Basket: anche la NBA è pronta a ripartire.

Basket: anche la NBA è pronta a ripartire.

a cura di Marco Di Vincenzo

Almeno cosi hanno deciso tutte la franchigie, salvo clamorose sorprese, visti gli ultimi accadimenti in America per il triste caso di George  Floyd  e le sue conseguenze. Infatti alcuni giocatori stanno ancora dimostrando perplessità sulla possibile ripartenza in questo momento storico così triste e delicato.

Il piano prevede di far giocare solo le squadre che con 8 gare a disposizione , potrebbero accedere ai play off, mentre i team out non giocheranno, con la clamorosa esclusione dei Golden State Warriors, insieme ad altre 7 compagini.

Non si potevano disputare le 259 gare di regular season mancanti e questo è stato il primo grande cambiamento di regolamento. Con questa formula si riuscirà a finire il 12 ottobre, data ultima per eventuale gara 7 della finale.

L’altra grande novità riguarda la location!!!; sembra ormai deciso che Orlando sarà la sede e più precisamente l’ ESPN Wide World of Sports Complex di Disney World.

 Questa situazione avrebbe sicuramente esaltato probabilmente gli appassionati, se fosse stata una delle novità che gli sport americani introducono per aumentare la spettacolarità dei loro eventi ma purtroppo è solo una necessità.

  • Giocatori, staff, medici, giornalisti rinchiusi in quella che molti già definiscono “bolla” per evitare contatti con ambiente esterno.
  • Tamponi numerosissimi, si parla di circa 20 mila;
  • misure ristrettissime per eventuali casi di positività;

La speranza però è di veder attenuare le misure restrittive , cosi come già avvenuto nel calcio, dopo la stesura dei primi protocolli.

Gli allenamenti riprenderanno il 30 giugno, e l’arrivo in Florida delle squadre sarà dal 9 luglio;  la vera incognita sarà vedere lo sport, che più di ogni altro prevede un coinvolgimento totale del pubblico, senza quest’ultimo…

Le prime dichiarazioni dei protagonisti (LeBron in primis) erano di inattuabilità e di snaturamento del basket NBA  ma la gravità del coronavirus ha fatto ricredere su certe idee; elemento di forte spinta  è stato quello di evitare  avuto il blocco dei pagamenti per i diritti  TV e dei relativi introiti

Sforzandoci di vedere il punto puramente sportivo di questo grande spettacolo al momento i favoriti restano le due squadre di Los Angeles  e  Milwaukee;  Rimane la curiosità per Houston con duo Harden/Westbrook e appena dietro da non sottovalutare Denver e Boston.

Solo dopo la ripartenza Vedremo se la condizione fisica, dopo questo lungo stop, ed il campo neutro quanto potranno influire.

Il desiderio di tutti gli appassionati è di tornare presto alla normalità e tutti faranno la loro parte , ne siamo certi.

Bentornata NBA.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *