logorcb

updated 7:49 AM CEST, Sep 20, 2019


Roma Capitale Magazine media partner di Taste of Roma 2019!
Dal 19 al 22 settembre 2019 si aprono le porte dell’ottava edizione.
Promo esclusiva per i nostri lettori.
Invia una mail a oppure WhatsApp 3938614787

Parco Piccolomini in Commissione Ambiente

piccolominiMartedì 7 luglio è approdata alla Commissione Ambiente del Comune di Roma l'annosa questione del Parco Piccolomini, l'area situata nei pressi di San Pietro e oggetto, da decenni, di una contesa fra la Fondazione Piccolomini, che la dovrebbe gestire a favore degli artisti indigenti, e i cittadini, che sulla scorta della sua natura pubblica sancita dal Piano regolatore, ne rivendicano la destinazione a parco pubblico.

Dopo la bocciatura del progetto per il campo da golf, dopo quella per il "social club", la Fondazione ha presentato un progetto per una galleria d'arte e per la creazione di altre strutture per la vendita di generi prodotti nel parco, mentre è in corso un’indagine della Corte dei Conti su alcuni aspetti della gestione dell'area e sulla natura pubblicistica o meno della stessa Fondazione.

Natura pubblicistica che, al pari di quella della struttura, viene affermata non solo dal locale comitato, presieduto da Barbara Manara, ma anche della Regione, che in un documento del 2005, esclude che la Fondazione sia in possesso dei requisiti previsti dal D.P.C.M. del 16/2/1990 per il riconoscimento della personalità giuridica di diritto privato.

La consigliera comunale di SEL Gemma Azuni, inoltre, ha chiesto di chiarire il rapporto fra la Fondazione Piccolomini e la Borgo Piccolomini s.r.l., che versa alla Fondazione un canone di affitto.

All'incontro era presente anche il Presidente del Municipio XIII, Valentino Mancinelli che ha letto uno degli ultimi ordini del giorno approvati dal Municipio nel quale si ribadiva la natura pubblica del parco e si ravvisava la necessità di un maggiore controllo dell'area.

Ha partecipato anche la storica esponente di Italia Nostra Mirella Belvisi, che si è rammaricata delle varie iniziative della Fondazione, tutte rivolte a snaturare le caratteristiche del luogo, unico per l'interesse paesaggistico e naturalistico.

Già, perché pare anche che, recentemente, siano stati disposti dei movimenti di terra all'interno del parco, rilevati a seguito d’ispezioni dei Carabinieri, Polizia Municipale e Guardia di Finanza, che hanno portato anche a delle sanzioni a carico della Fondazione.

Comunque, per il momento, prima di capire la natura giuridica della Fondazione, ogni progetto è fermo, e in ogni caso, il Comitato per la Salvaguardia del Parco Piccolomini ha già segnalato alcune perplessità in ordine al nuovo progetto della Fondazione.

Ultima modifica ilDomenica, 12 Luglio 2015 18:37

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore