Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 112
  • Fallito caricamento file XML
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View Privacy Policy

    View e-Privacy Directive Documents

    View GDPR Documents

    You have declined cookies. This decision can be reversed.

logorcb

updated 2:03 PM CEST, Oct 13, 2019
V Municipio

V Municipio (4)

Campidoglio: al via lavori per la bike lane su via Prenestina

bike laneQuasi 6 chilometri in bicicletta da Porta Maggiore a viale Palmiro Togliatti. Sono iniziati oggi i lavori della nuova bike lane su via Prenestina, un collegamento importante su una delle arterie principali della Capitale. Il progetto prevede una pista a unico senso di marcia, senza ricorso a spartitraffico o altri elementi fisici di separazione tra la corsia ciclabile e quella destinata ai veicoli a motore. Una volta completata la nuova bike lane si ricongiungerà con la ciclabile esistente su viale Togliatti e quindi con la Tuscolana fino ad arrivare al Quadraro.

“Il progetto della bike lane di via Prenestina fa parte del nostro programma per dotare la città di una rete integrata di ciclabili. Abbiamo completato la nuova pista su via Nomentana e a breve sarà pronta anche quella sulla Tuscolana. Itinerari importanti che consentono una connessione diretta tra centro e periferia, per incentivare l’uso della bici e promuovere la mobilità dolce e sostenibile”, afferma la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Il tracciato attraversa zone ora adibite alla sosta dei veicoli e si prevede l’inserimento della ciclabile tra il marciapiede e i posti auto, che saranno quindi spostati verso il centro della carreggiata.

“La realizzazione della bike lane permetterà anche una riorganizzazione della carreggiata, contribuendo a regolarizzare il traffico su una delle principali arterie della città. Un’opera strategica quindi per la nostra amministrazione e per l'intero quadrante est della Capitale, un'area densamente abitata che vedrà finalmente aumentare gli spazi per la mobilità sostenibile, alternativa all'automobile privata”, aggiunge l’Assessore alla Città in movimento, Linda Meleo.

Per garantire la sicurezza dei ciclisti saranno inseriti appositi dispositivi retroriflettenti (i cosiddetti "occhi di gatto") e sarà installata una “striscia di margine” a effetto sonoro per segnalare immediatamente l’eventuale invasione della corsia ciclabile da parte degli autoveicoli. L'ampiezza della corsia riservata sarà di 1,5 metri, ridotta a un metro solo nel tratto del sottovia ferroviario e in corrispondenza della sede di Atac lungo la Prenestina.

Etichettato sotto

Roma Prenestino: il bus 81 verrà ripristinato, "Il servizio ripartirà a metà novembre e sarà definitivo"

bus 81Il bus 81 verrà ripristinato: "Il servizio ripartirà a metà novembre e sarà definitivo"

l bus 81 verrà ripristinato. La linea tornerà a collegare il quartiere Prenestino alla zona di San Giovanni a partire da metà novembre. Ne ha dato notizia su Facebook il presidente del V municipio, Giovanni Boccuzzi, che da tempo ha avviato una trattativa con l’assessorato e il dipartimento alla Mobilità per riattivare il servizio. La soppressione era stata decisa poco più di un anno fa quando la linea C della metropolitana, che ha una stazione proprio al capolinea del bus 81 a piazza Malatesta, è stata collegata alla fermata della metro A a San Giovanni. Da allora la cittadinanza non ha mai smesso di protestare contro l’abolizione del servizio.

“In un incontro con l’Assessorato alla Città in Movimento, Dipartimento Mobilità e Trasporti e Roma Servizi per la Mobilità, tenutosi la scorsa settimana, abbiamo ottenuto finalmente il ripristino della Linea 81 con partenza da piazza Roberto Malatesta”, ha spiegato Boccuzzi. L’ipotesi emersa nei mesi scorsi era quella di un percorso ‘sperimentale’ di tre mesi così da dare agli uffici elementi utili per decidere. “Il ripristino sarà invece definitivo”, spiega il minisindaco, anche se al costo di vedere la ripartenza slittare di qualche settimana. “Pur se la nostra richiesta è sempre stata quella di riattivare il servizio a settembre, i vari passaggi burocratici hanno spostato a metà novembre il servizio. Data questa però per noi improcrastinabile”.

 

Etichettato sotto

Laura Pastore: al servizio delle donne

402348 2764278719699 1172330089 n

È trascorso un anno dall'apertura, in IV Municipio, del punto d'ascolto per le donne vittime di violenze. Grazie all'associazione l'”Altro volto delle donne” e alla sua Presidente Ilde Loreti è nato un protocollo d intesa che ha consentito al Municipio di offrire, gratuitamente, un percorso di informazione, accoglienza e sostegno a tutte coloro che decidessero di compiere un passo così importante come denuncia.

Lo sportello è in Via Scorticabove in una delle sedi municipali. Laura Pastore, ex  Assessore alle Pari opportunità del municipio e promotrice del protocollo d’intesa, ha voluto presenziare all’evento organizzato dall'associazione presso il Teatro della Visitazione, dove una serie di testimonianze delle donne e di autorevoli relatori hanno ripercorso la necessità della vicinanza delle istituzioni. Laura Pastore  ha dichiarato: “È straordinario il lavoro della Presidente Loreti e del suo staff, ogni giorno sono accanto a quelle donne vittime che da sole non riuscirebbero a liberarsi della "bestia", mi auguro che il progetto da me avviato possa andare avanti perché non avrebbe senso chiudere un punto di riferimento così importante soprattutto nella periferia di Roma. C’è sempre più bisogno sul territorio di persone disponibili a lavorare per la collettività e con l'impegno di questa associazione è davvero possibile conoscere l altro volto delle donne quello della forza, della volontà e della caparbietà per tornare a vivere”.

Roma V Municipio: sospesa l’assistenza domiciliare a sessantasette famiglie con disabili a carico

logo municipio roma VA Roma nel V Municipio, il 14 marzo, si sono visti recapitare una lettera con la comunicazione di sospensione immediata, per mancanza di fondi, dell’assistenza domiciliare. I destinatari, sessantasette famiglie di persone disabili, quattro persone anziane e sessantatre ragazzi, sono trasecolati, perché nel dicembre scorso avevano firmato un atto d’impegno per l’anno 2013. Nessun sentore si era avvertito della carenza di risorse, tutto sembrava come le altre volte. Oggi però chi aveva optato per l’assistenza indiretta, tramite una cooperativa, continua ad avere il servizio, mentre queste sfortunate sessantasette famiglie devono provvedere anche al pagamento dei giorni di assistenza dall’8 marzo (data della lettera di comunicazione) a oggi, anche se la stessa è arrivata ai destinatari a metà mese. Le famiglie hanno programmato un incontro con l’Assessore Monviso per cercare sollecite risposte e soluzioni. Fonte: Il Tempo

Sottoscrivi questo feed RSS

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore