Roma 1-2 Milan: i giallorossi non sfatano il tabù con le grandi e scivolano all’Olimpico

Roma 1-2 Milan: i giallorossi non sfatano il tabù con le grandi e scivolano all’Olimpico

(Roma – Milan, fonte immagine: corrieredellosport.it)

Roma – Milan termina 1-2. I giallorossi, nel match valido per la 24^ giornata di Serie A, non sfatano il tabù relativo ai big match. Kessié porta avanti i rossoneri, al momentaneo pareggio di Veretout risponde Rebic.

La cronaca del match

La Roma per vincere il primo big match della stagione, per aggredire la seconda posizione in classifica e per continuare a rincorrere l’obiettivo Champions. Il Milan per reagire, per ritrovare la vittoria e per non abbandonare il sogno scudetto.

La prima frazione inizia a ritmi elevatissimi da parte del Milan. Al minuto 2 la prima conclusione del match è di Ibrahimovic, Pau Lopez respinge la sfera in calcio d’angolo. Da corner i rossoneri, in seguito ad una serie di carambole, trovano il gol con Tomori. La posizione è irregolare e il VAR interviene annullando il gol. Al minuto 5 la Roma si dimostra in confusione, Pau Lopez controlla male il pallone sul quale si avventa Ibrahimovic che, con il tacco, non trova clamorosamente la porta. Al minuto 9 Villar perde banalmente il pallone a centrocampo, sulla ripartenza Rebic serve Ibrahimovic che a porta vuota stavolta non sbaglia. Un leggero fuorigioco salva ancora la Roma, entrata in campo con un approccio disastroso.

Alla metà del primo tempo si affaccia nell’area di rigore avversaria anche la Roma, a una sponda di Mayoral segue il destro di Veretout il quale termina comodamente tra le braccia di Donnarumma. Al minuto 27 la traversa salva i giallorossi. Çalhanoğlu calcia da corner, Kjaer stacca di testa e il legno gli nega la gioia del gol. Un minuto più tardi è la Roma a rendersi pericolosa da calcio d’angolo. Salta irregolarmente Mancini, sul pallone si avventa Mkhitaryan che trova il gol successivamente annullato.

Al minuto 33 Theo Hernández sale in progressione e serve Rebic, a dire di no alla gran botta del croato è ancora una volta Pau Lopez. Pochi secondi dopo lo spagnolo deve intervenire su Saelemaekers, il belga con il piatto destro da pochi passi trova l’opposizione dell’estremo difensore. Al minuto 38 Karsdorp offre un assist straordinario a Mkhitaryan, l’armeno a tu per tu con Donnarumma tenta lo scavetto fallendo clamorosamente la conclusione.

Sul finale di primo tempo Fazio interviene in ritardo su Calabria, l’arbitro Guida viene richiamato al VAR e assegna il calcio di rigore al Milan. Sul dischetto si presenta Kessié, Pau Lopez intuisce ma non basta. 0-1 per la squadra di Pioli. Terminano i primi 45 minuti, le occasioni sono tante ma il vantaggio dei rossoneri è certamente meritato.

Nella seconda frazione la Roma tenta di mostrarsi più aggressiva, è però Theo Hernández a rendersi pericoloso e ad andare vicino al raddoppio con un tiro dalla distanza. Al minuto 50 la Roma sorprende il Milan sulla sinistra, Spinazzola offre a Veretout che dal limite dell’area trafigge con un gran destro Donnarumma portando il punteggio sull’1-1.

Al minuto 59 Pau Lopez rilancia male, la difesa giallorossa viene colta impreparata e Rebic, con un gran diagonale di sinistro, porta il Milan sull’1-2. La Roma torna alla ricerca del gol del pareggio. Bruno Peres scende sulla destra, effettua un cross basso per Mkhitaryan che con il sinistro sfiora l’incrocio andando a un passo dal 2-2. Al minuto 78 Pau Lopez si rende ancora protagonista del match, mantiene in vita la Roma con una gran risposta in allungo sul tocco di Tomori.

Pochi secondi più tardi Mkhitaryan recupera il pallone all’interno dell’area di rigore e viene atterrato da Theo Hernández. Il direttore di gara Guida fischia fallo in attacco all’armeno, suscitando le proteste degli uomini di Fonseca. Al minuto 94 Pedro manca il pallone a pochi passi da Donnarumma, subito dopo il tentativo dal limite di Mkhitaryan termina tra le braccia dell’estremo difensore milanista.

La Roma fallisce l’ennesimo esame di maturità, spreca una ghiotta occasione e perde per la prima volta in stagione allo Stadio Olimpico. Il Milan accorcia a -4 dall’Inter e si rilancia dopo le recenti polemiche.

Le pagelle del match

Pagelle Roma

Pau Lopez 6: inizia tremendamente con un controllo sbagliato, rischiando di regalare il vantaggio al Milan. Successivamente sale in cattedra e tiene a galla la Roma, intuisce il calcio di rigore ma la conclusione di Kessié è a fil di palo. Nel secondo tempo commette un grave errore in uscita con i piedi, da lì nasce l’azione del nuovo vantaggio rossonero. La sua prestazione è comunque sufficiente, i gol subiti potevano essere molti di più.

Mancini 6,5: nel momento horror della Roma è uno dei pochi salvabili, non commette errori grossolani e già per questo si differenzia dai suoi compagni. Sul 2° gol del Milan perde la marcatura di Rebic, anche se l’errore di Pau Lopez coglie impreparata tutta la linea.

Cristante 5,5: il duello con Ibrahimovic è perso in partenza, anche in fase di costruzione commette errori piuttosto banali.

Fazio 4,5: il retropassaggio che mette in difficoltà Pau Lopez è follia, entra in ritardo su Calabria e regala ingenuamente il calcio di rigore al Milan.

Karsdorp 5,5: inizia con qualche imprecisione, cresce alla distanza mettendo anche Mkhitaryan davanti a Donnarumma con un grande assist. Nel finale di partita perde completamente lucidità.

Veretout 6,5: nella prima frazione il francese rivede i fantasmi di Benevento. Nel secondo tempo il suo destro chirurgico porta la Roma sull’1-1, senza dubbio il migliore della mediana giallorossa.

Villar 5,5: i suoi primi errori sono gravi, uno in particolar modo lancia il Milan verso la porta. Cresce con il passare dei minuti ma lo spagnolo sembra essere insicuro. Altra prestazione da dimenticare dopo quella di Benevento.

Spinazzola 6: qualche errore di troppo, è però uno dei pochi a rendersi pericoloso. Il gol della Roma nasce da una delle sue solite cavalcate sulla sinistra.

Pellegrini 5: fuori dal gioco il capitano giallorosso, da segnalare solo tanti errori da calcio piazzato.

Mkhitaryan 6: si divora un gol clamoroso facendo uno scavetto insensato. Nella seconda frazione sfiora il gol con un gran sinistro, poi subisce un contatto più che dubbio all’interno dell’area di rigore.

Borja Mayoral 5: ingabbiato tra i due centrali del Milan, i palloni giocabili non sono molti ma lo spagnolo fa troppo poco per pensare di poter incidere.

Bruno Peres 5,5 (dal 62′ s.t.): entra con un buon piglio, ottima la sua prima discesa sulla destra. Dopo di quella il brasiliano si mostra impacciato e in difficoltà.

El Shaarawy 6 (dal 70′ s.t.): non incide in maniera decisiva sul match, si rende un paio di volte pericoloso. Un suo grande assist per Pedro nel finale viene vanificato dallo spagnolo.

Diawara S.V. (dal 79′ s.t.): un paio di buoni interventi in fase d’interdizione, qualche minuto per il guineano dopo le due buone prove in Europa League.

Pedro 5 (dal 79′ s.t.): perde tanti palloni e si divora un gol sottoporta nel finale. Male lo spagnolo, non è la prima volta.

All. Paulo Fonseca 5: la Roma parte come peggio non avrebbe potuto, a differenza di quanto detto in conferenza i giocatori sembravano tutto tranne che tranquilli. La Roma perde l’ennesimo big match, 3 punti su 24 disponibili negli scontri diretti sono un dato più che preoccupante. I giallorossi creano ma subiscono, 2 gol subiti sono quasi una manna dal cielo.

Pagelle Milan

Donnarumma 6,5; Calabria 6, Tomori 7, Kjaer 6.5, Hernandez 6.5; Tonali 6 (dall’83’s.t. Meite S.V.), Kessié 7; Saelemaekers 6 (dall’83’ s.t. Castillejo 5.5), Calhanoglu 6 (dal 45′ s.t. Brahim Diaz 5.5), Rebic 7 (dal 66′ s.t. Krunic 6); Ibrahimovic 6 (dal 56′ s.t. Leao 6). All. Stefano Pioli 6,5.

Leonardo Cocchi

Leonardo Cocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *