poli a centrocampo. Arbitra Pairetto, al VAR Calvarese.
Due squadre in piena forma, specie in zona offensiva.

Si preannuncia spettacolo allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna, dove alle 15:00 di domenica andrà in scena una delle sfide più giocate della Serie A: Bologna-Roma.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Roma-Bologna

Giallorossi sottotono ma cinici. Il Bologna fa la partita ma perde. In gol Kolarov su rigore, Fazio e Sansone. All’Olimpico è 2-1.

Chi lo dice che chi gioca meglio vince.
Si guardi a proposito la partita di stasera, in cui chi avrebbe meritato di più esce sconfitto.
Il Bologna perde in casa della Roma al termine di una partita in cui ha creato molto più degli avversari.
Ma i giallorossi, dal canto loro, lanciano un segnale importante alla lotta per la Champions League, portando a casa la vittoria in una partita che, nel gergo calcistico, si definisce sporca.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le probabili formazioni di Roma-Bologna

Giallorossi senza Under e Schick. In dubbio anche El Shaarawy. Zaniolo alto a destra e idea Marcano a sinistra. Più Nzonzi che De Rossi. Mihajlovic rinucia a Palacio, squalificato. Si fermano Mattiello e Destro in rifinitura.

Secondo testacoda su tre in arrivo per la Roma.
Dopo il Chievo settimana scorsa e prima del Frosinone sabato prossimo, i giallorossi affrontano il Bologna, attualmente terzultimo in classifica, nella sfida valevole per la 24esima giornata di campionato.
Sono passati 174 giorni dal 2-0 inflitto dai felsinei al Dall’Ara, ed entrambe le formazioni si sono modificate, in meglio, come ammesso da Eusebio Di Francesco (All.re Roma) in conferenza stampa:Quest’anno i momenti si sono un po’ alternati, abbiamo risalito la china e poi siamo tornati in basso. Adesso bisogna sbagliare il meno possibile. È un ricordo non bello però ci deve servire per non tornare indietro. Sarà però un’altra partita, è un altro Bologna, ha cambiato allenatore e ci sono tanti giocatori nuovi. È una squadra che lavora in maniera differente rispetto a prima”.
Il tecnico abruzzese vuole rimanere nella scia del Milan e staccare le altre aspiranti alla zona Champions League, ma dovrà farlo con alcune defezioni importanti nel reparto offensivo.

Non ci saranno, infatti, né Cengiz Under, né Diego Perotti, i cui rientri potrebbero avvenire contro il Frosinone, né Patrik Schick, le cui condizioni sono da valutare settimana per settimana.
Inoltre, è in dubbio anche Stephan El Shaarawy che, dopo aver subito una botta all’anca nell’allenamento di sabato, ha effettuato solo una parte della rifinitura in gruppo, finendo la sessione con un lavoro individuale.
Ecco, dunque, che Nicolò Zaniolo viene confermato nel ruolo di esterno offensivo destro anche in questa partita: “Per quanto riguarda il ruolo, lo devo per forza di cose tenere in considerazione, perché numericamente non ho attaccanti in questo momento, per di più perché è in dubbio e lo sarà fino a domani El Shaarawy. Ha preso un colpo in allenamento all’anca e aveva ancora fastidio, non so se parteciperà completamente col gruppo nella rifinitura, ma lo dovremo valutare. Avendo anche Under e Schick non disponibili, abbiamo solo 3-4 attaccanti insieme a Kluivert. In quel ruolo ci può rigiocare anche domani”.
Completano il tridente Edin Dzeko e uno tra Justin Kluivert ed El Shaarawy, con l’olandese che scalda i motori qualora il fastidio del Faraone non dovesse essere smaltito per tempo.
Sulla mediana dovrebbe esserci spazio per Steven Nzonzi. Il francese, infatti, si è allenato bene in settimana e potrebbe giocare al posto di Daniele De Rossi, senza escludere la possibilità di vederli entrambi dal primo minuto:È un po’ quotidiana, lo ha detto anche lui in conferenza. Ieri ha fatto un lavoro a parte, perché era programmato un po’ di carico e scarico, nella programmazione del problema al ginocchio, oggi si allenerà con la squadra, è disponibile. Potrebbe essere della partita e potrebbero anche giocare insieme lui e Nzonzi”.
Qualora il capitano romanista dovesse partire dalla panchina, ai fianchi di Nzonzi ci sarebbero Lorenzo Pellegrini e Bryan Cristante.
In difesa potrebbero riposare Aleksandar Kolarov e uno tra Federico Fazio e Kostas Manolas, con Ivan Marcano pronto a ricoprire il ruolo di terzino sinistro e Juan Jesus quello di centrale di difesa:Come terzino sinistro è più adattabile Marcano che Jesus per caratteristiche generali, è più dinamico e più abituato a giocare a campo aperto. Juan lo vedo più difensore centrale per il mio modo di vedere il calcio. Con la difesa a tre le cose cambiano perché tende ad aprirsi di più. Non ho deciso ancora niente dietro, c’è anche Ivan, ha fatto molto bene col Chievo ed è in crescita dal punto di vista degli allenamenti. Sono contento in generale di come si stanno allenando poi è ovvio che non posso far contenti tutti perché devo scegliere 11 giocatori. Juan è un giocatore di grande affidabilità”.
Sulla destra è ballottaggio tra Alessandro Florenzi, al momento in vantaggio, e Davide Santon.
Completa l’undici titolare Robin Olsen, che si riprende la porta dopo l’infortunio al polpaccio.
In casa bolognese, il tecnico dei rossoblù Sinisa Mihajlovic deve fare i conti con le assenze di Rodrigo Palacio, squalificato, e degli infortunati Riccardo Orsolini, Giancarlo Gonzales, Federico Mattiello e Mattia Destro.
Gli ultimi due hanno accusato problemi muscolari durante la rifinitura.
Scelte quasi forzate, dunque, per l’allenatore dei felsinei, che sprona i suoi in conferenza stampa:La Roma è più forte, lo sappiamo. Ma sappiamo anche che possiamo metterli in difficoltà. Giocare all’Olimpico è complicato, al di là di come stanno i giallorossi fisicamente e mentalmente. Ma a noi non cambia nulla: per fare risultato dobbiamo giocare una grande partita, di certo non partiamo battuti”.
Al netto delle assenze, dunque, si può pensare ad un 4-2-3-1 così allestito: in porta ci sarà l’ex Lukasz Skorupski, mentre davanti all’estremo difensore polacco, la retroguardia dovrebbe essere composta dalla coppia di centrali Danilo-Arturo Calabresi, altro giocatore dal passato a tinte giallorosse, e dai terzini Ibrahima Mbaye, a destra, e Mitchell Dijks, a sinistra.
Sulla mediana, il mister serbo dovrebbe schierare il tandem Andrea Poli-Erick Pulgar, davanti alla difesa, e Roberto Soriano sulla trequarti.
Ai fianchi dell’unica punta Federico Santander, ci saranno Simone Edera e Nicola Sansone.
Andiamo a riepilogare le probabili formazioni:
Roma (4-3-3): Olsen; Florenzi, Manolas, Juan Jesus, Marcano; Pellegrini, Nzonzi, Cristante; Zaniolo, Dzeko, Kluivert.
Allenatore: Eusebio Di Francesco.
Bologna (4-2-3-1): Skorupski; Mbaye, Danilo, Calabresi, Dijks; Poli, Pulgar; Edera, Soriano, Sansone; Santander.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.
Dirige la sfida il signor Marco Di Bello.
Sono 9 i precedenti tra la Roma e il fischietto di Brindisi, con uno score che vede i giallorossi ancora imbattuti in Serie A: 8 vittorie e 1 pareggio. L’ultimo incrocio risale a dicembre, quando i capitolini si imposero sul Genoa per 3-2 all’Olimpico.
Sono 8, invece, le partite del Bologna dirette sinora dall’arbitro pugliese, con un ruolino di marcia che recita 2 vittorie, 5 pareggi e 1 sconfitta.
Completano la quaterna arbitrale gli assistenti di linea Cecconi-Caliari e il quarto ufficiale Ghersini.
Al VAR sono stati designati l’arbitro Massa e il guardalinee Fiorito.

Il calcio d’inizio dell’incontro è previsto per le ore 20:30 di lunedì 18 febbraio 2019, presso lo Stadio Olimpico di Roma.
Il match sarà trasmesso in esclusiva da Sky, sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 del satellite e 373 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite) o in streaming attraverso l’applicazione SkyGo.

  • Pubblicato in Calcio
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore