Lazio – Benevento 5-3. I Capitolini vincono con annessa sofferenza finale.

Lazio – Benevento 5-3. I Capitolini vincono con annessa sofferenza finale.

La Lazio è arrivata al match contro il Benevento con l’obbligo di vincere per non perdere il treno della Champions prima degli incontri determinanti della prossima settimana contro Napoli e Milan.

Nella prima mezzora la squadra diretta da Mister Fabbris (vista l’assenza di Inzaghi) gioca bene e con determinazione riesce a segnare tre reti con facilità e scioltezza; il primo gol è frutto di autorete di De Paoli, il secondo è di Ciro Immobile che si sblocca dopo un digiuno di 10 partite mentre la terza rete è di Correa su rigore concesso in precedenza per un atterramento del portiere Montipò nei confronti dello stesso argentino.

Dopo il triplo vantaggio la formazione di Inzaghi ha abbassato notevolmente i ritmi e il Benevento è riuscito ad accorciare le distanze con Sau prima della fine del primo parziale.

Nella ripresa nonostante la Lazio sia riuscita a segnare in apertura il quarto gol (autorete del portiere campano) e procurarsi un altro penalty sbagliato da Immobile un Benevento mai domo si è riversato in avanti per riaprire la partita e da azioni da calcio d’angolo è riuscita ad accorciare con Viola e Glik.

Sul risultato di 4-3 nel tentativo di pareggiare la partita i biancocelesti in pieno recupero con un’azione di contropiede hanno trovato il quinto gol realizzato da Immobile a chiusura dell’incontro.

La Lazio vince con tanta sofferenza causata da un evidente calo psicologico che dovrà essere evitato nelle prossime partite decisive contro squadre di livello per le sorti di questo campionato.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *