Atalanta 3 – Lazio 2: La Lazio “stecca” alla ripartenza del campionato.

Atalanta 3 – Lazio 2: La Lazio “stecca” alla ripartenza del campionato.

Riparte il campionato, dopo circa 4 mesi dalla sospensione causa emergenza sanitaria.

La Lazio ricomincia affrontando la squadra di Bergamo, l’Atalanta condotta da Mister Gasperini che rimane in tribuna per la squalifica di un turno.

La Lazio ha un ottimo approccio alla partita e la squadra di Inzaghi riesce, nei primi minuti, a mettere in difficoltà la difesa bergamasca grazie alla velocità dei suoi interpreti.

Dopo 15 minuti la Lazio si trova sul punteggio di 0-2 grazie all’autogol di De Roon e al destro di Milinkovic che con una traiettoria a giro supera l’incolpevole Gollini sulla sua destra; il risultato poteva essere anche più rotondo se la Lazo avesse trasformato altre occasioni nitide capitate a Immobile.

L’Atalanta nonostante il doppio svantaggio è rimasta comunque viva e ha confezionato delle buone occasioni da gol che non sono state trasformate solo per scarsa mira sotto porta.

Quasi al termine del primo tempo i neroazzurri hanno accorciato le distanze e riaperto la partita con Goosens che di testa in diagonale ha trafitto il portiere biancoceleste.

Nel secondo tempo il forcing bergamasco si è fatto sempre più acceso e la Lazio ha sofferto molta la migliore tenuta atletica degli avversari che hanno pareggiato con una prodezza del giovane Marinosky con una “bomba” di sinistro sotto la traversa da fuori area.

La Lazio nel finale, per lunghi tratti di partita, è rimasta in balia dell’avversario sia per gli infortuni di alcune pedine importanti come Cataldi e Radu e sia per il calo fisico di molti giocatori come Jony e Luis Alberto su tutti; da un corner l’Atalanta passa in vantaggio e completa la rimonta con un colpo di testa di Palomino che sfrutta una “papera” di Strakosha che sbaglia completamente l’uscita dai pali.

La Lazio torna a Roma con una sconfitta cocente visto il doppio vantaggio iniziale che non ha saputo mantenere e con un timore fondato che il lungo stop potrà condizionare l’aspetto atletico della squadra nel prosieguo di questo campionato anomalo.

Stefano Di Santo

Stefano Di Santo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *