Richiamo alimentare: prodotto contaminato da Salmonella

Richiamo alimentare: prodotto contaminato da Salmonella

Un comunicato ufficiale da parte del Ministero della Salute informa di un rischio che ha motivato il richiamo alimentare di un prodotto.

Il Ministero della Salute ha comunicato una disposizione di richiamo alimentare attraverso un comunicato ufficiale comparso sul suo sito web istituzionale.

Il motivo è indicato in un potenziale rischio da contaminazione per i consumatori che eventualmente dovessero consumarlo.

Nella fattispecie il rischio descritto è di tipo microbiologico.

I dati comunicati rendono noto che il richiamo alimentare riguarda il salame ‘Lo Salam Filzetta Sv‘, il cui produttore è il Lardificio Pietro Laurent.

Le confezioni interessate sono tutte unità dal peso di 300 grammi di salame a grana media.

Comunicate anche altre informazioni fondamentali come il numero di lotto e la data di scadenza o termine minimo di conservazione.

Il lotto è 138.351.19, la scadenza è fissata al giorno 01/05/2020.

Lo stabilimento di produzione è situato ad Arnad, in provincia di Aosta.

Il salame in questione è contaminato dal batterio della Salmonella, cosa per la quale l’eventuale consumo di questo prodotto potrebbe portare all’insorgere d’intossicazione alimentare.

Sempre il Ministero fa sapere che è possibile scegliere un rimborso.

Basta portare il prodotto al punto vendita dove è avvenuto l’acquisto e procedere alla restituzione della somma spesa oppure a un cambio.

Non è richiesta la presenza dello scontrino.

Emiliano Frattaroli

Emiliano Frattaroli

Giornalista, regista, sceneggiatore. Autore programmi Rai, documentarista. Ex sportivo professionista, subacqueo e pilota aeromobili. Al momento direttore editoriale Roma Capitale Magazine e Direttore Responsabile Grazie per sempre rivista animalista. Conoscitore e scrittore di archeologia, storia e astrofisica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *