US Open di Tennis Primo Slam per l’austriaco Thiem.

US Open di Tennis Primo Slam per l’austriaco Thiem.

a cura di Marco Di Vincenzo

Al quarto tentativo in carriera Thiem si aggiudica finalmente il suo primo Slam.

Occasione ghiotta sfruttata dall’austriaco! Finale da favorito contro il tedesco Zverez che ha nutrito forti speranze fino all’ultimo di riuscire nello sgambetto.

Lo avevamo detto nel precedente articolo che forse il titolo rimasto praticamente vacante per la squalifica di Diokovic si poteva decidere tra loro due. Dai tempi della vittoria di Cilic nel 2014 non c’era una vittoria al di fuori dei “big 3”

Forse proprio l’austriaco meritava di succedere ai 3 fenomeni per i vari tentativi andatavi vicini al successo e arrivato addirittura al quinto set,  2-6 4-6 6-4 6-3 7-6 , e rimontando due set di svantaggio !

Insomma ,sembrava avverarsi la telefonata a Murray, per avere  un consiglio,  che Thiem aveva detto che avrebbe fatto nel caso di ennesima sconfitta in una finale Slam. Invece, dopo un set filato via con 2 break ,ed il secondo giocato malino, l’austriaco ha iniziato a prendere in mano la partita; Zverev forse ha iniziato a pensare che il match era vinto e invece l’epilogo è stato totalmente diverso.

Terzo set che aveva addirittura visto un altro suo break a favore di Zverev, ma una volta “controbreccato” ,Thiem ha ritrovato il suo servizio ed il suo gioco potente; con il terzo e quarto in cascina ed ultimo set giocato alla pari con molti errori da parte di entrambi.

Al quinto set il tedesco strappava subito il servizio nel  primo game ,per riperderlo immediatamente dopo con i suoi soliti doppi falli ,fino al 5-4 e servizio di  Zverev. La vittoria va  anche meritata e agognata e forse Thiem nel finire ne aveva forse di più! Termine del match arrivato al tiebreak e vittoria per 8-6 per un successo austriaco arrivato dopo venticinque anni dopo Muster.

Finisce cosi lo Slam della ripartenza, senza pubblico!!! Col passare dei turni il gioco è migliorato, ma l’auspicio è che presto si torni sui campi al vecchio rumoreggiare educato del pubblico appassionato di tennis.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *