Il divertimento dei bambini al tempo della “quarantena”

Il divertimento dei bambini al tempo della “quarantena”

Al momento della chiusura delle scuole e, scattata la quarantena, la prima reazione di tutte le famiglie è stata di disorientamento, successivamente di contrasto alla situazione: canti sui balconi, disegni, tutti Masterchef!
I bambini sono stati coinvolti e stravolti da tutto ciò, e hanno subito e seguito le fasi di adattamento.
Forse ora stiamo vivendo il periodo più difficile per loro: lo stato delle cose,  infatti, durerà, secondo le ultime notizie del Governo, ancora a lungo.
Ai primi entusiasmi iniziali fatti di lavoretti, ricette e pitture realizzate con mamma e papà, può, infatti,  sopraggiungere un calo di interesse giustificato anche da stanchezza dei genitori nel seguirli tutto il giorno.
La Scuola ha i propri programmi di didattica a distanza ma certamente il gioco, l’attività ludica, è di fondamentale importanza per la crescita armoniosa del bambino.

A Roma, chi per prima ha reagito all’emergenza formativa e ludoformativa dei bambini è stata la Scuola Elementare Piccolo Uomo.

Tra Montesacro e Monterotondo c’è una scuola che non si è fermata!!! Una primaria che da 40 anni opera sul territorio diventandone, con il tempo, una componente essenziale e caratterizzante.

Un istituto scolastico, la Piccolo Uomo che, nella straordinarietà dei tempi, ha subito compreso la necessità di garantire ai suoi alunni, con tutti i limiti, lo svolgersi di una normale quotidianità.
La coordinatrice didattica Dorella Armenti così ci ha risposto: “Abbiamo compiuto 40 anni e in questa situazione di difficoltà sociale e psicologica, che colpisce tutte le famiglie – ricorda la direttrice Dorella – non abbiamo fatto altro che mettere in pratica le esperienze custodite e rielaborate ormai dal lontano 1979”.

Parallelamente ai programmi di scuola a distanza, che assicurano la continuità didattica, è nato un gruppo Facebook Scuola Piccolo Uomo Factory un vero spazio per ora solo virtuale per i bambini e le loro famiglie.

Produzione di contenuti originali in uno spazio sociale che propone e accoglie attività ludiche e creative, avvalendosi della collaborazione di professionisti per lezioni in diretta di baby dance, giochi di prestigio, laboratori creativi e meditazione.
Un palinsesto aggiornato in tempo reale con  grande passione e amore degno delle grandi emittenti televisive!
L’emergenza sanitaria, intervenuta a causa della diffusione del Coronavirus, ha sparigliato le carte, alcuni si sono lasciati schiacciare dal peso della trasformazione, altri come la Scuola Piccolo Uomo ne hanno colto l’opportunità, stimolati dalla sfida epocale che imponeva una rapida acquisizione di nuove competenze e una diversa gestione dei rapporti tra i soggetti interessati che ruotano attorno al mondo della scuola.

Piccolo Uomo Factory è un gruppo non solo per le famiglie di alunni, ed ex alunni legati alla scuola, ma è rivolto a tutti, e tutti sono invitati a usufruire di questa ricca ludoformazione.

La Coordinatrice didattica Dorella Armenti così si è espressa: “Abbiamo semplicemente continuato a fare ciò che facevamo: dare voce ai bambini perché declinino essi stessi il loro futuro”.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *