logorcb

updated 2:03 PM CEST, Oct 13, 2019

Motomondiale, Marquez domina il Gran Premio di Aragona

 Assolo del campione del mondo in carica sin dal primo giro. Secondo Dovizioso, terzo Miller. Lontano Rossi, ottavo. Bene le Aprilia. In Moto 3 vince Canet, in Moto 2 Binder.
Anche il tempo per un caffè.
Se davvero Marc Marquez lo avesse voluto se lo sarebbe potuto prendere, dati i 7 secondi come massimo vantaggio e i 4 abbondanti avuti sul traguardo sul primo inseguitore con cui ha tagliato il traguardo del Gran Premio di Aragon.

Motomondiale, Marquez trionfa nel Gran Premio di Germania

 Il campione del mondo in carica conquista la decima vittoria consecutiva sul circuito del Sachsenring e fa un passo in avanti verso il titolo mondiale. Secondo Vinales, terzo Crutchlow. Cade Rins quando era in seconda posizione.  Quarte e quinte le Ducati di Petrucci e Dovizioso. Ottavo Rossi. In Moto 3 vince Dalla Porta, in Moto 2 Alex Marquez.
A braccia conserte.

Arriva così, con il vuoto alle spalle, Marc Marquez sotto la bandiera a scacchi del Gran Premio di Germania.
Come un professore che guarda severo e dà una lezione ai suoi alunni. Ma se vinci a 26 anni da quando ne hai 16 anni, per 10 volte di seguito sul circuito del Sachsenring, forse un po’ maestro lo sei.

Motomondiale, Vinales conquista il Gran Premio d’Olanda

 Lo spagnolo della Yamaha, al termine di un duello intenso con Marquez, arriva per primo sotto la bandiera a scacchi sul circuito di Assen, proprio davanti al campione della Honda. Terzo Quartararo. Poi un terzetto di italiani, con Dovizioso, quarto, Morbidelli, quinto, e Petrucci, sesto. Bene Iannone, decimo. Scontro Rossi-Nakagami, terzo ko di fila per il Dottore. Fuori anche Rins. In Moto 3 doppietta azzurra: Arbolino vince davanti a Dalla Porta. In Moto 2 trionfa Fernandez. Incidente tra Baldassarri e Alex Marquez.

Fine dell’astinenza.
Maverik Vinales torna a vincere in MotoGP e lo fa splendidamente nel Gran Premio d’Olanda.
Una gara bella, tirata, che ha visto una scrematura solo nei giri finali.
Al via scattano bene le due Suzuki, con Alex Rins e Joan Mir in prima e seconda piazza dopo curva 1.
Leggermente più lento parte il poleman di giornata, Fabio Quartararo, così come Marc Marquez, mentre si mantiene nelle prime posizioni, a differenza del recente passato, proprio Vinales.

Motomondiale, Vinales vince il GP d’Australia

Ottima gara dello spagnolo della Yamaha che, dopo la partenza complicata, si porta in testa al gruppo e lo stacca vincendo in solitaria. Secondo Iannone, terzo Dovizioso. Solo sesto Rossi. Si ritira Marquez dopo un contatto pericoloso con Zarco, finito a terra. In Moto 3 vince Arenas. In Moto 2 trionfa Binder. Festa mondiale rinviata per Bagnaia, solo 12esimo.

Colui che non ti aspetti.
O meglio, colui che ha sempre fatto fatica in questo Motomondiale, anche se nelle qualifiche di ieri ha conquistato un ottimo secondo posto sulla griglia di partenza.
Maverik Vinales vince il GP d’Australia, cacciando via qualche fantasma in casa Yamaha, anche se di problemi ne rimangono ancora molti.

Motomondiale, Marquez vince di forza il GP d’Aragon

Il campione del mondo la spunta dopo un duello fino all’ultimo giro con la Ducati di Dovizioso. Bene le Suzuki, con Iannone terzo e Rins quarto. Rinasce Pedrosa, quinto e convincente. Lorenzo cade alla prima curva e si fa male ad un piede. Depressione Yamaha. Rossi rimonta ma si ferma all’ottavo posto. Vinales è decimo. Martin vince in Moto 3, Binder davanti a Bagnaia in Moto 2.

Altri 5 punti guadagnati.
Ennesima vittoria sul circuito di casa.
Marc Marquez trionfa di forza nel Gran Premio d’Aragon, battendo a suon di sorpassi e contro sorpassi un mai domo Andrea Dovizioso, rivale diretto in classifica piloti.

Motomondiale, Marquez vince il GP di Austin

Il pilota spagnolo fa 6 su 6 in Texas e precede Vinales, su Yamaha, e Iannone, su Suzuki. Quarto Rossi, quinto Dovizioso. In Moto 2 trionfa Bagnaia. A Martin la gara di Moto 3.
Altro giro altra corsa.
Quando Marc Marquez vede Austin si esalta.
Sarà la serpentina della prima parte di circuito o i lunghi rettilinei che scaricano a terra tutta la potenza dei bolidi a due ruote.
Il pilota Honda vince per distacco dopo essere scattato, per penalità, dalla quarta casella della griglia di partenza.
Al via, Maverick Vinales, in pole position, non parte benissimo e viene sopravanzato proprio dall’asturiano e da Andrea Iannone, il quale si prende la testa della gara.
Ma l’inizio del monologo non tarda ad arrivare e dopo qualche giro dietro al pilota italiano, Marquez si butta all’interno passando in prima posizione.
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore