logorcb

updated 7:49 AM CEST, Sep 20, 2019


Roma Capitale Magazine media partner di Taste of Roma 2019!
Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione.
Promo esclusiva per i nostri lettori.
Invia una mail a oppure WhatsApp 3938614787

Europa League, le pagelle di Roma-Istanbul Basaksehir

 Primo tempo a tratti soporifero e ravvivato dall’autogol di Junior Caiçara allo scadere. Nella ripresa i giallorossi sono belli e devastanti. Zaniolo show, bene Dzeko e Kluivert. La difesa regge e non prende gol. Turchi poco reattivi e a secco da cinque partite europee consecutive. All’Olimpico è 4-0. Fernandéz sufficiente.
Che secondo tempo!
La Roma batte l’Istanbul Basaksehir 4-0 nell’esordio in questa edizione dell’Europa League. Ma, come contro il Sassuolo, i giallorossi si accendono e divertono soprattutto in uno dei due tempi. Questa volta è il secondo.
Prima frazione di gioco che inizia con una fiammata romanista, grazie alla velocità e alla conclusione di Nicolò Zaniolo. Tiro forte ma centrale, respinto di piede dal portiere Fehmi Mert Gunok.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Roma-Sassuolo

 Giallorossi devastanti nel primo tempo, sfortunati e disattenti nel secondo. Pellegrini inventa, Mkhitaryan e Kluivert volano, Dzeko finalizza. Fase difensiva da rivedere. Sassuolo vivo solo nella ripresa. Berardi fa doppietta. Chiffi sufficiente.
Si può fare.

A patto che si riveda la difesa. La Roma di Paulo Fonseca conquista i primi tre punti della stagione, battendo un Sassuolo presente in campo solo nel secondo tempo.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Lazio-Roma

 Sei legni, 5 nel primo tempo. I biancocelesti giocano meglio, i giallorossi faticano nel finale. Kolarov e Milinkovic-Savic luci e ombre, Zaniolo fermato solo dai crampi. Bene Pau Lopez. Correa funambolico. Guida insufficiente.
Dal Palio di Siena al Palo di Roma è un attimo.

I legni colpiti sono 6, ma il campo dice che è solo 1-1.
Parità perfetta al termine di un Derby spumeggiante, specialmente nel primo tempo, durante il quale Roma e Lazio si sono fronteggiate quasi alla pari.
Partono forte i biancocelesti che colpiscono il primo palo con Lucas Leiva. 
Al centrocampista brasiliano risponde Nicolò Zaniolo, che farà doppietta poco più avanti.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Roma-Genoa

 Giallorossi spaccati in due. Ottima la fase offensiva, con i gol di Under, Dzeko e Kolarov, pessima quella difensiva. Jesus sbaglia tutto il possibile. Il Genoa ci crede e rimonta per tre volte lo svantaggio grazie a Pinamonti, Criscito, su rigore, e Kouame. All’Olimpico è 3-3. Calvarese promosso.
Bella, soprattutto per i tifosi neutrali.

Una partita pirotecnica quella dello Stadio Olimpico dove Roma e Genoa si spartiscono il bottino in palio, al termine di un match ricco di emozioni.
Gli uomini di Paulo Fonseca (all.re Roma) partono subito forte e vanno in vantaggio grazie alla perla di Cengiz Under. Dribbling a rientrare sul mancino e tiro incrociato sul primo palo che fredda Ionut Radu.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Roma-Parma

 De Rossi vince la sua ultima partita in maglia giallorossa. La sblocca il romano Pellegrini, la pareggia l’ex Gervinho e la risolve l’esperto di gol vittoria nelle partite d’addio: Perotti. Fischi e applausi per uno spento Dzeko alla sostituzione. Bene Jesus, decisivo Mirante. I crociati giocano non sfigurano, ma all’Olimpico è 2-1. Bene Mazzoleni alla sua ultima direzione in Serie A.
Tu chiamale se vuoi emozioni.
Sono tante quelle vissute stasera in uno Stadio Olimpico gremito in ogni ordine di posto. 60mila cuori giallorossi che hanno battuto per 18 anni all’unisono con quello di Daniele De Rossi, raffigurazione concreta del tifoso della Roma in campo.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Sassuolo-Roma

 I giallorossi non vanno oltre lo 0-0, sprecando diverse occasioni da gol, specie nella ripresa. Mirante sventa qualche minaccia. Neroverdi pericolosi in campo aperto con Boga e Berardi. Maresca promosso.
Già era difficile con i tre punti. Con uno è praticamente impossibile.
La Roma si ferma a Reggio Emilia, impattando su un Sassuolo che onora l’impegno di campionato, nonostante la salvezza già acquisita.
I giallorossi ripetono lo stesso copione visto contro la Juventus, giocando alla pari dell’avversario nel primo tempo e tentando di sbloccarla in tutti i modi nella ripresa, consentendo agli emiliani di rendersi pericolosi in campo aperto.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Genoa-Roma

 El Shaarawy illude, Romero riporta tutti con i piedi per terra. I giallorossi si suicidano nel recupero. Il grifone sfiora la rimonta con Sanabria che si fa parare il rigore da Mirante a tempo scaduto. Manolas insicuro, Pellegrini impreciso. Bessa e Radu sugli scudi. Mazzoleni sufficiente.

Dalle stelle alle stalle.
Il tutto in poco più di 10 minuti. Anche questa è la Roma della stagione 2018/2019.
Paradossalmente, per come si è messa nel finale la partita, si potrebbe azzardare che il punto sia pure un buon risultato, ma è evidente che ai fini della rincorsa al quarto posto non sia così.

  • Pubblicato in Calcio

Serie A, le pagelle di Roma-Cagliari

 Giallorossi straripanti per tutti e 90 i minuti. Tra i sardi si salva solo Cragno. Barella sottotono. All’Olimpico è 3-0 con le reti di Fazio, Pastore e Kolarov. Manganiello ok.
Poteva finire in goleada.

La Roma vince e convince contro un Cagliari irriconoscibile. Probabilmente sulla prestazione dei sardi avrà influito la notizia della vittoria del Bologna sull’Empoli, che ha regalato la quasi matematica certezza della permanenza in Serie A agli uomini di Rolando Maran.
Al di là degli alibi, i giallorossi sono scesi in campo combattivi dal primo secondo di gara e che la partita avrebbe preso un certo corso lo si era capito da subito.
Pronti, via, si scatena Stephan El Shaarawy che, dopo una funambolica azione sulla sinistra, arriva in area di rigore e per poco non sorprende Alessio Cragno.
Passano solo 5 minuti e i capitolini sbloccano il risultato. Su calcio d’angolo la palla resta in aria dopo un primo colpo di testa avversario. Federico Fazio salta indisturbato e gira la sfera di testa. Il pallone tocca il palo e Cragno lo smanaccia fuori quando era già dentro la porta. 1-0.

  • Pubblicato in Calcio
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore