Accesso al credito, ai fini del calcolo del tasso di usura vanno considerate anche le spese di assicurazione

Accesso al credito, ai fini del calcolo del tasso di usura vanno considerate anche le spese di assicurazione

Sulla questione relativa al calcolo dell’eventuale superamento del tasso di usura in virtù delle spese di assicurazione si è pronunciata di recente la Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 22465/2021, pubblicata il 6 agosto 2021.

La Suprema Corte su tale principio si è pronunciata specificando come “ai fini della valutazione della natura usuraria di un contratto di mutuo, devono essere conteggiate anche le spese di assicurazione sostenute dal debitore per ottenere il credito, in conformità con quanto previsto dall’art. 644, comma 4, c.p., essendo sufficiente che le stesse risultino collegate alla concessione del credito, fermo restando che la sussistenza del collegamento può essere dimostrata con qualunque mezzo di prova ed è presunta nel caso di contestualità tra la spesa di assicurazione e l’erogazione del mutuo”

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Avvocato del Foro di Roma. Membro Commissione Diritto Bancario Ordine Avvocati Roma Referente terrioriale ACCI - Associazione Consumatori Cittadini Italiani - Collaboratore testata giornalistica Roma Capitale Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *