La Lazio vince a Parma e, per il momento, si stacca dalla zona Champions.

La Lazio vince a Parma e, per il momento, si stacca dalla zona Champions.

La Lazio esce da Parma con una vittoria di carattere e personalità contro una squadra che, nonostante non abbia creato molte occasioni da rete, è stata in partita fino all’ultimo e ha dimostrato una grande fisicità.

La Lazio nonostante la mancanza di alcune pedine importanti vedi le squalifiche di Savic e Radu e gli infortuni dell’ultimo momento di Lulic e Bastos è riuscita anche grazie alle prestazioni delle cosiddette riserve a sfoderare una prestazione importante con Parolo, Jony e Patric che non hanno fatto sentire la mancanza dei titolari.

La partita è stata ben giocata da entrambe le squadre con la squadra di Inzaghi, nel primo parziale, più brava a tenere e far girare palla mentre i ducali hanno cercato di essere pericolosi con ripartenze improvvise.

Da rilevare la prestazione del n. 10 biancoceleste Luis Alberto che ha fornito una performance  di altissimo spessore deliziando il Tardini di giocate pregevoli e spunti di grande classe; la Lazio prima dell’intervallo è andata in vantaggio con Caicedo molto lesto a spingere in rete dopo una carambola tra i difensori parmensi e Immobile.

La ripresa ha visto un match molto fisico con un Parma riversato in attacco e con una Lazio più attenta alla fase difensiva  anche per la stanchezza e alcuni problemi fisici di alcuni giocatori un po’ acciaccati. 

Il Parma nel forcing finale ha creato alcune potenziali azioni pericolose e nel finire si è lamentata per una possibile trattenuta fallosa di Acerbis su Corneliusson che poteva portare alla concessione del rigore.

Come detto la Lazio esce dal match rafforzata da una classifica importante, meno 1 punto dalla vetta guidata dalla Juventus,  e con la convinzione di avere una forza di squadra capace, quando vuole, di soffrire portando a casa grandi risultati. 

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *