Covid19 e fobia da ascensori: come affrontarla al meglio

Covid19 e fobia da ascensori: come affrontarla al meglio

Il Covid 19 è entrato nelle nostre vite e ha cambiato le nostre abitudini, modificato il nostro modo di lavorare e, a seguito della necessità del distanziamento sociale, ha inciso fortemente sulle nostre fobie, come quella degli ascensori.
Solitamente collegati alla claustrofobia, oggi gli ascensori sono considerati anche un covo del virus e quindi fonte di timori per chi teme di contagiarsi.
Come affrontare questa paura?
Con le norme vigenti durante l’emergenza da Coronavirus, ci sono regole precise per far funzionare gli ascensori in sicurezza.
A tutti gli amministratori di condominio e ai gestori degli ascensori nei luoghi pubblici, consigliamo di affidarsi a una delle migliori ditte di ascensori di Roma. È un passo fondamentale per assicurarsi il rigoroso rispetto delle norme e la serenità di chi usufruisce del servizio. A ciò, ognuno di noi deve necessariamente unire buon senso e rispetto delle norme igieniche.

Cosa prevede la legge
Attualmente per gli ascensori sono previste delle norme che regolano l’utilizzo e alcune disposizioni che riguardano la gestione e la pulizia.
Le ditte che sono già affidatarie di un contratto per la pulizia degli spazi comuni, possono ricevere in automatico dall’amministratore di condominio la delega anche per le pulizie straordinarie per l’emergenza sanitaria in corso.
Qualora la ditta dovesse rifiutarsi, l’assegnazione ad una nuova azienda può avvenire in maniera diretta, senza convocare l’assemblea condominiale. In situazioni straordinarie infatti l’amministratore di condominio è autorizzato a procedere per accelerare i tempi di esecuzione.
Una volta stabilito chi è l’azienda che segue le pulizie degli spazi comuni, le normative derivate dal Coronavirus prevedono la sanificazione quotidiana della cabina dell’ascensore, dei corrimano e degli spazi comuni. Bisogna inoltre mettere a disposizione dei condomini postazioni con liquido igienizzante e guanti al fine di garantire un accesso in sicurezza.
L’ascensore va utilizzato una persona alla volta e sono obbligatori i guanti per evitare di contaminare le superfici.


Consigli per vincere la fobia
Le disposizioni per contrastare l’emergenza sono un aiuto importante per la nostra sicurezza e fare in modo che si rispettino è determinante per la nostra salute. Basterà abituarsi a nuove consuetudini e saremo sulla buona strada per sconfiggere il virus.
Una delle regole fondamentali da rispettare è il distanziamento sociale, che non ci consente quindi di entrare in più persone in ascensore. Per chi soffre di claustrofobia capiamo bene che diventa un problema affrontare da solo la salita. Come fare? Il consiglio è di concentrarsi sul percorso senza pensare allo spazio. Intrattenersi nel tempo di trasporto con qualcosa da leggere o con lo smartphone. Aiutiamoci anche con la respirazione, effettuando respiri profondi e controllati, per tenere l’ansia sotto controllo. Per chi teme invece il contagio, è necessario porsi nelle condizioni migliori per non toccare superfici potenzialmente contaminate e operare una pulizia delle mani o appena rientrati in casa o appena varcata la soglia del palazzo. Ricordiamoci infine di indossare la mascherina se ci si avvicina troppo alle persone e di mantenere la distanza di almeno 1 metro se ci si ferma a parlare con qualcuno.
Poche prassi e… andrà tutto bene! 

Manuela Rella

Manuela Rella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *