Milan – Lazio 3-2. Sconfitta (immeritata) arrivata nel recupero con i soliti errori di concentrazione

Milan – Lazio 3-2. Sconfitta (immeritata) arrivata nel recupero con i soliti errori di concentrazione

Questo 2020 termina con la sconfitta a Milano contro il Milan capolista per 3-2 dopo che la Lazio era riuscita a rimontare il momentaneo 2-0 maturato nei primi 17 minuti della partita con i gol di Rebic e Calhanoglu segnando con Luis Alberto e Immobile oltre a dominare per quasi 1 ora la partita; nel recupero il Milan è riuscito a segnare con Hernandez ed ha vinto la partita oltre a mantenere il primo posto.

Questo vuole essere un commento alla partita e non solo….

Una prestazione importante quella degli uomini di Inzaghi fatto di un grande possesso palla con ottime linee di passsagio dal momentaneo 2-0 fino al gol vittoria però ma, purtroppo, il calcio è ben altro oltre all’aspetto estetico.

Il calcio è difesa uomo contro uomo poichè nel terreno di gioco ci sono duelli come spesso accade  nelle palle inattive; La Lazio ha avuto il demerito di perdere molti duelli ed ha preso due gol su calcio d’angolo con in campo giocatori come Hoedt e Muriqi (nel gol vittoria del Milan) e Milinkovic molto fisici e con una statura importante.

Nel gioco della Lazio al momento Muriqi rimane un oggetto misterioso; durante quasi 1 ora di gioco non è riuscito a fare sponda, a rendersi pericoloso sottoporta e, ciò che è più grave, non ha vinto alcun contrasto con avversari molto meno fisici.

La tifoseria è turbata in quanto in un mercato sempre “risicato” la Società ha speso quasi tutto il proprio budget per un calciatore che almeno per ora sta deludendo molto.

La speranza è quella di vedere il prossimo anno una squadra più attenta e concentrata in quanto per quello che si è potuto osservare ci sono squadre che la precedono che almeno nei titolari sono nettamente inferiori.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *