logorcb

updated 2:33 PM CEST, Sep 16, 2019


Roma Capitale Magazine media partner di Taste of Roma 2019!
Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione.
Promo esclusiva per i nostri lettori.
Invia una mail a redazione [AT] romacapitalemagazine [DOT] it oppure WhatsApp 3938614787

Governo: nasce il Conte bis, i ministri hanno giurato al Quirinale

 

governoIl governo Conte ha giurato al Quirinale, nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella: è dunque nella pienezza dei poteri. Al termine del giuramento, Mattarella e Conte hanno lasciato il tavolo e hanno raggiunto i ministri, per la foto di rito.

 Conte ha giurato per primo e ha firmato con la propria penna, che ha estratto dal taschino della giacca, e non utilizzando quella a disposizione sul tavolo. Conte, e come lui tutti i ministri, ha pronunciato la formula del giuramento, che è: "Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della Nazione".

Il primo ministro a giurare è il stato ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D'Incà. A seguire tutti gli altri. Alfonso Bonafede, confermato titolare della Giustizia, giura da ministro con la mano sul cuore davanti al presidente della Repubblica.

Conte, dopo il giuramento, è giunto a palazzo Chigi, accolto nel cortile dal picchetto d'onore. Il presidente del Consiglio ha suonato la campanella, nel tradizionale passaggio che precede il primo Consiglio dei ministri di ogni nuovo governo. Il premier, che succede a se stesso, è stato accolto a Palazzo Chigi dal segretario generale Roberto Chieppa, che poi gli ha passato la campanella, che da tradizione viene consegnata da un premier all'altro. Insieme a lui anche il sottosegretario uscente alla presidenza del Consiglio Giancarlo Giorgetti e Riccardo Fraccaro che gli succede a Palazzo Chigi. Tra i due una stretta di mano.

"Buon lavoro e auguri al nuovo Governo e a tutti i Ministri! Ora cambiamo l'Italia". Lo scrive su Facebook il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che ha assistito al giuramento del nuovo governo dal suo ufficio in Regione Lazio

Edilizia convenzionata a seguito della Delibera 116/2018

di santo convA Roma, in data 28 novembre presso la Suprema Corte di Cassazione si è svolta un interessante convegno organizzato dal Consiglio Ordine avvocati di Roma in tema di edilizia convenzionata a seguito della nuova delibera del Comune di Roma la n.116/2018 del 23 ottobre 2018 che ha previsto delle importanti novità in ordine principalmente ai conteggi per il pagamento degli oneri di affrancazione e trasformazione.

Governo: vertice sulla manovra tra Conte, Di Maio, Salvini, Tria

di mIn corso a Palazzo Chigi, prima del consiglio dei ministri, un vertice sulla manovra, a cui partecipano il premier Giuseppe Conte, i due vicepremier, Luigi Di Maio e Matteo Salvini, i ministri Giovanni Tria, Paolo Savona e il sottosegretario Giancarlo Giorgetti.

 

Entro questa settimana il governo dovrà varare la nota di aggiornamento al Def che prelude alla legge di bilancio.

IL V.P. DELLA CONF-ESERCENTI GIOVANI, INCONTRERA' IL MINISTRO ZANONATO

F ZanonatoIl vicepresidente nazionale della CONFESERCENTI Giovani, Emanuele Frongia, mercoledì incontrerà il Ministro dello Sviluppo Economico Zanonato, ergendosi a portavoce di una serie di richieste da parte degli imprenditori sardi.

Una delle questioni preminenti che verranno affrontate riguarderà le conseguenze del decreto lavoro Letta, che in Sardegna per il vicepresidente della Confesercenti avrà un impatto notevole, contribuendo oltremodo alla “fuga dei cervelli” all’estero.

Il Consiglio dei Ministri ha infatti introdotto agevolazioni contributive per i neo assunti, a patto che essi siano giovani con meno di 29 anni, senza il diploma o con familiari a carico, oppure disoccupati da più di sei mesi In questo quadro a tinte fosche- afferma Frongia- il Decreto Lavoro pare limitarsi, con lo spirito del provvedimento tampone, a prendere meramente atto di una situazione negativa, relegando in secondo piano quanti investono in formazione e crescita personale. Mi domando dove sia la spinta all’innovazione e alla crescita, se alle aziende vengono concessi incentivi all’assunzione che riguardano, in via esclusiva, personale scarsamente o per nulla qualificato”.

Dopo una settimana dall’uscita del decreto lavoro, la richiesta più importante di cui si fa portavoce Emanuele Frongia, è quella di investire ulteriormente su programmi che necessitano di un investimento minimo rispetto ai risultati che si possono ottenere, come il programma Erasmus, che offre ai giovani, che investono nello studio e nella ricerca, la possibilità di arricchire ulteriormente la propria esperienza formativa.

L’idea portata avanti da Frongia in seno al Governo, è quella di essere lungimiranti e meritocratici attraverso la tutela delle risorse umane qualificate che contribuirebbero alla crescita dell’Italia, offrendo alle aziende degli incentivi per la loro assunzione, fermando così quest’emorragia di forza lavoro qualificata verso altri Paesi.

Il "Decreto Fare": Agenda Digitale e Wi-Fi libero

decretowifi"Il Governo ha previsto nel “Decreto Fare” una nuova governance per l'Agenda Digitale e ribadisce la libertà di accesso a internet con il solo obbligo di tracciabilità del dispositivo”

Il “Decreto Fare” è stato approvato lo scorso sabato da parte del Consiglio dei Ministri e tra le molteplici iniziative previste per il rilancio economico del Paese si parla anche di Internet e di Agenda digitale.
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore