A TORRE MAURA SI SPERIMENTA L’ORTOTERAPIA FUNARI: UN IMPORTANTE PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIALE

A TORRE MAURA SI SPERIMENTA L’ORTOTERAPIA FUNARI: UN IMPORTANTE PROGETTO DI INCLUSIONE SOCIALE

Un progetto di ortoterapia nel giardino di via delle Rupicole a Torre Maura.

E’ la nuova iniziativa, che prevede il coinvolgimento di persone con disabilità del territorio, promossa dall’assessorato alle Politiche Sociali e alla Salute di Roma Capitale con la Asl Roma 2 e il Dipartimento di Biologia dell’’Università di Tor Vergata, in collaborazione con il Municipio VI.

In una zona periferica, all’interno del giardino di via delle Rupicole, soggetti fragili con disabilità psichica avranno l’opportunità di acquisire sul campo le conoscenze per la gestione di un orto, sperimentandosi con opportunità formative e di tirocinio lavorativo.

E’ un progetto importante di inclusione sociale – sostiene l’assessora Barbara Funariche vede una proficua integrazione tra sociale, sanitario, cura dei beni comuni e valorizzazione degli spazi di vita dei quartieri. Il giardino sensoriale, oltre ad offrire a tanti giovani con disabilità psichica un’occasione di partecipazione alla vita sociale, è anche uno spazio verde ora valorizzato e fruibile per tutti”.

All’inaugurazione erano presenti tra gli altri: il direttore della Asl Roma 2 Giorgio Casati, il dirigente dell’ufficio disabili adulti Antonella D’Asaro, il direttore del dipartimento Tutela delle Fragilità Claudio Leonardi, il direttore UOC distretto 6 Giancarlo Tesone, il presidente del Municipio VI Nicola Franco e rappresentanti di Tor Vergata e dell’Orto Botanico dell’Università. Ad allietare i presenti la musica del gruppo i Senzanote della cooperativa Hermes.

Manuela Rella

Manuela Rella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *