Affrancazione immobili edilizia convenzionata

Affrancazione immobili edilizia convenzionata
Convegno su eventuali rilievi d’incostituzionalità della nuova norma.
In data 16 aprile 2019 si è svolto presso il Consiglio Ordine di Roma un importante convegno in materia di edilizia convenzionata pubblica in merito alla nuova novella normativa prevista dall’art. 25 undecies della Legge n.136/2018.
Durante il convegno sono stati molto significativi i contributi degli autorevoli relatori presenti che hanno cercato di far emergere e dibattuto su aspetti rilevanti relativi a una possibile incostituzionalità della norma dove si chiede al Legislatore di intervenire per dirimere alcuni importanti passaggi.
Gli aspetti rilevanti trattati di possibile incostituzionalità riguardano principalmente questi aspetti:
– la possibilità che un terzo o di chi abbia interesse possa presentare istanza di affrancazione;
– il fatto che tale norma abbia inciso notevolmente sui contenziosi pendenti a favore di una sola parte e in modo retroattivo;
– la circostanza che a distanza di 4 mesi dall’uscita della norma ancora si attendono i riferimenti del MEF per conoscere il criterio per il calcolo dell’affrancazione;
Tutti i relatori presenti sono stati d’accordo nel ritenere la norma farraginosa e poca chiara in molti aspetti, il che comporta disagi rilevanti in caso di applicazione fattuale.
Nonostante ciò il Dott. Picaro, Giudice della X sezione del Tribunale di Roma, pur evidenziando alcune criticità della norma ha escluso, a suo avviso, rilievi d’incostituzionalità della stessa.
In tal senso si auspica un intervento legislativo per rendere quantomeno più veloce e certo il periodo per la rimozione del vincolo che impedisce a molte famiglie di disporre liberamente della propria abitazione.
Avv. Stefano Di Santo

Avv. Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *