logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Gli edifici ex Ispra: aggiornamenti

ISPRAA Roma, grazie alla collaborazione degli architetti di Interazioni Urbane, si sono conosciute notizie molto interessanti sugli edifici di proprietà pubblica di via di Casalotti 300, che stanno per essere lasciati dall’Ispra, un Ente pubblico di ricerca.

Innanzitutto la zona può essere compresa nel PRINT (Programma Integrato), uno strumento che consente la riqualificazione del tessuto urbanistico, anche con il concorso di privati, e questo comporta che alcune delle proposte del Comitato promotore per il Parco possano essere incluse in questo programma, a esempio la scuola, o comunque servizi pubblici.

Inoltre, l’attuazione del PRINT prevede la partecipazione dei cittadini e dei comitati, anche con la formulazione di proposte, e questo appare positivo, anche se sarà da vedere quanto l’eventuale proposta verrà tenuta in considerazione. Il PRINT prevede anche la partecipazione dei privati nella realizzazione delle opere previste nel programma.

Poi si è anche appreso che gli immobili sono inseriti nella Carta della qualità, un allegato del Piano Regolatore che stabilisce dei vincoli per certi edifici, innanzitutto l’impossibilità di demolizione per utilizzare le cubature per altri edifici, e poi impossibilità di modifiche strutturali.

Altro vincolo è costituito dall’elencazione di alcune possibilità di utilizzo con esclusione di altre: l’elenco è compatibile sia con l’utilizzo come scuola pubblica o altro tipo di servizio pubblico, sia con l’utilizzo da parte di un istituto privato come l’Istituto europeo di design o come residenze collettive.

Intanto prosegue la raccolta dei questionari del sondaggio sull’utilizzo delle strutture, che finora ha evidenziato una prevalenza di scelte  come luogo di aggregazione o per servizi pubblici.

Ultima modifica ilVenerdì, 31 Ottobre 2014 15:27

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore