logorcb

updated 7:49 AM CEST, Sep 20, 2019


Roma Capitale Magazine media partner di Taste of Roma 2019!
Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione.
Promo esclusiva per i nostri lettori.
Invia una mail a oppure WhatsApp 3938614787

Il calcio femminile e GS Flames Gold in campo per dire "NO alla violenza di genere"

18491563 1793781380951357 7191987096476249404 oQUADRANGOLARE DI CALCIO A5 AMATORIALE FEMMINILE

La violenza maschile contro le donne e un problema culturale che ci riguarda tutti. La
responsabilità quotidiana che mettiamo in ogni parola, gesto o atto di relazione con gli altri, infatti,
comunica il nostro bagaglio culturale e quanto esso comprenda o meno quegli stereotipi che
possiamo scegliere di criticare ed arginare. Per fare ciò s’impone la necessità di cambiare mentalità
soprattutto in ogni atto del vivere quotidiano, nell’ ambito delle iniziative sportive inerenti la
Campagna di sensibilizzazione e promozione sociale “ Lo Sport contro la violenza sulle
Donne…per vincere insieme!!”, dopo il Torneo di Natale di Beach Volley e la partita dedicata di
Serie A Elite femminile ASD Olimpus Roma vs SS Lazio, il GS Flames Gold e la Magnester UTD,
organizzano 1° Torneo di calcio a5 femminile amatoriale “ No Violence Against Women”, che
avrà luogo sabato 20 maggio presso il Tiburtina Valley Sporting Club, via Giulio Vincenzo Bona –
Roma, con inizio alle ore 16.00. Parteciperanno le Squadre: MAGNESTER UTD, HAKUNA
MATATA, FB5 e CONDOR F.C.. Tutti uniti per gridare un forte No alla violenza di genere!!!

Calcio femminile, il Magnester United:“Una squadra amatoriale..che fa la differenza”

macIl Magnester United, squadra amatoriale di calcio a 5 femminile, con sede a Roma, è stata fondata da due giovani ragazze nel settembre del 2013. "E’ stata la forte passione a far nascere questa squadra, con lo scopo di condividere questa passione con un gruppo di persone e di creare uno spazio nostro al di la degli impegni lavorativi e di studio. In questi anni ormai, penso che la squadra sia diventata, per tutte noi, un punto di riferimento, che ha due caratteristiche fondamentali; la passione e lo svago" E’ con queste parole che il presidente Maglio Elena inizia a parlare della sua squadra.

"Le nostre ore di calcetto sono ormai diventate vitali, è come quando si ha il bisogno di andare a prendere un caffè con le amiche, l’unica differenza, è che noi diamo quattro calci ad un pallone. E così abbiamo trovato nella nostra squadra una nuova dimensione dello stare insieme, che include esercizio fisico, spirito di squadra, dedizione ma anche divertimento e uno spazio di confronto aperto che ci consente ogni giorno di crescere e di sentire il supporto del gruppo di cui siamo parte.

E sono proprio questi i valori che io e la mia squadra vogliamo condividere oggi con voi, facendoci rappresentanti di coloro che hanno provato sulla loro pelle il valore dello sport che va al di la del solo esercizio fisico per diventare un importante strumento di crescita del singolo all’interno della squadra e di consapevolezza secondo cui insieme si raggiungono piccole e importanti vittorie " così continua il mister Cianfriglia Silvia. 

La squadra si autofinanzia ma sono sempre alla ricerca di uno o più sponsor che possano supportarle.

Entrambe si sono date molto da fare, sia nel portare avanti la propria squadra, sia nella promozione che valorizzazione del calcio femminile, partecipando attivamente a vari progetti.

In questo momento sono attive nell’ organizzazione di un progetto contro la violenza sulle donne, insieme all’ associazione Flames Gold. 

Vi invitiamo, pertanto, al quadrangolare contro la violenza sulle donne, che si svolgerà il giorno 20 maggio alle ore 15.30 al campo Tiburtina Valley sito in via Vincenzo Bona. 

PALLONE E CORAGGIO: LO SPORT IN PIAZZA A LOCRI CON IL CSI

Sporting Locri Csi bandiera 1Dopo le minacce allo Sporting il 6 gennaio è Epifania della legalità: #IoVadoAGiocareALocri. Il CSI promuove una mattinata polisportiva con campi di calcio a 5, volley e basket in Piazza dei Martiri. Il presidente Massimo Achini: "Nei territori di frontiera lo sport può e deve vincere sempre due volte"


A Locri lo sport conquista la piazza. Centinaia di giovani provenienti da tutta la Calabria, ma anche da diverse regioni d’Italia hanno aderito alla proposta del CSI #IoVadoAGiocareALocri. Mercoledì 6 gennaio, dalle 9.30 alle 13, a Locri, il Villaggio dello Sport del Centro Sportivo Italiano, con campi di calcio a 5, basket e pallavolo animerà la centralissima Piazza dei Martiri portando tra la gente la gioia e l’allegria dello sport. Una mattinata, tutta "pallone e coraggio" per ribadire che lo sport non possa mai chiudere e che debba dare risposte al territorio, specie se in un contesto particolarmente "difficile".

A dare il simbolico calcio di inizio all’evento sarà il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, che, nel merito della manifestazione, ha dichiarato: "Si tratta di un momento di aggregazione sportivo e sociale importante per una città che è stata “violentata” dalle ultime vicende; una città che pur essendo consapevole dell’esistenza del fenomeno mafioso non ha paura di scendere in piazza con la maggioranza dei propri cittadini, composta da persone per bene".  Con i ragazzi in piazza anche il Vescovo, S.E. mons. Francesco Oliva che interverrà al termine della mattinata. In campo, tra tanti giovani provenienti da tutta la Calabria e da altri comuni d’Italia, sarà protagonista anche una rappresentativa delle ragazze dello Sporting Locri. A spiegare il senso di questa festa dello Sport è il presidente nazionale del CSI Massimo Achini: "Abbiamo deciso di organizzare questa Festa dello Sport in piazza a Locri, per dare un segnale concreto di attenzione. Lo sport nei contesti "difficili" non solo deve esserci, ma deve sempre esserci due volte. In territori di frontiera rappresenta davvero una delle pochissime possibilità di educare i giovani alla legalità e alla vita. Ovviamente saremo a Locri anche per esprimere vicinanza alle ragazze dello Sporting (società che da anni milita anche nei campionati CSI). Ma saremo a Locri, soprattutto, per testimoniare che in territori come questo lo Sport deve crescere e non certo scomparire. Ed è bello affidare ai giovani questo incarico speciale. Lanciando l’hashtag #IoVadoAGiocareALocri non sapevamo quanti avrebbero aderito. Saranno centinaia i giovani che "zaino in spalla e pallone in mano” arriveranno mercoledì mattina per fare festa con lo Sport. Un segnale davvero ricco di significato, non solo per la Locride, ma per tutto il Paese".

La manifestazione, curata tecnicamente dal CSI Reggio Calabria, coinvolgerà tutto lo sport calabrese a cominciare dal CONI e dalla FIGC che saranno in piazza con i loro rappresentanti regionali. Nella mattinata sono previste anche esibizioni di danza e pallamano. Quella di mercoledì 6 gennaio non sarà solo una festa di Sport, ma, vista la ricorrenza, anche un “Epifania della legalità” e l’occasione per testimoniare come lo Sport, in contesti difficili, debba manifestarsi ed esplodere le sue infinite potenzialità educative. Dove lo sport chiude, si uccide un pezzo di comunità e soprattutto la speranza dei giovani.

L’iniziativa è supportata sui canali social attraverso l’hashtag #IoVadoAGiocareALocri.

  • Pubblicato in Calabria
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore