Roma 5-0 Crotone: i giallorossi dilagano nel secondo tempo

Roma 5-0 Crotone: i giallorossi dilagano nel secondo tempo

(Gol del raddoppio giallorosso di Pellegrini in Roma 5-0 Crotone, Serie A 2020/2021. Fonte immagine: ilmessaggero.it)

Roma – Crotone termina 5-0. Allo Stadio Olimpico i giallorossi di Paulo Fonseca ottengono 3 punti fondamentali per la rincorsa al 7° posto. I rossoblù di Serse Cosmi, già retrocessi, restano in fondo alla classifica. Decisive le doppiette di Borja Mayoral e di Pellegrini, in gol anche Mkhitaryan.

La cronaca del match

In avvio di match le emozioni sono poche da una parte e dall’altra, tanto possesso palla per la Roma con la squadra ospite che tenta di affondare in contropiede. La prima conclusione in porta è dei giallorossi, alla botta su punizione di Pellegrini risponde presente Cordaz che respinge. Periodo particolarmente sfortunato per Mkhitaryan, in seguito ad una carambola su palla inattiva l’armeno centra il palo esterno. Il secondo legno dei padroni di casa non si fa attendere, dagli sviluppi di un corner stavolta è la traversa a dire di no a Borja Mayoral. Insistono i capitolini alla ricerca della rete del vantaggio, al sinistro ad incrociare di Mkhitaryan si oppone con i piedi l’estremo difensore del Crotone. Il numero 1 dei rossoblù, prima del doppio fischio che decreta il termine del primo tempo, deve opporsi ad altre due conclusioni dalla distanza, non irresistibili, di Pellegrini e Mkhitaryan.

Pronti e via nella seconda frazione, la Roma trova immediatamente il gol del vantaggio. Lancio improvviso su punizione di Pedro per Mkhitaryan, l’armeno pesca al centro dell’area di rigore Borja Mayoral che con il sinistro batte Cordaz e fa 1-0. Provano a reagire gli uomini di Cosmi, ma il colpo di testa di Messias termina di poco a lato rispetto alla porta di Fuzato. Buon quarto d’ora della squadra ospite, il portiere giallorosso deve respingere le conclusioni insidiose di Simy e Cigarini. Momento di stallo della gara fino al 70esimo minuto, quando una carambola rischia di portare Golemic ad un clamoroso autogol.

La rete del raddoppio non tarda ad arrivare, splendido controllo e dribbling di Pellegrini che poi è bravo a piazzare il pallone e a siglare il gol del 2-0. Giocano sul velluto i capitolini. Scambio veloce e di qualità tra Pastore, Mkhitaryan e Pellegrini, con il numero 7 che ancora una volta rifinisce l’azione e con il sinistro dal limite dell’area firma il triplo vantaggio. 3-0 per la Roma. Non si fermano i giocatori di Paulo Fonseca che dilagano e trovano il quarto gol con una splendida azione corale. Pastore allarga il gioco per Pellegrini, il capitano romanista premia il taglio in profondità di Karsdorp, l’olandese pesca con il destro Mkhitaryan che a porta vuota in spaccata fa 4-0.

Negli ultimi secondi di partita c’è spazio anche per la manita ai danni del Crotone. Zalewski con una bella giocata offre il pallone a Mayoral, il numero 21 romanista con il destro dal limite dell’area angola la conclusione quel poco che basta per realizzare la rete del 5-0. Termina il match, vittoria schiacciante dei padroni di casa.

Le pagelle

Pagelle Roma

Fuzato 6: mai impegnato il brasiliano nel corso del primo tempo, mostra comunque personalità nelle uscite. Nella seconda frazione attento su due conclusioni dalla distanza.

Karsdorp 7: sulla sua fascia di competenza il Crotone spinge poco, l’olandese scende piuttosto bene sulla destra proponendesi con determinazione. Intelligentissimo a servire Mkhitaryan in occasione del quarto gol romanista, premiando il compagno in una porzione di campo migliore della sua.

Ibañez 7: Ounas lo punta ma non lo salta praticamente mai, le poche volte che accade il brasiliano recupera velocemente pallone e posizione. Deve abbandonare il terreno di gioco all’intervallo per un affaticamento muscolare.

Kumbulla 6,5: tiene bene la posizione, non ha moltissimo da fare in fase di copertura ma resta attento e concentrato.

Reynolds 5,5: molto timido il terzino statunitense, sulla sua prestazione lievemente insufficiente influisce anche il fatto che abbia giocato sulla fascia non prettamente di sua competenza. Qualche difficoltà di troppo anche in fase difensiva.

Cristante 6: si alza spesso a dialogare con i trequartisti, lo fa discretamente ma manca un pochino di qualità per la giocata decisiva. Nei secondi 45 minuti resta un pochino più accorto e vicino a Darboe, prende un giallo piuttosto ingenuo.

Darboe 6,5: tantissima personalità per il giovanissimo centrocampista gambiano. Qualità e quantità anche in fase di interdizione, da continuare a tenere d’occhio attentamente. Prende un cartellino giallo, ma per come si comporta in fase di copertura sembra tutto tranne che un esordiente.

Pedro 7: tanta corsa e dinamismo da parte dello spagnolo, che mette qualità in avanti e determinazione nell’accorciare ed aiutare la squadra in fase di non possesso. Intelligente e preciso il lancio improvviso per Mkhitaryan che dà il via all’azione del vantaggio romanista.

Pellegrini 8: tra le linee la sua presenza è costante, si muove bene e gioca con qualità tentando più di una volta anche la conclusione da fuori. La rete del 2-0 è di pregevole fattura, pochissimi minuti dopo arriva anche la doppietta personale che chiude la partita. Bravissimo a servire in profondità Karsdorp con i tempi giusti nell’azione del quarto gol.

Mkhitaryan 7: l’armeno sembra essere in una buona condizione fisica, il poco cinismo e una buone dosa di sfortuna non gli permettono di realizzare il gol del vantaggio romanista. Bravo a premiare il movimento di Mayoral per la rete dell’1-0, torna anche al gol sul finale di partita.

Borja Mayoral 7,5: attacca spesso il primo palo con movimenti da attaccante vero, una traversa e un paio di grandi interventi dei difensori avversari non gli concedono di porre il suo nome sul tabellino dei marcatori già nel primo tempo. Il nono gol in stagione non si fa attendere, nella seconda frazione gli bastano due minuti per timbrare il cartellino. Siamo agli sgoccioli, ma il centravanti ex Real Madrid trova il tempo e lo spazio per realizzare la sua doppietta personale.

Juan Jesus 6 (dal 45′ s.t.): partita di ordinaria amministrazione del brasiliano, in campo dopo tante panchine e qualche tribuna.

Santon 6,5 (dal 59′ s.t.): entra determinato in una partita non a ritmi elevatissimi. Il terzino giallorosso spinge bene sulla fascia e si proietta in avanti, andando anche vicino al gol su palla inattiva.

Pastore 6,5 (dal 67′ s.t.): in questo finale di stagione l’argentino sta riuscendo a ritagliarsi qualche minuto. Oggi ha poco più di 20 minuti a disposizione, i ritmi sono bassi ma le giocate del Flaco sono di grande qualità.

Bove 6 (dal 79′ s.t.): esordio in prima squadra per il giovane centrocampista della Primavera, mostra personalità in fase di possesso e di non possesso.

Zalewski 6,5 (dall’80’ s.t.): giovedì, all’esordio in prima squadra e in Europa League, ha siglato il gol del 3-2 contro il Manchester United. All’esordio in Serie A si ritaglia lo spazio anche per un buonissimo assist a Borja Mayoral, in occasione del 5-0 romanista.

All. Paulo Fonseca 7: le assenze sono tantissime, molti di quelli che sono rimasti hanno giocato anche giovedì in coppa. Nel primo tempo la sua squadra concede poco e niente al Crotone, il numero delle occasioni da gol è importante ma manca la giocata finale negli ultimi metri. Discorso completamente diverso nei secondi 45 minuti, la Roma concretizza quasi tutte le occasioni e realizza 5 gol. Bravo il portoghese a dare spazio ai giovani della Primavera sul finale di partita.

Pagelle Crotone

Cordaz 5.5; Djidji 5, Golemic 4, Magallan 5; Molina 6, Messias 5.5, Cigarini 5 (dal 72′ s.t. Petriccione 5), Benali 5 (dal 72′ s.t. Zanellato 5), Reca 5 (dal 45′ s.t. Rispoli 5.5); Ounas 6 (dall’87’ s.t. Riviere S.V.), Simy 5. All. Serse Cosmi 5.

Leonardo Cocchi

Leonardo Cocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *