logorcb

updated 7:49 AM CEST, Sep 20, 2019


Roma Capitale Magazine media partner di Taste of Roma 2019!
Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione.
Promo esclusiva per i nostri lettori.
Invia una mail a oppure WhatsApp 3938614787

La Roma negli USA. In valigia acquisti e back sponsor

 Seconda parte di ritiro per i giallorossi oltre oceano, dove affronteranno allenamenti e amichevoli di lusso valide per l’International Champions Cup. Rientro a Trigoria previsto per l’8 agosto. Intanto arriva lo sponsor anche dietro la maglia, mentre Monchi chiude per Olsen e, a breve, Malcom. Ipotesi N’Zonzi se parte Gonalons.

USAli bene questi giorni Roma.
L’inizio del campionato si avvicina e, dopo la prima parte svoltasi a Trigoria, i giallorossi sono pronti per affrontare il secondo step del ritiro estivo negli Stati Uniti.
De Rossi e compagni sono partiti domenica alla volta di San Diego, con un volo senza scali per atterrare il prima possibile a due passi dal Messico.
Ad attenderli ci sono i meravigliosi campi di allenamento dei Tritons californiani. Un centro sportivo all’avanguardia, dunque, come il rinnovato Fulvio Bernardini.
Insieme alla squadra, sono partiti anche alcuni dirigenti, che si alterneranno nel corso della tournée americana: Francesco Totti, Frederic Massara e Bruno Conti.
Più avanti dovrebbero arrivare anche Mauro Baldissoni e, calciomercato permettendo, Monchi.
Il ds spagnolo, infatti, sta lavorando a ritmi serrati per cercare di completare la rosa entro la metà del ritiro a stelle e strisce.
La questione portiere è stata risolta nella serata di ieri, con l’acquisto di Robin Olsen del Copenaghen. L’estremo difensore della nazionale svedese sbarcherà questa sera nella capitale, presso l’aeroporto di Ciampino, con arrivo previsto per le 20:35, mentre domani sosterrà, presso la clinica Villa Stuart, le visite mediche di rito a partire dalle 8:00 del mattino.
Le cifre dell’operazione si aggirano attorno agli 8.5 milioni di euro, mentre al calciatore verrà riconosciuto un ingaggio da 2.2 milioni a stagione per quattro anni.
Lo svedese, dunque, dovrebbe partire in settimana per raggiungere i suoi nuovi compagni in America, ma potrebbe non essere solo sull’aereo. Con lui, infatti, ci sarà un altro acquisto che Monchi ha praticamente chiuso in queste ore: Malcom del Bordeaux. L’accordo con il brasiliano è totale così come quello con i francesi che hanno annunciato sul proprio account Twitter il via libera al trasferimento. Si è discusso solo sulle percentuali di futura rivendita del calciatore, faccenda sbrigata in poche ore. L’affare da 36 milioni di euro circa (32 +4 di bonus) è concluso, tanto che l’esterno destro offensivo non si sta allenando più con i girondini e dovrebbe arrivare nella capitale stasera a Ciampino, 23:00, per visite mediche, firma del contratto quinquennale da 2.5 milioni a stagione e, appunto, partenza per gli States.
Ma non finisce qui. La Roma sta lavorando per inserire in squadra un centrocampista centrale di qualità. I nomi sono due: Steven N’Zonzi del Siviglia ed Hector Herrera del Porto.
Partiamo dal dato comune. Per effettuare qualsiasi delle due trattative, i giallorossi devono prima cedere. Sulla porta, al momento, ci sono Gregoire Defrel, vicino alla Sampdoria da giorni, e Maxime Gonalons, che ha richieste in Inghilterra e Spagna. Non è, però, da escludere anche la partenza anche di uno tra Stephan El Shaarawy, cercato nelle ultime ore dalla Fiorentina, e Diego Perotti, il cui agente è stato convocato qualche giorno fa a Trigoria per parlare di un’eventuale destinazione gradita al giocatore argentino.
Detto ciò, N’Zonzi sembra l’obiettivo più fattibile. Monchi, infatti, ha dalla sua parte sia il prezzo inferiore, con la clausola da 35 milioni di euro da poter limare, sia gli ottimi rapporti con la società che ne detiene il cartellino, il Siviglia, ex squadra del ds spagnolo. Contatti sono previsti nelle prossime ore.
Più complicato tentare la via che porta al centrocampista messicano del Porto. C’è la concorrenza di molte squadre, tra cui l’Inter, e il prezzo è elevato, sempre sotto forma di clausola rescissoria: 40 milioni di euro. L’unico modo per attenuare le pretese del club lusitano è inserire una contropartita tecnica loro gradita. Al momento l’unico giocatore giallorosso che interessa ai portoghesi è Juan Jesus, il quale, però, avrebbe chiesto di non essere ceduto.
Un altro colpo, nel frattempo, la Roma lo ha portato a casa. Si tratta del back sponsor, ossia del marchio pubblicitario che, fino al 2021, apparirà sul retro delle maglie dei giocatori nelle competizioni nazionali. Si tratta della casa automobilistica coreana Hyundai, che sarà presente anche sui social, sui cartelloni luminosi a bordocampo e al centro sportivo di Trigoria.
Insomma, sponsor di lusso sulle divise giallorosse per le prossime stagioni, così come lussuose sono le tre amichevoli che i capitolini affronteranno durante il ritiro americano, valide per l’International Champions Cup.
Ricordando che tutti i match saranno visibili sui canali Sky Sport, riepiloghiamo le date degli impegni della Roma: il primo è in programma il 25 luglio a San Diego, in California, alle ore 04:05 del mattino italiane con il Tottenham; il secondo il 31 luglio a Dallas, in Texas, con il Barcellona alle ore 04:05 del mattino italiane e l'ultimo, il 7 agosto, con il Real Madrid al MetLife Stadium, nel New Jersey, poco distante da New York, con inizio alle ore 02:05 del mattino italiane.
Pochi giorni, ma intensi. USAli bene Roma.

  • Pubblicato in Calcio

Champions League, Roma leggendaria: giallorossi in semifinale

Il Barcellona di Lionel Messi umiliato dagli uomini di Eusebio Di Francesco (All.re Roma), che vincono 3-0 rimontando il 4-1 subito al Camp Nou. Città impazzita fino al mattino.

Ore 07:50 del mattino. Suona la sveglia.

Nella testa il frastuono di una serata magica. Urla, clacson, sciarpe e bandiere ovunque. Ricordi sfocati dalla brina delle prime ore del giorno.

Eppure non riesco a capire se si tratti di un sogno o della realtà.

  • Pubblicato in Calcio

Di Francesco e Nainggolan: "Difficile, ma è doveroso provarci"

Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma, e Radja Nainggolan hanno incontrato i giornalisti presso la sala stampa dello Stadio Olimpico in vista della sfida al Barcellona, ritorno dei quarti di Champions League. Ecco le loro parole:

Di Francesco: Domani ci saranno 60mila tifosi, è una responsabilità in più? 

Innanzitutto, secondo me, ogni volta c’è una responsabilità, al di là del numero degli spettatori che vengono a vederci. Noi dobbiamo sempre giocare al meglio per questa maglia, ancor di più in questa gara in cui noi dobbiamo rispondere al 4-1 che abbiamo subito all’andata e dare una grande risposta a tutti. Per questo mi aspetto grande partecipazione da parte della gente, credo che possa essere la nostra arma in più, ma dobbiamo essere prima di tutto noi a trascinare loro con una grande prestazione fisica, emotiva, tecnica: in tutti i sensi.

  • Pubblicato in Calcio

Di Francesco: "Pensiamo alla Fiorentina. Bisogna credere in qualcosa di importante"

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, ha incontrato i giornalisti a Trigoria in vista del match dell'Olimpico contro la Fiorentina. Ecco le sue parole:

Come ha trovato la squadra dopo la sconfitta con il Barcellona?

Sicuramente il primo giorno non è stato facile, perché erano tutti un po’ rammaricati per il risultato. Sicuramente non meritavamo quel passivo che c’è stato, lo ribadisco per l’ennesima volta. Ma dobbiamo guardare avanti, alle porte c’è subito una partita importante contro la Fiorentina. Cercheremo di prepararla al meglio sapendo che c’è qualche problemino un po’ generale su alcuni giocatori e sapendo che poi ci sarà di nuovo il Barcellona. Credo che dobbiamo preparare tutte queste partite al meglio (Fiorentina, Barcellona e Lazio ndr), con la consapevolezza che stiamo crescendo dal punto di vista della mentalità, ma non basta. Non basta perché il risultato dice questo.

  • Pubblicato in Calcio

Roma: la pausa è solo apparente

Code Roma Barcellona BigliettiSiamo in pausa, ma solo per modo di dire.

Seppure i diversi campionati e le competizioni europee siano ferme per gli impegni delle nazionali, la calma è apparente.

Prendete Roma e la Roma per esempio.

Una città e una squadra in fermento sotto diversi punti di vista.

Il primo a essere in movimento perpetuo è il direttore sportivo Monchi.

Approfittando della sosta, il ds spagnolo si sta portando avanti con il lavoro per vivere un’estate più tranquilla in ottica mercato.

  • Pubblicato in Calcio
Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore