logorcb

updated 10:57 PM CEST, Aug 13, 2019

Lutto in casa AS Roma: è morta Maria Sensi

A dare l’annuncio del decesso è stata la figlia Rosella via Facebook: “Sei stata una donna straordinaria. Hai raggiunto il tuo amato Franco”.

Bandiere a mezz’asta a Trigoria.
Si è spenta questa sera, all’età di 75 anni, la signora Maria Sensi, moglie dell’ex presidente della Roma, Franco, scomparso nell’agosto del 2008.

  • Pubblicato in Calcio

Mark Zuckeberg: fiocco rosa e futuro roseo

1203zuckerbergVerrà rinnovata l’autorizzazione a dirigere il social network da lui stesso inventato, a tempo indeterminato molto probabilmente; seppur con la sua dolce metà avrà di che offrire nel corso della loro esistenza quasi tutti i titoli riguardanti l’oggetto di Facebook medesimo per favorire l’intento d’incentivare gli studi per i meno abbienti, oltre che la ricerca per la guarigione dai rari malanni e naturalmente, data l’indole strariconosciuta di Mark Zuckeberg, la comunicazione tra gli esseri umani.

A dichiararlo è stato il Ceo di Fb, rassicurando per questa notevole forma di solidarietà con l’istituzione a breve della “Chan Zuckeberg Initiative”, opera della stessa coppia di genitori novelli per giunta, avendo dato alla luce proprio ieri una femminuccia di nome Max…!

Attualmente le quote del Ceo si traducono in una cifra complessiva che si aggira intorno ai 45 miliardi di dollari.

 

 

  • Pubblicato in Costume

Attenzione ai falsi profili nei Social Network

falsi profiliCresce il numero degli inganni su Facebook e Twitter.

Che raggiro può nascondere una pagina fittizia?

Perché nascono?

Queste sono domande lecite, alle quali cercheremo di dare risposte.

Facebook è un servizio di rete sociale lanciato nel febbraio 2004, posseduto e gestito dalla corporation Facebook, Inc. e, come sappiamo tutti è stato  fondato a Harvard negli Stati Uniti da Mark Zuckerberg.

È disponibile in oltre 70 lingue e nell'ottobre 2012 conta circa 1 miliardo di utenti attivi che effettuano l'accesso almeno una volta al mese, classificandosi come primo servizio di rete sociale per numero di utenti attivi.

Invece Twitter nasce nel 2006 ed è un servizio gratuito di social network e microblogging che fornisce agli utenti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri. Twitter è costruito totalmente su architettura Open sour.

Twitter nel 2012 ha raggiunto i 500 milioni di iscritti e 200 milioni di utenti attivi che fanno accesso almeno una volta al mese.

download 1 1Come nascono i falsi profili?

Ci sono dei software che li creano in automatico, combinando in modo casuale nomi, informazioni del profilo, link e foto.

Il programma è anche in grado di variare gli indirizzi Ip degli account creati, in modo da non essere bloccato dalla piattaforma per spam.

Una volta creato un bot, si può decidere di fargli seguire profili casuali o mirati, di farlo twittare e ritwittare pescando in giro attraverso un crawler, un software simile a quello che usa Google per indicizzare i siti, oppure di metterlo a rilanciare i tweet di un determinato utente.

Le aziende che li vendono, alla luce del sole, sono numerose: Fiverr, FanMeNow, SocialPresence, SeoClerks,  queste per citarne solo alcune.

Sono circa 76 milioni gli account falsi stimati su Facebook, inoltre  ci sono quelli creati  direttamente dalle persone per puro divertimento (ingannare la gente).

Nel vizietto del falso profilo sono cadute e continuano a cadere anche star del mondo dello spettacolo o brand famosi.

Spesso Twitter si accorge di queste cose, dato che fa periodicamente un repulisti di bot, cancellando in blocco quelli che individua, o perché l’affitto degli stessi è scaduto.

fb-fakeDietro a tutto questo sono utenti e aziende che comprano follower e “mi piace” per accrescere il proprio peso sui social network, politici in cerca di visibilità, ma anche applicazioni e interessi militari e di intelligence.

Per un business che è diventato ormai milionario.

Fate quindi molta attenzione quando accettate una nuova amicizia, perché dietro potrebbe nascondersi un falso profilo creato ad hoc solo per divertimento o per business.

Facebook: Fatturato in crescita del 50%: e l'utile?

il secondo trimestre di facebook"Dati di bilancio incoraggianti quelli del secondo trimestre 2013 per il più popolare tra i social network: crescita annuale superiore al 50% per il fatturato e buon risultato in termini di utile. Utenti in costante aumento e grossa attenzione al business mobile".

Tempo di risultati finanziari anche per Facebook, capace di chiudere il secondo trimestre dell'anno 2013 con un fatturato pari a 1,81 miliardi di dollari. Si tratta di un dato in forte incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, che aveva visto vendite per 1,18 miliardi di dollari: +53% di crescita, con forte spinta proveniente dalle soluzioni mobile.

Facebook carpisce contatti telefonici in modo illecito

norton-mobile-security“Con Norton Mobile Security e le tecnologie Norton Mobile Insight Symantec ha rilevato un traffico anomalo relativo all'utilizzo della app di Facebook su terminale Android”

Alcuni giorni fa è stato portato alla luce un problema non di poco conto relativo alla app Facebook per Android: all'insaputa dell'utente durante le fasi di avvio della app vengono raccolti tutti i contatti telefonici presenti sul terminale e inviati ai server di Facebook.

La scoperta è stata fatta da Symantec con una nuova versione di Norton Mobile Security e Facebook è stata prontamente informata della situazione. Da Menlo Park è poi giunta conferma del problema e il rilascio di una versione beta della app in cui viene risolto il bug; è prevista la disponibilità di una versione aggiornata su Google Play entro pochi giorni.

Symantec è stata insospettita da un anomalo traffico di dati tra il terminale e i server di Facebook nel momento in cui la app veniva avviata; successive indagini hanno poi evidenziato la natura di tale traffico. Facebook ha già dichiarato di non aver raccolto volontariamente tali dati e di aver provveduto all'eliminazione di tutti i dati erroneamente raccolti.

A rendere preoccupante la situazione è il numero di utenti che quotidianamente utilizzano questa app: i dati ufficiali parlano di 7,4 milioni di download effettuati dal Google Play. Alcune fonti online approfittano della situazione per evidenziare altre situazioni anomale che però nel caso specifico vengono ufficialmente dichiarate da Facebook e accettate dall'utente nel momento in cui la app viene installata.

Ad esempio possiamo leggere chiaramente:

CHIAMATA DIRETTA N. TELEFONO Consente all'app di chiamare numeri di telefono senza il tuo intervento. Ciò può comportare chiamate o addebiti imprevisti. Tieni presente che questa autorizzazione non consente all'app di chiamare numeri di emergenza. Le app dannose potrebbero generare dei costi effettuando chiamate senza la tua conferma.

RECUPERO APPLICAZIONI IN ESECUZIONE Consente all'app di recuperare informazioni sulle attività attualmente e recentemente in esecuzione. Questa autorizzazione potrebbe consentire all'app di scoprire informazioni sulle app in uso sul dispositivo.

LETTURA CONTATTI PERSONALI Consente all'app di leggere i dati relativi ai contatti memorizzati sul dispositivo, inclusa la frequenza con cui hai effettuato chiamate, inviato email o comunicato in altri modi con persone specifiche. Questa autorizzazione consente alle app di salvare i dati dei contatti e le app dannose potrebbero condividere tali dati a tua insaputa.

Ragionando su queste autorizzazioni e sul funzionamento della app è possibile ridimensionare in parte il problema, infatti, pur offrendo ampio accesso e autonomia all'applicazione queste autorizzazioni sono necessarie per garantire un utilizzo più semplice del servizio e, soprattutto, vengono dichiarate a priori dall'azienda. Purtroppo l'utente non presta attenzione a questi dettagli e se anche lo facesse è disposto ad accettarne le conseguenze non avendo altra soluzione o alternativa.

Il problema sollevato da Symantec è però più grave, infatti, quanto fatto dalla app non sarebbe autorizzato dall'utente e, dettaglio ancor più importante, il traffico anomalo avverrebbe prima del login esponendo al potenziale rischio anche chi pur non avendo un account Facebook si trova la app preinstallata sul dispositivo.

Symantec ha dichiarato che anche su altre applicazioni sono stati osservati comportamenti anomali e a breve l'azienda di sicurezza californiana promette un elenco completo di dettagli. Il fatto rilevato nei giorni scorsi dovrebbe far riflettere sui rischi connessi all'utilizzo di uno smartphone e alla gestione dei dati su esso memorizzati, rischi più o meno noti o sconosciuti, ma il più delle volte non considerati.

Da parte delle principali società che si occupano di sicurezza è da tempo che giungono segnali di allerta, in particolare per i terminali Android per i quali si fa riferimento a malware o ad applicazioni sviluppate in modo tale da raccogliere informazioni in modo illecito.

Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore