logorcb

updated 9:25 PM CEST, Oct 21, 2019

Alitalia Maintenance Systems: tutti a casa

ams 1Nella giornata di ieri presso la Regione Lazio si è chiusa una pagina triste e dolorosa per Alitalia Maintenance Systems e i suoi lavoratori: a causa del mancato accordo fra la Curatela dell’azienda, fallita il 30 settembre scorso, e le OO.SS., tutti i lavoratori andranno in mobilità.

La Curatela, da parte sua, ha costatato la mancanza di qualsiasi continuità aziendale che potesse consentire una richiesta di sospensione del lavoro su base volontaria, e così pure la Regione Lazio, che ha negato ogni proroga agli ammortizzatori sociali concessi tre mesi fa e che scadevano proprio il 14 aprile.

Né la Regione, né la Curatela fallimentare aziendale hanno acconsentito a una proroga degli interventi di sostegno, almeno in attesa dell’esito del bando di gara internazionale per l’acquisto dell’azienda, segno che nemmeno loro credono alla possibilità che un qualche acquirente possa farsi avanti.

SANITA’ GIUBILEO: REGIONE LAZIO, PIANO SI AVVIA A CONCLUSIONE

regionelazioProcede senza ritardi l’attuazione del Piano sanitario predisposto dalla Regione Lazio per affrontare il Giubileo.

A 20 giorni dall’inizio della celebrazione il cronoprogramma della chiusura lavori è definito così come quello relativo al personale ed al sistema d’emergenza.

Le opere di adeguamento dei 12 Pronto Soccorso all’interno della Città di Roma termineranno tutte entro il 4 Dicembre 2015, consentendo cosi l’attivazione di ulteriori 112 posti letto di emergenza e terapia intensiva.

  • Pubblicato in Salute

ISRAELITICO:Regione Lazio sospende autorizzazione e comincia procedura per revoca accreditamento

regionelazio“La Regione Lazio, con decreto, ha sospeso l’autorizzazione sanitaria all’ospedale Israelitico. Tale atto è propedeutico alla revoca dell’accreditamento secondo la legge regionale 4/2003 che prevede all’art.11che “nel caso di gravi e ripetute violazioni la Regione dispone la revoca dell’autorizzazione all’esercizio”. L’ospedale Israelitico ricevuto il provvedimento dovrà assicurare l’assistenza ai cittadini già ricoverati ma non potrà più accogliere nuovi pazienti. Le Asl competenti dovranno sistemare e ricollocare i pazienti in lista di attesa. I provvedimenti sono doverosi e inevitabili visti i contenuti dell’atto di sequestro preventivo da parte della Procura dei crediti vantati dall’ospedale Israelitico presso il SSR, atto da cui emergono comportamenti illeciti e reiterati che costituiscono ulteriori elementi di prova tali da aggravare la situazione della struttura. Va specificato che dai controlli svolti in questi anni dalle Asl competenti e dal NOC regionale (Nucleo operativo controlli) sono emersi comportamenti illeciti reiterati che hanno prodotto l’alterazione dei rimborsi e che risultano proseguiti fino ad oggi. Questo ha generato negli anni un ampio contenzioso che a tutt’oggi giace presso il Tar e il Tribunale civile.

Nelle prossime ore la Regione valuterà, confrontandosi con le altre Autorità competenti, la possibilità di commissariamento della struttura al fine di garantire l’attività assistenziale e i livelli occupazionali nel rispetto della legalità”.

  • Pubblicato in Lazio
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore