Riapre al culto la Basilica di Santa Francesca Romana

Riapre al culto la Basilica di Santa Francesca Romana

Domani, 9 Marzo 2021, riaprirà al culto la Basilica di Santa Francesca Romana, nota anche con il nome di Santa Maria Nova. Oltre ai problemi legati alla pandemia, la chiusura della Basilica era dovuta a dei lavori di restauro che hanno interessato il soffitto ligneo.

La riapertura coinciderà con il giorno della celebrazione liturgica della Santa (morta il 9 Marzo del 1440). Personalità molto importante per la Capitale, in quanto Co-patrona di Roma, insieme ai Santi Pietro e Paolo. Patrona degli automobilisti. Protettrice dalle pestilenze e dalle carestie.

Alle ore 17:00, ci sarà la pubblicazione del volume “Santa Francesca Romana. Il Restauro della speranza”, edito da Gangemi editore e curato da Alfonsina Russo, Cristina Collettini e Alessandro Lugari.

Il volume, raccoglie tra le sue pagine l’intensa esperienza vissuta durante i lavori di restauro (e non solo), a contatto con lo straordinario patrimonio artistico della Basilica.

Alle ore 18:00, si terrà la celebrazione liturgica dedicata alla Patrona di Roma. All’evento saranno presenti, il Cardinale Angelo De Donatis (vicario generale di sua Santità per la diocesi di Roma), la Sindaca di Roma, Stefano Sticchi Damiani Presidente dell’ACI e la Direzione del Parco Archeologico del Colosseo.

In rappresentanza della Comunità dei Monaci Benedettini Olivetani, sarà presente l’Abate Generale Dom Diego Gualtiero Rosa e il Rettore della Basilica di Santa Francesca Romana, Dom Benedetto Toglia.

La celebrazione sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook di RomaOra. Nei giorni a seguire, sempre sui canali social di RomaOra, verranno condivisi dei piccoli video-documentari. Questi, racconteranno la storia della Basilica e mostreranno i suoi innumerevoli tesori.

Alle ore 19:00, come comunicato sul sito, il PArCo (Parco Archeologico del Colosseo), trasmetterà sui propri canali social, un video girato proprio per raccontare gli interventi di restauro.

Andrea Comisi

Andrea Comisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *