Proroga degli sfratti, cosa cambia dal 1° luglio 2021.

Proroga degli sfratti, cosa cambia dal 1° luglio 2021.

In sede di conversione in legge del decreto sostegni, è stato approvato un emendamento che interviene ulteriormente sul blocco degli sfratti per morosità, al momento previsto fino al prossimo 30 giugno.

Tale emendamento prevede che la sospensione dell’esecuzione sia prorogata:

  1. al 30 settembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dal 28 febbraio 2020 al 30 settembre 2020;
  2. al 31 dicembre 2021, per i provvedimenti di rilascio adottati dal 1° ottobre 2020 al 30 giugno 2021.

In virtù di quanto previsto resta immutato il termine del 30 giugno 2021 per il blocco dei casi rimanenti.

Il decreto Milleproroghe (D.L. 31/12/2020 n. 183) convertito in Legge n.21 del 26 febbraio 2021 pubblicata in Gazzetta n.51 del 1/3/2021 aveva previsto la proroga degli sfratti fino al 30 giugno 2021 così specificando:

  • la proroga fino al 30 giugno 2021 della sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di rilascio degli immobili per mancato pagamento del canone alle scadenze (c.d. sfratto per morosità) , nonché di rilascio dell’immobile venduto, relativamente ad immobili pignorati abitati dal debitore esecutato e dai suoi familiari ;
  • la proroga al 30 giugno 2021 della sospensione delle procedure esecutive immobiliari aventi ad oggettol’abitazione principale del debitore.

Anche a seguito dell’ultimo provvedimento che dimentica le esigenze e le perdite subite dai proprietari immobiliari. Confedilizia intende portare il tema davanti alla Corte Costituzionale.

Stefano Di Santo

Avvocato del Foro di Roma. Membro Commissione Diritto Bancario Ordine Avvocati Roma Referente terrioriale ACCI - Associazione Consumatori Cittadini Italiani - Collaboratore testata giornalistica Roma Capitale Magazine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *