Richiamo alimenti: “Plastica in tipo di pasta”, “Caffè espresso pericoloso”, “Ravioli al vapore e gamberi precotti”

Richiamo alimenti: “Plastica in tipo di pasta”, “Caffè espresso pericoloso”, “Ravioli al vapore e gamberi precotti”
Arriva un provvedimento di richiamo alimenti dal Ministero della Salute italiano e dal RASFF europeo.
Riguarda un prodotto venduto in diversi supermercati.
Ravioli al vapore ai gamberi precotti a marchio Ta-Tung.
In merito alla voce richiamo alimenti, il Ministero della Salute ha comunicato il ritiro immediato di una marca di cibo precotto confezionato.
Si tratta di ravioli al vapore ai gamberi precotti a marchio Ta-Tung.
Il ritiro da tutti i punti vendita in cui tale prodotto è comunemente distribuito riguarda ben 8 lotti dello stesso.
Il Ministero della Salute ne dà comunicazione attraverso il proprio sito web ufficiale.
Il motivo di tale urgente disposizione è da ricercare nella riscontrata presenza di pezzetti di plastica all’interno dei germogli di bambù in scatola.
Questi ultimi fanno parte degli ingredienti usati per la preparazione del cibo in questione.
Tale prodotto presente nella lista richiamo alimenti è commercializzato in unità dal peso di 250 grammi.
Ritiro alimenti, i lotti delle confezioni di ravioli richiamati.
Di seguito ecco i numeri di lotti che riguardano le confezioni ritirate dagli scaffali.
  1. a) K1K1 TMC 13/2/2020
  2. b) K1M1 TMC 15/2/2020
  3. c) K101 TMC 17/2/2020
  4. d) K1T1 TMC 22/2/2020
  5. e) K1V1 TMC 24/2/2020
  6. f) K251 TMC 29/2/2020
  7. g) K271 TMC 2/3/2020
  8. h) K2C1 TMC 7/3/2020
Il Ministero della Salute, e con esso anche il RASFF (Sistema di Allerta Rapid per alimenti e mangimi che agisce su tutto il territorio europeo) raccomanda a tutti coloro che dovessero avere questo cibo precotto in casa di non consumarlo.
Il consiglio è di restituirlo al punto vendita di riferimento per procedere con un rimborso, oppure con la sostituzione con un altro prodotto.
La presenza dello scontrino non è richiesta in questi casi.
Attenzione al caffè espresso e quale usare, trovata acrilammide nei chicchi in alcune marche.
Il caffè espresso può essere pericoloso per la salute in quanto una rivista tedesca che ha seguito una ricerca sulle varie marche di caffè, ha trovato nei chicchi di acrilammide.
I test sono stati effettuati su 22 marche di caffè espresso considerando sia il bio sia il normale.
Alcune di queste marche che hanno rilevato la presenza di acrilammide nei chicchi sono vendute anche in Italia, analizziamo cosa è stato rilevato dallo studio effettuato.
Caffè espresso: che cos’è l’acrilammide?
I test effettuati avevano l’obiettivo di verificare l’eventuale presenza dell’acrilammide nel caffè ma cos’è l’acrilammide?
Si tratta di una sostanza nociva che si sviluppa quando si portano ad alte temperature alcuni alimenti contenenti amidi, tra questi: cereali, pane, patate, pizze e caffè.
È una sostanza potenzialmente neurotossica e genotossica che si produce durante la tostatura del caffè.
I test hanno rilevato una situazione preoccupante, delle 22 marche esaminate, solo cinque sono risultate buone e si trattava di marche di caffè biologiche.
Le altre sono state tutte bocciate.
Caffè espresso: ecco le marche con traccia di acrilammide
Delle marche analizzate, solo otto hanno riportato tracce di acrilammide superiore al valore stabilito dall’Unione Europea nelle linee guida.
La nota marca del caffè che contiene i livelli più alti di acrilammide, è il Segafredo Zanetti Intermezzo.
Non ha superato i test anche il caffè Lavazza.
La rivista tedesca riporta che ha livelli alti di acrilammide e poca trasparenza in riferimento alle modalità di produzione, inoltre, la rivista riferisce che Lavazza non ha voluto fornire spiegazioni su dove e come avvengono gli approvvigionamenti della materia prima.
A non superare la prova del gusto è stato il caffè Starbucks Espresso Dark Roast, che ha ottenuto comunque un punteggio buono, ma non è rientrato tra i migliori perché non ha superato la prova organolettica.
In riferimento alla trasparenza della catena di produzione a superare i test sono: Gepa Organic Espresso e Rapunzel Gusto.
I produttori delle due marche di caffè hanno dato piena disponibilità dimostrando i loro approvvigionamenti rispettando le regole del commercio equo e solidale.
Caffè espresso: lista dei promossi e bocciati.
Ecco la lista che ha elaborato Oko-Test.
Promossi:
Gepa Bio espresso (il migliore in assoluto);
Café Intención ecológico Espresso, Fairtrade;
Dennree Kräftig-aromatischer Espresso;
Mount Hagen Espresso, Fairtrade;
Rapunzel Gusto Espresso.
Bocciati:
Käfer Caffè Espresso Forte; Lavazza Espresso Cremoso;
Mövenpick Espresso; Segafredo Zanetti Intermezzo.
I risultati della ricerca sono stati pubblicati su ScienceDirect.
Emiliano Frattaroli

Emiliano Frattaroli

Giornalista, regista, sceneggiatore. Autore programmi Rai, documentarista. Ex sportivo professionista, subacqueo e pilota aeromobili. Al momento direttore editoriale Roma Capitale Magazine e Direttore Responsabile Grazie per sempre. Negli anni '70 ha collaborato con una struttura ospedaliera come perfusionista (tecnico macchina cuore polmone) nell'equipe di cardiochirurgia del nosocomio di Massa, diretta dal Prof. Azzolina. Conoscitore e scrittore di archeologia, storia e astrofisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *