logorcb

updated 1:03 PM CEST, Oct 23, 2019

Un mercoledì da dimenticare: Casalotti vittima dello sciopero selvaggio

Foto14082Un mercoledì da leoni per gli abitanti di Casalotti e di altre zone periferiche: attese anche di un’ora alle fermate di 146, 904 e 905, per lo sciopero “selvaggio” degli autisti delle linee TPL periferiche, con conseguente forte riduzione delle corse, lunghe attese e ressa indescrivibile alle fermate degli autobus.

Una vera odissea, quindi, per gli abitanti di Casalotti, Selva Candida, Casal Selce, con grandissima sorpresa si è affrontata una lunga attesa alle fermate, dove pervenivano rarissimi autobus, man mano sempre più strapieni, alla fermata al bivio Casalotti-Boccea, alle 7,00 era impossibile salire, e le poche corse ripartivano senza nessun nuovo passeggero.

Tutto questo è durato circa un’ora, alle 8,00 circa, dopo un’ora passata alla fermata, all’ennesimo autobus pieno, tanta gente è stata costretta a salire, perché i ritardi a scuola e al lavoro stavano divenendo insostenibili, facendosi largo come in una ressa di giocatori di rugby, tra mille spintoni e insulti, in una calca insostenibile.

Poi la fase delle risse sull’autobus, gare di strilli e insulti per una spinta di troppo, quasi che si stesse sui sedili posteriori di una Maybach 62 e non sul 904 al doppio della capienza massima in un’infernale mattinata di sciopero selvaggio. A proposito, una domanda per ATAC: se dovesse capitare un incidente, l’assicurazione paga?

Di chi è la colpa? Non lo vogliamo nemmeno sapere, i cittadini pagano le tasse, gli abbonamenti vengono pagati con un anno di anticipo, e tra scioperi selvaggi e non selvaggi, questi ultimi praticamente un venerdì sì e l’altro pure, vengono persi giorni e giorni, si soffrono disagi intollerabili per la Capitale del Mondo.

E’ quindi auspicabile che nell’agenda della prossima Giunta, venga data la dovuta importanza ai temi della mobilità e, per questo, anche ai diritti dei lavoratori di questo importante settore.

Ultima modifica ilVenerdì, 31 Ottobre 2014 15:41

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Roma

Massimo Lo Monaco
Editore CEO IT
Manuela Rella
Direttore Responsabile
Emiliano Frattaroli
Direttore Editoriale
Alessandro Ranieri
Giornalista
Silvana Lazzarino
Giornalista
Lorenzo Sambucci
Collaboratore
Vincenzo Calò
Collaboratore