RRC1

Massimo Bagnato tra finzione e realtà

DSC 1003Questa che vi propongo è certamente un’intervista diversa dalle altre, perché Massimo Bagnato ha una verve e un’energia che non è possibile controllare, un personaggio che non muta, sia sul palcoscenico, sia nel mondo reale, con una naturale predisposizione alla comicità.

Tra le follie verbali e animali inventati, sparati a ruota libera,
ha comunque raccontato spaccati di vita vissuta con gli animali, rivelando un animo di persona per bene, che nutre rispetto sia per gli animali, sia per le persone.

Guarda il video

è importante vedere il video realizzato, che coinvolge e suscita ilarità, come quando lo vediamo sui palcoscenici più importanti della televisione, come “Zelig”, o lo ascoltiamo in radio insieme a Lillo & Greg in “610”. (E.F.)

Massimo Bagnato:

Iniziamo con il dire a tutti i nostri amici, che poi amici è così vasto che comprende amici animali e della nostra razza, ossia umani, umano troppo umano, il Firipinzilantrocopio in via di estinzione, io non mi faccio mai mancare, in questo caso un volatile, anche se vedete faticherà un po’, perché è diventato più un anfibio, insomma nuota, ormai ha un effetto natatorio che è impossibile da dimenticare.

Il Firipinzi è testimone di quello che la fauna terrestre ha dato in tutti questi anni all’uomo, io parlo di centinaia e migliaia di anni, in cui lui è sempre stato protagonista di questo mondo che riguarda sia lui, sia il Balamba Balutembus che ha impollinato a più riprese il Firipinzilantrocopio e ha consentito di dare vita a quelli che sono i Gianluigi Ginorribus. Quindi il Firipinzilantrocopio ha una parte importante nel mio cuore.

Posso dire che gli animali, come diceva Giorgio Gaber, di cui ci preoccupiamo della salvaguardia della vipera velenosa, della salvaguardia della zanzara, adesso ci parlano del punteruolo rosso, chissà quanti animali orbitano nella nostra casa, magari vedo il ragno che porta guadagno e lo risparmio, io sono uno di quelli che portava le formiche dalla casa romana fino in Sicilia per vedere come si ambientavano, quelli erano i miei primi esperimenti.

L’altra sera ho diretto il volo del calabrone, questo per parlare con il mio rapporto con gli insetti, che magari qualche volta ci infastidiscono.

Sono tutte creature di Dio, dobbiamo rispettarle, e in particolare poi ci sono quelli che diventano nostri amici, che hanno la dolcezza dei bambini e delle persone anziane.

Nei miei ricordi d’infanzia c’è il cane

Calimero, uno spinone che mi accompagnava tante volte nelle mie corse in bicicletta, e che aveva un abbaiare delle volte timido e delle volte purtroppo riusciva a svegliare tutto il vicinato.

Ora c’è Rocky, un Golden Retriver, con cui sono imparentato, perché è della mia compagna e che reputo uno dei più buoni del mondo, ma forse sarà proprio la razza, perché qualche giorno fa abbiamo visto in televisione un film che ci ha commosso, “Io e Marley”, con un labrador che era un pochino più casinaro, che ha accompagnato la vita di una coppia come fosse stato il loro figlio.

Ci sono delle persone che prendono un cucciolo, e quando mostrano una foto di famiglia, ne fa parte il  loro animale, che li accompagna sempre con estrema dolcezza e non chiede niente in cambio se non l’amore.

Quindi le persone dovrebbero ispirarsi a questo istinto, che hanno gli animali, come i bambini e gli anziani, che vedi meditare su una panchina con la loro saggezza.

A volte si “boigotta” il termine vecchio, ma secondo me, vecchio in quanto saggio, è una sorta di titolo nobiliare, “Il Vecchio”, “Il Saggio”.

Inoltre ho ricordi di un mastino napoletano, che è cresciuto insieme a me, e che dopo tre anni di lontananza, il padrone “scocciato-fuori di testa” me lo voleva aizzare contro, ma il cane se l’è guardato come a dire: “ Ma che te stai a inventà”.

Ho avuto un Jack Russel (io adoro “Ace Ventura”, l’Acchiappa animali, e ricordo la scena memorabile di quando il cane minziona addosso agli avversari), ho provato a tenerlo due giorni in casa, ma è stato impossibile perché siamo due Jack Russel, e non avendo neanche il balcone, mi sono dovuto separare da lui.

Il mio “Grazie per sempre” è per Rocky, il Golden Retriver, perché è speciale… davvero.

BAGNATO PLAY

Ultima modifica ilDomenica, 12 Ottobre 2014 15:22

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sunny

13°C

Roma

Sunny
Humidity: 58%
Wind: N at 35.40 km/h
Tuesday
Sunny
10°C / 20°C
Wednesday
Mostly sunny
8°C / 22°C
Thursday
Mostly sunny
6°C / 22°C
Friday
Partly cloudy
7°C / 21°C