Non dimenticate di essere felici

Non dimenticate di essere felici

Gaia era una persona eccezionale, aveva solo 12 anni quando, il 5 febbraio di due anni fa, è purtroppo morta, dopo una terribile malattia.

Frequentava la seconda classe della scuola media Rosmini, a Val Cannuta, e con la sua gioia di vivere e di conoscere sempre cose nuove, trasmetteva questa sua felicità a tutti i compagni di scuola, senza perdersi d’animo per la sua malattia e, anzi, senza perdere un solo giorno della sua breve vita, emblematica una frase posta nel “libro di libri” di sua invenzione: don’t forget to be happy.

Dopo la sua morte la scuola ha istituito un premio e ogni anno la sua figura viene ricordata, la biblioteca della scuola è stata dedicata a lei, che tanto amava la lettura.

Anche quest’anno è stato piantato un albero, donato dall’Associazione Retake, nei pressi della scuola, nel parco di Val Cannuta, prima delle festività natalizie e ieri pomeriggio è stata posta una targa con il suo nome, sorretta da una struttura colorata.

E’ molto importante per i coetanei di Gaia ricordarla: un esempio di interesse e di amore per il prossimo e di positività e forza di volontà nelle avversità.

Alessandro Ranieri

Alessandro Ranieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *