Roma – Spezia 2-0 . Vittoria dei giallorossi contro un ottimo Spezia che non ha demeritato.

Roma – Spezia 2-0 . Vittoria dei giallorossi contro un ottimo Spezia che non ha demeritato.

a cura di Francesco Chiarizio

La Roma scende in campo nel posticipo del lunedi’ sera allo stadio Olimpico contro lo Spezia, dopo la disfatta di sabato scorso contro l’Inter.

La formazione Giallorossa ha bisogno di prendere coraggio ma soprattutto punti in vista della trasferta a Bergamo che l’aspetta nella prossima giornata.

Mourinho schiera in campo un 11 simile a quello già visto a Sofia lo scorso Giovedi europeo: 3-5-2 con la linea difensiva composta da Ibanez Kumbulla e Smalling; centrocampo a 5 composto da Mkhitaryan Veretout e Cristante con Vina e Karsdorp a tutta fascia e il tandem offensivo composto da Abraham e Mayoral.

Formazione Giallorossa che, già da subito, impone la sua superiorità rispetto alla squadra di Thiago Motta andando in vantaggio già dal 6’ con Chris Smalling che insacca da pochi metri dopo una spizzata importante del suo connazionale Abraham.

Roma e Spezia che per tutto il primo tempo si equivalgono con ottimi spunti sia da una parte che dall’altra ma con il risultato che resta invariato, da segnalare un altro palo di Abraham arrivato dopo un colpo di petto propiziato da un ottimo assist dalla sinistra di Mkhitaryan.

Dopo l’intervallo le squadre tornano in campo con le stesse disposizioni pronte per un secondo tempo che si prospetta interessante. Primi minuti della ripresa che ricominciano sulla stessa lunghezza d’onda degli ultimi della prima frazione con lo Spezia che prova a reagire con azioni molto convincenti.

Al 56’ la Roma trova il raddoppio con un colpo di testa di Ibanez arrivato da un ottimo calcio d’angolo di Veretout e propiziato soprattutto da una marcatura della difesa genovese non proprio perfetta.

Dopo il doppio svantaggio lo Spezia inizia ad attaccare più insistentemente e a mettere più in difficolta la retroguardia giallorossa, trovando addirittura il gol con Manaj, annullato proprio per fuorigioco.

Per la restante mezz’ora la storia della partita non cambia, da segnalare un’ottima prestazione del Classe 2003 Felix Afena Gyan, rovinata purtroppo da un’espulsione per molti affrettata.

Roma che torna, quindi,  alla vittoria in casa e fa ben sperare i tifosi giallorossi in vista della teibile trasferta a Bergamo.

Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *